Covid-19: La situazione aggiornata a Istanbul ed in Turchia

Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2021

 

Se siete arrivati sul nostro sito cercando informazioni sul Covid in Turchia, non fermatevi solo alla lettura di questo articolo, siamo la guida online su Istanbul e Cappadocia più visitata da 10 anni a questa parte, potete sfruttare tutte le informazioni che abbiamo condiviso e contattarci per qualsiasi necessità.

 

Il Covid-19 in Turchia e la crisi del turismo

Anche la Turchia è stata ovviamente toccata dal Covid-19. Ovviamente il settore del turismo è quello che in una situazione di questo tipo ne risente di più, i tempi della ripresa saranno molto più dilatati rispetto ad altri settori. Noi qui in Turchia siamo abituati ai periodi di crisi, nel 2016 e 2017 abbiamo avuto ben due anni di arresto quasi totale del flusso turistico a causa dei vari attentati e delle turbolenze politiche che avevano toccato il Paese, quindi siamo piuttosto abituati a far fronte a situazioni come queste. Possiamo dire di avere dei buoni anticorpi per rimanere in tema.

Le crisi prima o poi passano, bisogna solo avere pazienza, nel 2019 infatti dopo alcuni anni difficili abbiamo battuto tutti i record di presenze. Il turismo quindi ricomincerà, anche se non subito. Nel frattempo per chi non riesce a frenare la voglia di viaggiare è giusto informarsi bene, per capire quando e soprattutto come si potrà ricominciare a farlo.

*ATTENZIONE* IMPORTANTI AGGIORNAMENTI SETTEMBRE 2021:

Ingresso in Turchia dall’Italia

Ci sono voli giornalieri che collegano l’Italia e la Turchia, ma non da tutte le città (Turkish Airlines vola per adesso da Milano, Roma, Bologna e Venezia, i voli da Napoli, Bari e Catania riprenderanno in seguito).

Un cittadino italiano per adesso a livello teorico può entrare in Turchia solo per motivi di lavoro, di salute o familiari. A livello pratico può entrare in Turchia anche per motivi turistici perchè i suddetti motivi possono essere difficilmente verificati. In ogni caso il decreto legge ancora in vigore vieta i viaggi per turismo al di fuori della Comunità Europea fino alla fine di ottobre 2021.

Per i motivi concessi, a partire dall’1 giugno 2021 si può entrare in Turchia dall’Italia mostrando il certificato di vaccinazione effettuato almeno 14 giorni prima della partenza, oppure mostrando certificato di avvenuta guarigione dal Covid nei 6 mesi precedenti. Il green pass viene riconosciuto dalla Turchia. Chi non è vaccinato può comunque entrare in Turchia effettuando un test molecolare PCR nelle 72 ore prima della partenza oppure un test antigenico rapido nelle 48 ore prima della partenza (i bambini con meno di 6 anni sono esentati dal tampone).

Le autorità turche a partire da gennaio 2021 hanno introdotto l’obbligo di acquisire un codice di tracciamento chiamato HES Code per potere effettuare una serie di attività, come ad esempio salire sui mezzi pubblici, effettuare dei voli interni, entrare in centri commerciali ed in bar o ristoranti.

– Dal 15 marzo 2021 l’ottenimento del codice è diventato obbligatorio anche per gli stranieri che arrivano in Turchia, è necessario quindi per tutti i turisti compilare questo form nelle ultime 72 ore prima della partenza.

Per salire sui mezzi pubblici ad Istanbul c’è una complicazione in più, bisogna collegare il codice HES con la IstanbulKart (la carta dei mezzi pubblici), per farlo bisogna andare su questo sito e compilare il form (in alto a destra potete usare la versione in inglese).

