Complice la crisi degli ultimi anni sono sempre di più gli italiani, giovani e non solo, che decidono di trasferirsi all’estero. Il fenomeno è ormai talmente esteso che il Censis nel 2013 ha deciso di dedicargli un intero capitolo all’interno dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, per “capire quali sono le motivazioni, i progetti di vita, le aspettative e le sfide di chi ha fatto una scelta così importante”.

Anche io sono un italiano all’estero, e da quando il nostro blog è diventato punto di riferimento in Italia non solo per i turisti, ma anche per la comunità italiana di Istanbul, sono arrivate centinaia di mail e di commenti di ragazzi che chiedevano informazioni sulle possibilità di trasferimento ad Istanbul.

Per esperienze personali ho ben chiaro quali possano essere i problemi e le difficoltà da affrontare per stabilirsi in Turchia, trovare lavoro, imparare la lingua turca, scontrarsi con le mille incombenze burocratiche.

Credo quindi sia necessario a questo punto dare qualche informazione di base al riguardo. Le informazioni che troverete sono chiaramente filtrate dalla mia esperienza, ed a parte quelle di ordine pratico si tratta di opinioni soggettive. Ogni situazione è comunque diversa dalle altre, è per questo che il confronto diventa importante. Lasciamo quindi aperti i commenti, sperando che gli italiani che vivono in Turchia vogliano cogliere l’occasione di questo spazio per parlarci delle loro esperienze e magari dei loro consigli.

PERCHE’ VIVERE IN TURCHIA?

La Turchia negli ultimi dieci anni ha visto una decisa crescita degli indicatori economici, nell’immaginario collettivo è passata rapidamente da Paese arretrato a Paese moderno, dinamico e ricco di opportunità. La vitalità di Istanbul di solito colpisce il turista e quindi contribuisce ad irrobustire questa immagine, soprattutto nei giovani che la paragonano alla decadenza ed all’inerzia dell’Italia.

Le dinamiche economiche e politiche però non sono per nulla stabili, storicamente nei Paesi in via di Sviluppo si alternano periodi di grande crescita ed improvvise crisi. L’imponente crescita economica turca degli ultimi anni si è basata soprattutto sull’afflusso di capitali provenienti dall’estero e sul settore edilizio. Un periodo di crisi era già alle porte a causa dello stop del flusso di capitali esteri, e nell’ultimo periodo la crisi finanziaria si è acuita a causa della crisi di carattere politico che sta coinvolgendo il governo.

Ovviamente noi non siamo qui per fare analisi di questo tipo, ma il consiglio è quello di informarsi bene sulle dinamiche politiche ed economiche di un Paese nel quale si è deciso di trasferirsi. Alcune fonti da consultare: East Journal, Osservatorio Balcani e Caucaso, Al Monitor, Hürriyet Daily News, Today’s Zaman.

PERCHE’ ISTANBUL?

Istanbul è una città stupenda, piena di vita, giovane. Il suo fascino è innegabile, a chi la frequenta ad intervalli e per pochi giorni spesso appare come una città molto accogliente. In realtà Istanbul non accoglie, rapisce. E’ bene quindi fare i conti il prima possibile con la Sindrome di Stoccolma. Non idealizzate, analizzate.

VI TRASFERITE PER LAVORO O PER CERCARE UN LAVORO?

Una differenza che può apparire sottile segna in realtà uno dei punti più importanti da considerare.

Se lavorate per un’azienda italiana o europea che vi manda in missione ad Istanbul ciò significa solitamente che avrete una condizione privilegiata, un buono stipendio in euro, ed altri benefit che vi permetteranno di avere un buon tenore di vita in Turchia. In questo caso non dovrete interrogarvi troppo sull’accettare la proposta oppure no. Accettatela subito. Vivrete in una città effervescente e ricca di stimoli. Sarà sicuramente un’esperienza molto positiva.

Se invece vi trasferite senza avere un lavoro ma con la speranza di trovarlo le cose cambiano decisamente. In questo caso il motivo che vi ha portato a Istanbul è sicuramente uno di questi due: vi siete innamorati della città oppure vi siete innamorati di un abitante della città. L’amore è il più bello dei sentimenti ma si sa, offusca la vista.

Spesso chi arriva a Istanbul in cerca di lavoro non conosce il turco, questo rappresenta chiaramente un notevole handicap, che riduce di gran lunga i potenziali settori in cui effettuare la ricerca. Va anche detto in ogni caso che per trovare un lavoro in cui sia necessaria la conoscenza del turco non basterebbe un livello basico, quindi un corso di qualche mese pur essendo consigliato non è di certo risolutivo.

