Covid-19: La situazione a Istanbul ed in Turchia

Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2020

Sono passati 5 mesi ormai dall’inizio del lockdown in Italia, in quei giorni tutti gli occhi erano puntati sull’Italia e sembrava un’emergenza che dovesse toccare solo il nostro Paese, invece il contagio si è propagato rapidamente in tutto il mondo e nel giro di breve tempo tutti i Paesi hanno dovuto fare i conti col virus e con le misure di contenimento necessarie per arrestarne la diffusione.

Il Covid-19 in Turchia

Anche la Turchia è stata ovviamente toccata dal Covid-19. Le misure adottate dal governo turco sono state piuttosto diverse, non c’è mai stato un vero e proprio lockdown, solo nei fine settimana e nei giorni festivi è stato imposto un temporaneo coprifuoco, ma la maggior parte delle attività non ha mai chiuso. Fra le altre misure adottate c’è stato il divieto di uscire fuori casa imposto ai maggiori di 65 anni ed ai minori di 20 anni.

Non siamo in grado di stabilire se le misure adottate siano state realmente efficaci oppure se sono entrati in ballo altri fattori (come ad esempio l’età media molto bassa della popolazione turca), numeri alla mano si può solo constatare che il virus è stato contenuto piuttosto bene, il numero dei contagi in rapporto alla popolazione non ha raggiunto grandissime cifre e soprattutto il totale dei decessi è stato molto limitato (al momento circa 5mila persone).

Dall’1 giugno la Turchia è entrata ufficialmente in fase 2, ed esattamente come sta avvenendo in Italia, tutto sta tornando alla normalità, o alla “nuova” normalità come qualcuno la definisce.

La crisi del turismo a causa del Covid-19

Ovviamente il settore del turismo è quello che in una situazione di questo tipo ne risente di più, i tempi della ripresa saranno molto più dilatati rispetto ad altri settori. Noi qui in Turchia siamo abituati ai periodi di crisi, nel 2016 e 2017 abbiamo avuto ben due anni di arresto quasi totale del flusso turistico a causa dei vari attentati e delle turbolenze politiche che avevano toccato il Paese, quindi siamo piuttosto abituati a far fronte a situazioni come queste. Possiamo dire di avere dei buoni anticorpi per rimanere in tema.

Le crisi prima o poi passano, bisogna solo avere pazienza, nel 2019 infatti dopo alcuni anni difficili abbiamo battuto tutti i record di presenze. Il turismo quindi ricomincerà, anche se non subito. Nel frattempo per chi non riesce a frenare la voglia di viaggiare è giusto informarsi bene, per capire quando e soprattutto come si potrà ricominciare a farlo.

Quando ripartiranno i voli dall’Italia

Tutti i collegamenti interni fra le varie città turche, via terra e via area, sono stati ripristinati a partire dall’1 giugno. Per i voli internazionali invece si sta seguendo una ripartenza a scaglioni, frutto di accordi fra i vari Paesi. A partire dal 15 giugno hanno riaperto i voli da e per una ventina di paesi, fra cui la Germania, la Svizzera, la Grecia, la Polonia, la Romania, la Slovenia, la Croazia ed il Giappone. Fra il 20 ed il 25 giugno sono ripresi anche i voli per i Paesi scandinavi, l’Irlanda, L’Olanda, il Belgio e la Corea del Sud.

Per i voli dall’Italia si era deciso ufficialmente, tramite un mutuo accordo avvenuto in occasione del meeting del 19 giugno tenutosi ad Ankara fra il nostro ministro degli esteri Di Maio ed il ministro turco Cavusoğlu, di riaprire gli ingressi per turismo a partire dall’1 agosto.

Sul sito di Turkish Airlines veniva successivamente indicato un piano di voli che prevedeva alcune partenze da e per l’Italia già a partire dall’1 luglio. E difatti i voli sono ripresi a partire da luglio.