Ingresso in Italia dalla Turchia

Per il momento (con ultimo aggiornamento della Farnesina in seguito all’Ordinanza del 28 agosto 2021) qualsiasi persona arrivi dalla Turchia (salvo eccezioni indicate qui) ed entri in Italia deve sottoporsi a tampone molecolare o antigenico rapido nelle 72 ore precedenti all’ingresso ed inoltre dovrà osservare un periodo di quarantena fiduciaria della durata di 10 giorni, con obbligo di ripetere il tampone allo scadere dei 10 giorni. Al momento non si sa se la misura verrà ulteriormente estesa oppure se e quando verrà revocata.

La disposizione vale stranamente anche per chi è già vaccinato e per chi è in possesso di green pass, quindi fino a diversa comunicazione anche chi è già vaccinato dovrà fare il tampone prima di tornare in Italia ed osservare la quarantena. Alcuni Stati europei fra cui la Francia, la Spagna e la Germania hanno già rimosso tale obbligo, l’Italia non lo ha ancora fatto e pare che non si voglia adeguare.

La cosa ci pare francamente assurda, non si capisce per quale motivo se un italiano già vaccinato torna in Italia dalla Francia può entrare tranquillamente, mentre se lo stesso italiano vaccinato torna in Italia dalla Turchia deve sottoporsi a tampone e quarantena. Inoltre non si capisce perchè la Turchia sia ancora inserita nell’elenco E mentre Paesi come Arabia Saudita, Azerbaijan, Armenia e Libano siano nell’elenco D (al rientro da questi Paesi non bisogna fare quarantena).

Abbiamo comunque avuto notizia da amici e conoscenti che al rientro in Italia dalla Turchia hanno mostrato il loro certificato di vaccinazione e la polizia di frontiera italiana li ha fatti entrare senza problemi senza chiedere il tampone. Noi quindi consigliamo di provare a fare la stessa cosa, magari facendo un tampone rapido lo stesso per precauzione, ma mostrando il certificato di vaccinazione per poter evitare perlomeno la quarantena se sarà accettato. Riteniamo comunque che questo sia un vulnus normativo inaccettabile da parte delle autorità italiane e speriamo che la situazione venga sistemata al più presto.

Per piacere per noi è molto utile che condividiate le vostre esperienze di viaggio nei commenti qui sotto.

Raccomandazioni per la ripartenza del turismo

Sul sito dell’aeroporto di Istanbul vengono elencate alcune raccomandazioni, fra le quali la necessità di comunicare alla compagnia aerea l’indirizzo presso il quale si alloggerà ed il vivo consiglio di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio.

Ripetiamo comunque che attualmente ci troviamo in una fase di incertezza e le condizioni possono cambiare di settimana in settimana. Molto probabilmente la situazione si normalizzerà gradualmente a partire dall’autunno 2021. In ogni caso la situazione sanitaria è in miglioramento sia in Italia che in Turchia, le vaccinazione proseguono spedite, le riaperture dei locali sono totali ed i coprifuoco finalmente sono stati  rimossi.

Maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina del Consolato italiano di Istanbul.

Speriamo che tutto continui a migliorare e si possa tornare finalmente a viaggiare in serenità.

Vota se ti è piaciuto
[Total: 5 Average: 5]

402
Lascia un commento

avatar
163 Comment threads
239 Thread replies
189 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
176 Comment authors
PaolaIgorRaffaeleFrancescaNICOLA Recent comment authors
Paola
Ospite
Paola

Buonasera a tutti
dovrei partire il prossimo 21 settembre per un intervento in una clinica a Istanbul (quindi per motivi di salute, ho ricevuto anche dichiarazione dalla clinica in tal senso).
Sia io che il mio compagno abbiamo il green pass (avendo completato il ciclo vaccinale a fine luglio) e prima del rientro è già previsto che faremo il tampone in clinica, mi chiedevo se qualcuno ha avuto esperienza in merito alla segnalazione all’ATS da effettuare al rientro (che, come indicato nell’articolo, mi sembra un po’ assurda per chi è stato vaccinato e presenterà esito di tampone negativo al rientro).
Volevo capire se compilando il dPLF potrebbe scattare “automaticamente” una qualche segnalazione all’ATS oppure è difficile che i data base e le varie autorità si coordino in tal senso.
Grazie