Trovare un lavoro nell’ambito del proprio campo di studi è ormai difficile in Italia. In Turchia non è più facile. Molte professioni sono “protette”, nel senso che non sono aperte agli stranieri. Avvocati, medici, infermieri, odontoiatri, veterinari e guide turistiche ad esempio per esercitare devono avere la cittadinanza turca.

Per la maggior parte dei restanti lavori le società turche privilegeranno quasi sempre un cittadino turco, dato che è compito del datore di lavoro farsi carico delle pesanti pratiche burocratiche e delle spese per ottenere il permesso di lavoro di uno straniero.

Alla luce di tutto ciò, i settori in cui è più facile trovare lavoro sono quelli in cui la conoscenza dell’italiano o il fatto di essere italiani rappresentano dei requisiti fondamentali.

Il settore dell’insegnamento dell’italiano ad esempio è stato storicamente il settore di riferimento per gli italiani a Istanbul, è sempre stato relativamente facile trovare lavoro come professori sia in istituti privati che dando ripetizioni, anche se adesso il mercato sembra ormai piuttosto saturo.

Ci sono parecchie aziende italiane che operano in Turchia, direttamente o indirettamente, e molte aziende turche che operano in Italia, quindi è possibile trovare impiego nell’ambito dell’import-export.

Analizzando la recente immigrazione sembra che il profilo di architetto sia quello che possa dare maggiori opportunità di trovare un lavoro, il boom edilizio prosegue per adesso senza soste e gli architetti italiani sia d’interni che di esterni sono apprezzati. Segue poi il settore della ristorazione, quindi cuochi, chef, pizzaioli, che possono proporsi alle migliaia di nuove attività che continuano ad aprire in città. Anche il settore legato al mondo dell’arte è molto vivo, tanti artisti italiani trovano ispirazione a Istanbul e possono poi giovarsi del grande fermento nel settore artistico, con centinaia di gallerie d’arte piccole e grandi.

In linea generale bisogna poi far notare che il mondo del lavoro in Turchia è assai diverso da quello italiano. I ritmi di lavoro sono molto alti, per i neo assunti, nei primi due o tre anni, è normale lavorare 10 ore al giorno, a volte anche la domenica. Le vacanze in pratica non esistono, nel settore privato al massimo 10 giorni all’anno.

Il costo della vita a Istanbul non è alto se paragonato a quello delle grandi città italiane, ma non sono alti neanche i salari medi. Un salario medio si attesta sulle 2200 lire al mese, fino all’anno scorso si trattava di circa 900 euro, ma con la grande svalutazione avvenuta negli ultimi sei mesi sono circa 700 euro al mese. Fatevi quindi i vostri conti, controllate il tasso di cambio, e sappiate che sarà sempre meglio avere uno stipendio in euro.

Discorso a parte meritano i cosiddetti lavori non qualificati. In città come Londra o Berlino è assai comune per molti giovani italiani lavorare come camerieri o baristi, certamente il reddito non è elevato ma è una cosa che si può fare. Istanbul non è né Londra né Berlino. Per lavori di questo tipo è normale lavorare 12 ore al giorno, con un salario che non supera le 1200 lire al mese (meno di 400 euro), inoltre anche accettando tali condizioni nessun datore di lavoro assumerebbe per dei mestieri del genere uno straniero (che non parla neanche il turco) quando ci sono milioni di ragazzi turchi disponibili.

Aprire un’attività in proprio, come in ogni parte del mondo, potrebbe rivelarsi l’opzione più redditizia, ma oltre allo spirito imprenditoriale e quindi ad una buona dose di coraggio, bisogna fare i conti con la burocrazia turca, che ha poco da invidiare a quella italiana. Il problema della lingua in questo caso potrebbe portare anche ad errori difficili da riparare, quindi è essenziale qualora vogliate costituire una società, affidarvi ad avvocati esperti che possibilmente parlino italiano. Se volete consigli al riguardo potete contattarci.

PERMESSO DI LAVORO

Come abbiamo già accennato, le pratiche per l’ottenimento del permesso di lavoro devono essere adempiute in larga parte dal datore di lavoro. Oltre ad essere un processo complesso e dispendioso, l’esito rimane sempre incerto, dato che a volte il permesso di lavoro viene negato per vari motivi anche ai manager di grandi aziende. Trovare un lavoro quindi non significa automaticamente poter lavorare.