Per il momento (settembre 2020) la situazione è questa: ci sono già voli giornalieri che collegano l’Italia e la Turchia, ma non da tutte le città (Turkish Airlines vola per adesso da Milano, Roma, Bologna e Venezia, i voli da Napoli riprenderanno a settembre agosto, quelli da Bari e Catania riprenderanno ad ottobre).

Un cittadino italiano per adesso a livello teorico può entrare in Turchia solo per motivi di lavoro, di salute o familiari. A livello pratico può entrare in Turchia anche per motivi turistici dato che non viene richiesto il motivo del viaggio da nessuno.

Abbiamo notizie dirette da varie persone che hanno viaggiato a luglio e ad agosto per turismo (alcuni di loro infatti hanno svolto visite guidate a Istanbul con noi le scorse settimane, potete leggerne le esperienze sulla nostra pagina di tripadvisor) e ci hanno riferito che hanno viaggiato senza problemi.

Il problema però sorge al rientro in Italia, dato che per il momento (con ultimo aggiornamento della Farnesina in seguito al DPCM del 7 settembre 2020) qualsiasi persona arrivi dalla Turchia ed entri in Italia deve sottoporsi a quarantena fiduciaria per due settimane. Al momento non si sa se la misura verrà ulteriormente estesa oppure se e quando verrà revocata.

La situazione riguardo la questione della quarantena fiduciaria quindi  va monitorata di giorno in giorno, dato che le decisioni in merito vengono aggiornate dal governo italiano più o meno ogni settimana.

Riceviamo molte mail in questi giorni che ci chiedono se è possibile viaggiare per turismo in Turchia e se la quarantena fiduciaria ci sarà ancora ad ottobre e nei mesi seguenti.

– Alla prima domanda la risposta è “Sì”, anche se sul sito della Farnesina viene scritto che i viaggi per turismo sono consentiti solo all’interno dell’Unione Europea.

– Alla seconda domanda la riposta è “Non lo sappiamo“, dato che le decisioni come detto vengono prese dal governo italiano in base a valutazioni settimanali.

Questo nostro articolo in ogni caso è costantemente aggiornato con le ultima novità.

Raccomandazioni per la ripartenza del turismo

Già da adesso possiamo comunque dare alcune informazioni che saranno utili quando i voli saranno ripristinati. Sul sito dell’aeroporto di Istanbul ad esempio vengono già elencate alcune raccomandazioni, fra le quali la necessità di comunicare alla compagnia aerea l’indirizzo presso il quale si alloggerà ed il vivo consiglio di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio.

Ripetiamo comunque che attualmente ci troviamo in una fase di incertezza e le condizioni possono cambiare di giorno in giorno. Inizialmente il numero dei voli settimanale sarà piuttosto basso, molto probabilmente la situazione si normalizzerà gradualmente a partire da fine settembre-ottobre. Se il virus come tutti ci auguriamo non avrà una recrudescenza nei mesi più freddi, a partire dall’autunno il turismo dovrebbe vedere una buona ripresa.

Già adesso in ogni caso in Turchia hanno riaperto tutti i musei, ha riaperto il gran bazar, sono aperti tutti i mercati, ristoranti e locali. Abbiamo ricevuto molte mail negli ultimi giorni di persone che non vedono l’ora di tornare o di fare un viaggio in Turchia e che ci chiedono se i turisti italiani sono benvenuti, al riguardo vi lasciamo con una lettera molto chiara del Ministro degli esteri turco rivolta direttamente ai turisti italiani: Turchia pronta a riaprire ai turisti italiani.

Vota se ti è piaciuto
[Total: 5 Average: 5]

82
Lascia un commento

avatar
26 Comment threads
56 Thread replies
30 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
32 Comment authors
fabioTizianoFedericoAnnaMarta Recent comment authors
Tiziano
Ospite
Tiziano

Buonasera. Sono ad instambul. Rientro in Italia lunedì 21. Cosa sono tenuto a fare oltre la quarantena?..dove devo denunciarmi? Grazie Tiziano

Federico
Ospite
Federico

Ciao Tiziano, riesci a farci sapere se ci sono stati problemi in aeroporto e ad Istanbul? Grazie mille