Igor
Ospite
Igor

Buongiorno,dovrei recarmi in Turchia con un last minute per un esigenza incombente,una cosa non è chiara sul sito del ministero ossia : per chi ha ricevuto la prima dose e possiede il green pass dopo i 14 giorni canonici può recarsi in Turchia ?Se dovessi prendere alla lettera il testo del ministero parrebbe di si.Qualcuno ha testimonianze in merito?Grazie

Francesca
Ospite
Francesca

Ciao ragazzi,
a quanti di voi è stata effettivamente richiesta la quarantena al rientro in Italia avendo il green pass?
Hanno prorogato queste regole fino a fine ottobre e sinceramente non se ne può più!!!

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao a tutti!
Sono partito questa mattina per la turchia quindi vi scrivo la mia esperienza di partenza
A Malpensa nessuno chiede i motivi del viaggio, lo posso confermare perché la polizia mi ha controllato a campione passaporto e biglietto prima dei controlli e non mi han chiesto perché andassi in Turchia.
Aggiungo anche che per il check-in servono green pass e HES code con anche i dettagli, solo il QR code non basta.
Arrivato a Sabina gokcen nessuno mi ha chiesto assolutamente nulla.
Quindi se volete andare per turismo, Andate in Turchia sereni!! 🙂

Federica
Ospite
Federica

Ciao a tutti! Io e mio marito desideriamo da tanto tempo fare un viaggio in Turchia. Abbiamo aspettato pazientemente tutta l’estate sperando in un cambiamento delle regole da parte del governo italiano (sul fatto che si potesse finalmente viaggiare per turismo in Turchia) ma ieri il governo ha deciso di prolungare la normativa addirittura fino a fine ottobre. Noi a dirla tutta ci siamo stufati e da bravi viaggiatori incalliti abbiamo deciso di partire per la Turchia per 2 settimane di viaggio verso fine della settimana prossima. Se ci chiederanno a Malpensa il motivo del viaggio diremo che dobbiamo tenere un seminario sulla yoga (siamo entrambi yoga teacher) o mi inventerò qualcosa relativo al mio lavoro principale (interprete/traduttrice freelance) in modo da svignarcela senza grossi problemi (spero). Ma da quanto leggo qui sulle esperienze di viaggio di altri viaggiatori sembra non chiedano granchè a Malpensa. Condividerò la nostra esperienza qui con voi, in modo che possa essere utile ad altri viaggiatori. Ci tenevo anche a segnalare che ho parlato già 2 volte al telefono con l’ambasciata turca a Roma e a Milano e mi hanno detto di andare senza farmi troppi problemi in Turchia (ho specificato che andrei per viaggiare/turismo)… Leggi il resto »

Leonardo
Ospite
Leonardo

Buongiorno, vorrei chiedere un’informazione che non riesco a trovare da nessuna parte su internet.
I cittadini turchi possono viaggiare in Unione Europea per TURISMO?
Un’amica turca vuole venire in Italia ma non riusciamo a capire se lei possa richiedere un visto turistico; sembra che i viaggi per turismo siano bloccati, ma non trovo riscontro di questa regola da nessuna parte.
Grazie

Rossana Bonvini
Ospite
Rossana Bonvini

Ciao.Sapete se per i voli nazionali in Turchia (mi sposterò da Istanbul a Sanliurfa), è necessario un tampone?
Grazie
Rossana

