Istanbul è una città davvero immensa. Ma al di là del numero di abitanti è proprio l’estensione geografica ad impressionare: da ovest a est, da un capo all’altro, la distanza risulta essere superiore ai 100 km. Sono cifre che spaventerebbero chiunque.

Cominciamo quindi con l’eliminare questo timore iniziale dalla mente del turista medio che si approccia a visitare Istanbul per la prima volta. Trattasi di timore infondato. L’equazione città popolosa uguale città disordinata, disorganizzata e pericolosa, non trova nessun riscontro. (Leggi il nostro articolo Istanbul non è pericolosa).

Istanbul come Roma sorge su 7 colli ed è tagliata in due dal Bosforo. Il Corno d’Oro è un’altra lingua di mare che suddivide ulteriormente la penisola storica dalla zona cosiddetta “moderna”. La città è suddivisa in 27 quartieri, una definizione italiana che deve fare i conti con le ridotte dimensioni delle città italiane e che quindi non rende l’idea. Questi quartieri sono in realtà dei distretti, ognuno con una sua amministrazione locale peraltro molto efficiente.

Il centro di Istanbul

Si fa molta fatica in realtà ad identificare il vero centro di Istanbul, c’è chi ritiene sia la penisola storica di Sultanahmet (ossia la vecchia Costantinopoli), c’è chi invece ritiene sia Piazza Taksim, complice lo sviluppo moderno della città.

La verità è che Istanbul non è una città con un suo centro, Istanbul è tante città con svariati centri.

Su ScoprireIstanbul parliamo in maniera approfondita dei distretti che riteniamo imprescindibili per una visita consapevole ed intelligente della città. Qui ad esempio trovate un itinerario di 5 giorni che abbiamo proposto per il periodo pasquale e che si snoda attraverso tutti questi quartieri: Pasqua 2018 ad Istanbul

Purtroppo il turista medio, per comodità e per mancanza di informazioni reali, viene indirizzato dall’industria del turismo solo nel cosiddetto “centro storico”, in cui passa il 95% del suo tempo, costruendosi di conseguenza un’immagine errata della città.

Noi vorremmo evitare tutto questo, e se siete interessati davvero a visitare Istanbul, il consiglio è quello di continuare a leggere i nostri articoli!

Come detto non bisogna farsi spaventare dalle dimensioni, in realtà i punti di interesse sono tutti relativamente vicini ed i mezzi pubblici ad Istanbul sono piuttosto efficienti. Non abbiate paura di utilizzare tram, bus e metro, vi permetteranno di muovervi velocemente fra le varie zone (vi consigliamo di consultare la nostra guida completa ai mezzi di trasporto).

Eravamo rimasti alla suddivisione in quartieri di Istanbul. Passiamo quindi alla pratica, ecco un’altra cartina in cui sono evidenziate le zone centrali di Istanbul.

Come detto, la stragrande maggioranza dei turisti, soggiorna e visita soltanto Sultanahmet, quartiere in cui si trovano i monumenti principali e che da “centro storico” si è trasformato in centro turistico, con tutti i lati negativi che questa definizione può portare con sè. Certamente la quantità di hotel è elevata e ci sono tante opzioni convenienti dal punto di vista economico, ma la qualità dei ristoranti è più bassa, il contorno di gente è formato da un 50% di turisti e da un 50% di popolazione locale che vive in funzione di essi, la vita notturna è del tutto assente.

Beyoğlu, al contrario, conservando comunque un’enorme rilevanza storica, è anche il centro vitale e pulsante della città moderna. Nella direttrice che da Taksim conduce alla Torre di Galata passando per Istiklal, troverete lo spirito cosmopolita di Istanbul.

Attraversando il ponte di Galata, rigorosamente a piedi, ammirerete lo spettacolo meraviglioso che offrono il Corno d’oro ed il Bosforo, e potrete visitare agevolmente il quartiere di Eminönü, la zona dei Bazar e dei vicoli intricati nei quali è facile perdersi, in cui peraltro si trovano alcune fra le più belle moschee della città.

Fatih è il quartiere che si trova fra Sultanahmet e le mura Teodosiane. Lì la storia sembra davvero essersi fermata, ve ne renderete conto scalando le ripide strade di Fener e Balat, ricche di case ottomane coloratissime, di panni stesi e di bambini che giocano a pallone. Se volete degustare un vero Kebap, è d’obbligo una serata nella zona di Aksaray, potendo scegliere fra un centinaio di ottimi ristoranti tipici ed etnici.

Gli altri quartieri, più lontani dalle classiche rotte turistiche, ma non meno importanti, meritano tutti di essere visitati.

La moschea di Eyüp e il panorama romantico di Pierre Loti, Levent e Maslak i quartieri modernissimi dello shopping e dei grattacieli, Beşiktaş quartiere residenziale fra i più “veri” compreso fra la magniloquenza di palazzo Dolmabahçe e la poesia di Ortaköy, Üsküdar e Kadıköy le zone più importanti della Istanbul asiatica che sorprenderanno positivamente il turista più attento.

Vota se ti è stato utile

Le zone di Istanbul Overall rating: ★★★★★ 4.8 based on 112 reviews
5 1

Lascia un commento

67 Commenti su "Le zone di Istanbul"

avatar
PATRIZIA
Ospite

CIAO NOI SIAMO UNA FAMIGLIA DI 5 PERSONE E SAREMO DAL 25 AL 30 APRILE VOI CI SIETE?

Gaia
Ospite

Salve, complimenti per le indicazioni! Mi hanno rassicurata molto 🙂 sapete consigliarmi una guida Italiana ad Istanbul? sarò lì per poco più di 24 ore e vorrei visitare la città nel miglior modo ma sola ho paura di non riuscirmi ad orientarmi bene e di perdere del tempo prezioso! se avete dei consigli ve ne sarei grata grazie

francesca
Ospite

Salve, complimenti per il sito che ho trovato molto utile per organizzare il mio viaggio .
Saremo a Istanbul dal 15/2 al 19/2.
Volevo chiedere la disponibilità per una guida della città e il vostro onorario
Siamo in due e alloggeremo al Dilayat Kalfa Hotel in zona Sultanahmet.
Grazie

Maurizio
Ospite

Buonasera, martedi prossimo 05/12/2017 sarò a Istanbul fino al’08/12, sapete indicarmi locali tipici e magari consigli di cosa comprare e cosa evitare fare ??? per caso c’è qualche manifestazione feste o simile in questo periodo ???
Grazie Mille

Antonietta
Ospite

Salve volevo venire con il mio ragazzo dal 12 al 19 agosto 2017 in questa meravigliosa metropoli.. ho bisogno di consigli preventivi e tutto ciò che riuscite a darmi 🙂 attendo con ansia

Giulia
Ospite

Saremo anche noi ad Istanbul per quelle date 😀

gianfranco
Ospite

Salve vorrei porre una domanda
saremo a Istanbul dal 27 Luglio al 3 Agosto, vorrei acquistare i biglietti per gli ingressi ai vari musei che vorremmo visitare, ho controllato sul sito Muze.org e li si possono acquistare online…. vorrei sapere se mi consigliate di acquistarli adesso o direttamente sul posto e se. nel caso, vengono spediti via mail.
grazie

Desiree
Ospite

Salve ragazzi,
ho prenotato il volo per istanbul… ma sono ancora indecisa per la zona giusta dove alloggiare, posso avere qualche consiglio per il quartiere?? non monto lontano dai monumenti.
Grazie in anticipo