Federico
Ospite
Federico

Ciao, complimento per l’ottimo lavoro. Volevo chiedere se ad oggi ci sono aggiornamenti per la situazione voli Milano-Istanbul, o se la situazione rimane ancora invariata, ovvero con la possibilità di viaggiare senza problemi. Inoltre volevo chiedere se la situazione si aggiorna ogni Lunedi per quanto riguarda i viaggi come succede in alcuni stati (io dovrei partire sabato prossimo). Grazie mille

Alice
Ospite
Alice

Altro problema da sollevare …. mi dicono che una volta arrivata in Turchia devo fare quarantena di 7 giorni….

Alice
Ospite
Alice

Il consolato italiano dice che sono vietati i viaggi in Turchia per turismo …. non vorrei arrivare ad Istanbul ed esser rimandata in Italia ….

Tiziano
Ospite
Tiziano

Ciao..io sono ad instambul e rientro domani. Sono arrivato giovedì e sono entrato tranquillamente. Qui è obbligatoria la mascherina (come ben qui il potere esecutivo delle autorità è molto severa e ti becchi cca 15 euro di multa se non la indossi). Da quel che ho capito mi aspetterà una bella quarantena quando torno in Italia. Rimango perplesso per il fatto che son qui per cure mediche e nelle sole 72 ore che soggiornerò qui pur avendo avuto pochi contatti con persone mi toccherà . Oggi sembrano in aumento i contagiati anche se la Turchia è uno dei 3 stati al mondo meno colpiti dal questo male ‍♂️

fabio
Ospite
fabio

ciao tiziano, come è andata al rientro?

Marta
Ospite
Marta

Buonasera. Anche se il DPCM in vigore fino al 07/10 (che immagino sarà sicuramente prorogato fino al termine dell’emergenza sanitaria) non prevede i viaggi in Turchia per turismo, mi sembra di capire che si può praticamente venire in Turchia (salvo quarantena obbligatoria + eventuale tampone al rientro in Italia). Corretto? Nonostante le raccomandazioni della Farnesina, le Autorità turche consentono comunque l’ingresso agli italiani? Ho un voucher per un biglietto aereo Alitalia e mi piacerebbe spenderlo per visitare finalmente Istanbul, ma con tutta questa incertezza non capisco se conviene ancora aspettare (ma fino a quando? forse vaccino?). Grazie.

Domenico
Ospite
Domenico

Sito con informazioni molto chiare, grazie.

svitlana
Ospite
svitlana

Ciao. Ho il volo il16 settembre da Milano a Rostov con scalo in Turchia. Devo avere il test fatto 48 ore prima? Grazie

Marco
Ospite
Marco

Salve, devo partire domenica per Istanbul, con pegasus airlines, sul sito ho letto che al check in richiedono il codice HES, io ne sono sprovvisto. È obbligatorio averlo? Quali altri documenti o precauzioni bisogna osservare?

Marco
Ospite
Marco

Ottimo servizio state facendo complimenti. Avete qualche nominativo di corrieri / spedizioniere per spedire acquisti da Istanbul in Italia.
Spero di poter venire prossimi giorni vi contatterò per fare un’escursione.
Grazie

Alice
Ospite
Alice

Ciao ci sono novità dopo L uscita dell decreto dell 8 settembre per venire in Turchia ?

Angelo
Ospite
Angelo

Buonasera, partirò da Istambul per Roma dopodomani alle 8:15. Qualcuno cortesemente sa dirmi se bisogna fare un tampone prima della partenza e quanto tempo prima bisogna essere lì in questo caso, o se c’è una quarantena obbligatoria al rientro? Grazie

Costantino
Ospite
Costantino

Si mi è piaciuto ma adesso o fra una settimana , come posso essere sicuro di fare il biglietto?? E partire con la prenotazione sicura ? , vorrei essere riassicurato
Grazie , vorrei risposta

Mirco
Ospite
Mirco

Buongiorno. Ma al rientro in italia, dopo essere stato in Turchia per turismo e averlo dovuto dichiare sulla autocertificazione obbligatoria, si rischiano sanzioni?

