La Basilica Cisterna, Yerebatan Sarnici (che in turco significa “il palazzo inghiottito”) è uno dei monumenti più visitati di Istanbul. È stata costruita dall’imperatore Costantino nel IV secolo e fu poi ampliata dall’imperatore Giustiniano nel 532.

Scoperta per caso sul finire del XIX secolo la cisterna è stata sottoposta a ristrutturazione nel 1985 ed è stata aperta al pubblico solo nel settembre del 1987.

Lunga 143 metri e larga 70 metri, la Cisterna forniva acqua per il palazzo imperiale con un serbatoio di 80.000 metri cubi. Era alimentata dall’acquedotto di Valente che convogliava le acque dalle colline circostanti, si trattava di uno degli acquedotti più lunghi costruiti nel tardo periodo romano, utilizzato addirittura fino agli anni ’50 e ben visibile ancora oggi nei pressi di Aksaray per la lunghezza di 900 metri.

Il serbatoio della Cisterna oggi si presenta come un enorme spazio sotterraneo in cui trovano spazio 336 colonne alte 9 metri e distanziate l’una dall’altra di 4,90 m. I capitelli sono un misto tra gli stili Ionico e Corinzio, con alcune eccezioni rappresentate da colonne Doriche o addirittura di colonne non decorate.

I muri perimetrali sono di mattoni ed hanno uno spessore di 4 metri. La malta utilizzata nella costruzione è speciale ed impermeabile. Buona parte dei materiali e delle colonne sono elementi di riuso, ne sono testimonianza in particolare due enormi teste di Medusa provenienti probabilmente da un arco monumentale del foro di Costantino, che fanno da base (rovesciate) a due delle colonne di sostegno della volta.

Per chi visita oggi questo luogo l’atmosfera che si respira ricorda quella di una chiesa sommersa di origine incerta e antica. L’ambiente è ancora in ottimo stato conservativo, tanto da mantenere acqua sul fondo, sufficiente per far sopravvivere numerosi pesci.

Nelle vicinanze della Basilica Cisterna:

Su Alemdar Caddesi, risalendo verso nord, si trova la Caferağa Medresesi, un’antica madrasa, costruita nel 1559 da Mimar Sinan su ordine di Cafer Ağa, eunuco durante il regno del sultano Solimano il Magnifico. La scuola è stata restaurata nel 1989 e trasformata in un centro turistico con 15 sale espositive, un grande salone e un giardino in cui vengono realizzati e venduti vari prodotti di artigianato tradizionale turco.

Lungo la via principale di Sultanahmet, Divan Yolu Caddesi, seguendo lo stesso percorso del tram T1, si arriva in zona Çemberlitaş. La zona prende il nome dalla Colonna di Costantino (Çemberlitaş Sütunu), una colonna monumentale romana costruita per ordine dell’imperatore romano Costantino il Grande nel 330 dC. La Colonna fa ancora bella mostra di sé proprio di fronte alla fermata del tram, nei pressi dell’hamam di Çemberlitaş.

Proseguendo sempre su Divan Yolu Caddesi, arrivati quasi nei pressi di Beyazıt, si trova la Çorlulu Ali Paşa Medresesi: originalmente una madras, poi trasformata in tekke dell’ordine dei dervisci, ed infine verso la metà del ‘900 diventato un piccolo bazar. Ora è un’oasi di pace per residenti e turisti che desiderano fuggire dalla frenesia di Sultanahmet. Uno dei posti migliori per fumare narghile nel centro storico.

Orari di apertura della Basilica Cisterna e consigli per la visita

La Basilica Cisterna è un Museo direttamente gestito dalla municipalità di Istanbul. Per l’entrata è quindi necessario acquistare un biglietto che ha per gli stranieri il costo di 20 TL (circa 4 euro). I minori di 7 anni non pagano l’ingresso, ma è necessario mostrare all’entrata un documento che dimostri l’età del minore, altrimenti si dovrà pagare lo stesso.

La Cisterna è aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle 19. Rimane chiusa fino alle ore 13 nel primo giorno delle festività religiose ed il giorno 1 gennaio. Per il calendario aggiornato delle festività consultare questa pagina.

CHE COSA E’ IL MUSEUM PASS

Il Museum Pass è una carta prepagata che consente l’accesso ad una serie di monumenti. Il pass ha una validità di 5 giorni ed il costo è 185 lire (circa 27 euro). All’interno del pass sono inclusi alcuni monumenti che molto spesso non si visitano, mentre ad esempio non sono inclusi monumenti molto importanti come la Cisterna Basilica e la Torre di Galata (che hanno una gestione municipale e non statale).

L’acquisto risulta quindi a volte non conveniente, maggiori informazioni sul Museum Pass si trovano qui. La Müze Kart, di cui spesso parlano erroneamente alcune guide cartacee, è riservata solo ai cittadini turchi e quindi non può essere acquistata dai turisti.

VISITE GUIDATE

Visitare Sultanahmet: come Agenzia Turistica siamo in grado di organizzare visite guidate sia private che di gruppo. Le guide ufficiali di nostra fiducia parlano tutte perfettamente italiano ed oltre a fornire fondamentali informazioni di carattere storico ed artistico, permettono di saltare le code all’ingresso dei monumenti, godendo di corsie preferenziali.

Una visita dei monumenti principali di Sultanahmet può essere completata nel giro di 6/7 ore.

Potete trovare centinaia di recensioni riguardo i nostri servizi sia nella relativa sezione del nostro blog, sia su tripadvisor. Per maggiori informazioni potete contattarci al nostro indirizzo e-mail o lasciare un commento qui sotto.

Vota se ti è piaciuto
[Total: 5 Average: 4.6]

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Carmine Recent comment authors
Carmine
Ospite
Carmine

Un blog perfetto per chi vuole visitare Istanbul. Verrò a Pasqua 2019.