Francesco
Ospite
Francesco

Ciao a tutti,
Spero di essere utile.
Partito da Malpensa la Turkish chiede Green Pass o tampone o HES. La polizia di frontiera ha solo controllato corrispondenza tra boarding pass e documento senza alcuna domanda sui motivi di viaggio.
Al ritorno ho telefonato alla Turkish e sono andato in uno dei loro sportelli all’aeroporto di Istanbul dove mi han detto che sarei stato ammesso a bordo con vaccinazione e senza tampone obbligatorio. E così è stato.
In Italia: avevo compilato il PLF online ma a Malpensa la polizia di frontiera non ha i lettori. Cosi ho compilato il modulo a mano scrivendo che non avevo fatto tampone ma in possesso di green pass vaccinazione. Tutto liscio e nessuna richiesta di quarantena fiduciaria o di tampone. Da specificare che essendo stato in Turchia per 118h(<120h) può rientrare come motivi di lavoro (ho effettivamente avuto un business meeting piuttosto importante). La polizia ha letto il nome sul form, messo il foglio da parte e lasciatomi andare senza domande.

Incontrati molti italiani in vacanza laggiu con i medesimi dubbi; nessuno avrebbe fatto il tampone per tornare in Italia dopo conversazioni con la Turkish e a nessuno in partenza erano stati chiesti i motivi di viaggio.

Michele
Ospite
Michele

Salve! Vorrei sapere dove posso fare tampone antigenico rapido, per ripartire da Istanbul, proseguire il mio viaggio, in un altro paese non Italia?

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Teoricamente tutti gli aeroporti hanno delle aree in cui effettuano test sia rapidi che ‘normali’
Guarda sul sito dell’aeroporto che ti interessa

leo
Ospite
leo

sono rientrato ieri in Italia ( 24-8-2021) da Istanbul e per fare il check in, Turkish Airlines chiede PCR !
invece in Italia mi hanno chiesto il PLF compilato
spero di poter aiutare ai viaggiatori
saluti

Michele
Ospite
Michele

Ciao. Posso sapere se hai fatto PCR dove?

Leo
Ospite
Leo

Tutti gli hotel offrono il servicio di Covid test

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao,

ma di preciso in quale momento va fatto il PLF?
sto leggendo in giro ma non mi è molto chiara come cosa

Frank
Ospite
Frank

Ciao Sebastiano, a Malpena il PLF digitale non è accettato per chè non hanno strumentazione per la lettura. Ti verrà dato un form cartaceo a bordo da compilare.

Francesco

Leo
Ospite
Leo

Nel mio caso l’ ho fatto dopo di aver fatto il check in online perché oltre tutti i tuoi dati chiedono anxhe número del posto a sedere nell’aereo

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Grazie a entrambi per le risposte!
Per sicurezza farò anche quello online una volta fatto il check-in per il ritorno 🙂

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Buongiorno a tutti

ho letto sui vecchi messaggi, che molti che sono andati in turchia nei giorni scorsi….io andrò il 31 (ufficiosamente per turismo XD). Com’è stato il viaggio e come si sta in turchia in questi giorni?
Com’è l’italia a livello di controlli di motivazioni del viaggio?
Ma soprattutto, finiti i 10 giorni di quarantena fiduciaria, il tampone da fare va presentato a qualcuno o basta farlo e tanti saluti?

@CAN: in questi periodi organizzate dei tour per pamukkale e capadoccia? sarei molto interessato 🙂

grazie a tutti!

Rim
Ospite
Rim

Buongiorno,io devo partire in turkia dal 30/08/2021 fino al 06/09/2021,parto da malpensa,vado come una turista per una settimana.mi chiedono il motivo?non mi fanno passare?sono vaccinata da gennaio perchè sono un infermiera,ho il green pass.mi chiedono ancora un tampone?
grazie a chi mi risponde

Daniela
Ospite
Daniela

Ciao, anch’io dovrei partire per turismo il 20 settembre ma non mi è molto chiara la situazione.
Sono vaccinata ma devo fare cmq tampone?
Inoltre se non ho capito male rischio di non passare alla frontiera o meglio di dover fare quarantena di 10 gg?? Potete aiutarmi per favore?