Sura
Ospite
Sura

Al rientro in Italia non ti chiedono perché sei partito, ti consegnano un foglio in cui devi certificare perché vuoi entrare in Italia, da quale posto sei partito e dove ti stai recando e in cui dichiari di impegnarti a contattare l’autorità sanitaria al rientro. Se sei un cittadino italiano che sta tornando a casa – come mi pare di capire – devi barrare la casella “rientro al proprio domicilio” ed è la situazione più facile in assoluto, visto che contestualmente mostri un documento da cui risulta che risiedi in Italia. Sono tornata l’altro ieri a Fiumicino, la procedura è facile e non crea imbarazzo. Nessuno ti chiede nulla, non c’è alcuna sanzione, è una pura formalità.
A me sull’aereo hanno consegnato un altro foglio da compilare e che in teoria doveva essere consegnato alle Autorità italiane, che invece chiedeva circa le motivazioni del viaggio e ci siamo un po’ appanicati, ma inutilmente. Arrivati ai controlli la polizia ce l’ha fatto buttare e ci ha consegnato quello corretto.

Mirco
Ospite
Mirco

Grazie mille

fab
Ospite
fab

ho appena sentito ats insubria e se al rientro dalla turchia si fa un tampone privato decade l’obbligo di quarantena fiduciaria.

vincenzo
Ospite
vincenzo

e ti hanno risposto?

fab
Ospite
fab

si confermano

Federico
Ospite
Federico

Sapete dirmi se vale per tutta la regione Lombardia o solo per la Provincia di Como?

Alice
Ospite
Alice

Ho contattato in agenzia di viaggi la quale mi dice che ora i voli per la Turchia sono sospesi

Sura
Ospite
Sura

Sono le agenzie che non stanno lavorando alle prenotazioni dei voli internazionali, ma i voli ci sono, per e dalla Turchia, sia della Turkish Airlines che della Pegasus. Basta comprarsi da soli i biglietti sui siti internet.

fab
Ospite
fab

Buongiorno ho capito tutto ma,secondo voi se al rientro dalla turchia faccio tampone privato annulla la quarantena fiducuaria?

grazie

Matteo
Ospite
Matteo

Buongiorno a tutti
Partirò per la Turchia nei prossimi giorni
In base alle vostre esperienze in aeroporto prima della partenza chiedono una sorta di certificazione o auto dichiarazione? Sono consapevole dei 14 giorni di quarantena al ritorno..
grazie

Fabio
Ospite
Fabio

A Bologna, il giorno che sono partito io, non me l’hanno fatta compilare in aeroporto solo perché sul primo volo, quello per Vienna, eravamo in pochi (13) quindi ci hanno fatto compilare l’auto dichiarazione su ogni volo

Mirco
Ospite
Mirco

Buonasera, è possibile sapere i passaggi da fare per l’isolamento fiduciario, di rientro in Italia dalla Turchia? al termine dei 14 giorni, bisogna fare qualche esame alla ASL, oppure finisce tutto automaticamente? Grazie in anticipo

Stefano
Ospite
Stefano

Buonasera .
Per entrare in Turchia è necessario il passaporto o basta la carta d’identità valida per l’espatrio?
Grazie

Marinella Giacobbi
Ospite
Marinella Giacobbi

Vorrei andare in Turchia in settembre . Mi potete dire devi sono novità per poter partire dall’Italia?

Fabio
Ospite
Fabio

Buonasera a tutti,
io sono andato a Bodrum dal 16 al 27 Luglio per ricongiungimento con la mia ragazza.
L’unico problema che per arrivarci ho dovuto sorvolare mezza Europa perchè i voli diretti da Bologna ad Istanbul me li hanno cancellati per ben due volte di fila (Turkish Airlines)…
oltre a questo non ho avuto alcun problema nè all’arrivo in Turchia nè in Italia, adesso bisognerà fare la quarantena al rientro ma poco male, inoltre le cose cambiano veramente in maniera repentina.
Buona serata a tutti,

Andrea
Ospite
Andrea

Ciao Fabio
Hai per caso fatto scalo in Turchia?

Fabio
Ospite
Fabio

si, anche.
Io ho fatto Bologna-Vienna, Vienna-Istanbul e Istanbul-Bodrum

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Buongiorno, io ho comprato un biglietto aereo per il 29 agosto verso la turchia, partirei da Bologna, ma non ho capito se è possibile prendere il volo dall’italia verso turchia o se bisogna passare attraverso un altro paese.
Sono consapevole che al ritorno bisogna andare in affidamento fiduciario per 14 giorni, ma non mi è chiaro se posso partire dall’italia.

Grazie

Orietta
Ospite
Orietta

Buongiorno , mio figlio parte domani da Venezia. Va ad Isparta per lavoro. Quindi si , ci sono i voli diretti dall’Italia

Marco
Ospite
Marco

Buonasera
Mi recherò in Turchia la prima settimana di settembre .
Vorrei sapere se l’entrata a scopo turistico è attualmente permessa come confermato dal Consolato o dobbiamo attenerci a quanto riportato dal Dpcm ?
Al rientro mi potete dire come ci si dovrebbe comportare con la quarantena fiduciaria?
Grazie

Dario
Ospite
Dario

Buonasera, ho soltanto domande
1 se il soggiorno in turchia e’ inferiore a 120 ore, si ha comunque obbligo di quarantena?
2 se al rientro decido di fare il tampone e non ho contratto il virus, la quarantena non e’ piu obbligatoria (per quale motivo dovrebbe?!?)

Angie
Ospite
Angie

Buonasera e grazie mille per quest’articolo!
Dovrei partire per la Turchia la prossima settimana, ma non si capisce nulla dato che, come avete precisato anche nel vostro articolo, a livello teorico ci sono delle regole, ma a livello pratico molte persone partono senza nessun controllo… Dato che il mio viaggio sarà per ricongiungimento con il mio compagno (considerato come turismo dal governo italiano), rischio di incorrere in un qualche tipo di sanzione una volta tornata in Italia o è sufficiente dichiarare il mio rientro all’asl e fare la quarantena dei 14 giorni? Avete informazioni o testimonianze a riguardo? Grazie mille in anticipo

Irene
Ospite
Irene

Anch’io mi trovo nella stessa situazione di Angie. Questo fine settimana dovrei partire per raggiungere mio compagno e ho paura che essendo il viaggio per turismo mi facciano problemi all’arrivo in Turchia. Posso stare tranquilla? Aiuto!!

Marco
Ospite
Marco

Ciao Irene
Io dovrei partire il prossimo week end da Milano e vorrei sapere se hai avuto problemi all’imbarco in Italia o all’arrivo in Turchia ?
Se qualcuno ha aggiornamenti più recenti per favore condivida che le informazioni tra teoria e pratica differiscono ..
Grazie e complimenti vivissimi per il sito

Angie
Ospite
Angie

Ciao Marco, io mi trovo attualmente in Turchia (sono partita qualche giorno fa) e non ho avuto assolutamente nessun problema né alla partenza dall’Italia, né all’arrivo in Turchia! Ti chiedono solo di firmare un foglio in cui attesti che non sei positivo al covid o che non mostri sintomi. Il mio passaporto in Italia è stato controllato dalla polizia di frontiera e non mi hanno chiesto nulla riguardo i motivi del viaggio, quindi puoi partire tranquillamente! (:

Irene
Ospite
Irene

Ciao, io sono partita da Roma e non ho avuto nessun problema ne a partire ne all’arrivo.

Marco
Ospite
Marco

Grazie mille a entrambe
Buona continuazione 🙂

Gianluca
Ospite
Gianluca

Ora sei in quarantena?

Irene
Ospite
Irene

No, sono rientrata in Spagna, dove vivo, e qui non è prevista la quarantena. Non ho idea riguardo al ritorno in Italia.

Marco
Ospite
Marco

Molto molto utile bravi