Spesso la questione può risultare parecchio frustrante, dato che per avere un permesso di lavoro serve un contratto di lavoro specifico, ma spesso il datore di lavoro richiede il permesso di lavoro come requisito all’assunzione. In pratica un cane che si morde la coda.

Il permesso di lavoro viene inoltre rilasciato per il singolo contratto, e decade quando il contratto termina. Per passare da un lavoro ad un altro quindi bisogna avviare una nuova pratica.

In molti settori ci sono dei limiti all’assunzione di personale straniero, ad esempio nel campo che ci riguarda, quello delle agenzie turistiche, la percentuale di lavoratori stranieri non può superare il 10% del totale, limitando quindi di gran lunga le possibilità di assunzione.

Anche se si apre un’attività in proprio l’ottenimento del permesso del lavoro non è automatico, anzi. Per ottenerlo la società deve avere almeno 5 dipendenti e deve avere un giro di affari rilevante per l’economia turca.

Avrete quindi capito che trovare lavoro in Turchia non è per niente facile, ma se siete davvero molto motivati, vale la pena tentare.

Per le offerte di lavoro vi consigliamo di monitorare questi siti: Yenibiris.com, Kariyer.net, Secretcv.com, Craiglist.com.tr

PERMESSO DI SOGGIORNO

Senza un permesso di residenza (Ikamet) è possibile restare in Turchia per un massimo di 90 giorni su 180 giorni. E’ fondamentale quindi regolarizzare la propria situazione in modo da poter rimanere sul suolo Turco senza incorrere in sanzioni.

Ottenere un permesso di residenza è teoricamente facile, la procedura da seguire viene spiegata in questo link. A partire da Aprile 2014 cambierà nuovamente la legge e sarà possibile prendere e rinnovare il permesso solo base annuale. La prima richiesta dovrà essere effettuata dall’Italia e chi ottiene un permesso di lavoro sarà esentato dal richiedere anche quello di residenza.

Per informazioni più dettagliate sulla procedura da seguire per ottenere il permesso di lavoro e quello di soggiorno vi consigliamo di consultare questo blog di una nostra amica: Vivistanbul.com. Ricordate comunque che da aprile la procedura cambierà e quindi dovrete informarvi bene sul nuovo iter da seguire.

Molti stranieri di fatto lavorano in Turchia con il solo permesso di soggiorno, quindi in nero, senza contratto, sappiate ovviamente che è illegale e di conseguenza rischioso.

CERCARE CASA

Istanbul è una città di 16 milioni di abitanti, con un estensione di quasi 100 km da ovest a est. Di conseguenza il suo problema più grande è il traffico. La scelta della zona in cui vivere diventa quindi in assoluto la scelta più importante da fare, una scelta che dovrà essere necessariamente strategica e che condizionerà l’esperienza di vita in città. Istanbul può essere una città molto piacevole se si ha la possibilità di recarsi al lavoro a piedi o al massimo col traghetto, ma può diventare totalmente invivibile se bisogna scontrarsi con le code interminabili che coinvolgono gli autobus negli orari di punta.

Se il vostro luogo di lavoro si trova in zone periferiche della città, cercate casa nelle vicinanze, anche se questo comporta una certa distanza dal Bosforo e dalle bellezze di Istanbul. Se invece lavorate in zone più centrali, valutate bene gli spostamenti che dovrete sostenere, ci sono zone abbastanza centrali in cui gli affitti si mantengono ancora piuttosto bassi.

In generale le zone che ci sentiamo di consigliare, e che peraltro sono le zone di solito preferite dagli italiani, sono: Cihangir, Çukurcuma, Beşiktaş, Kurtuluş e Kadıköy. In queste zone è ancora possibile trovare una stanza in affitto per 500/600 lire al mese. Piccoli appartamenti si possono trovare sulle 1000 lire al mese. Se non avete problemi economici potete pensare di stabilirvi in zone più residenziali e fuori dal caos cittadino, come ad esempio Ulus o Kemerburgaz.

Questi sono alcini siti per trovare casa: Craiglist.com.tr, Sahibinden.com, Hurriyetemlak.com. Ad Istanbul ci sono migliaia di agenzie immobiliari (Emlak Bürosu) e spesso il metodo migliore è quello di trovare direttamente sul posto, anche perché le foto che si vedono su internet solitamente non rendono l’idea delle reali condizioni della casa.

State però attenti quando dovrete firmare i contratti, non firmate mai senza capire quello che state firmando, fatevi accompagnare se possibile da un amico turco. Le fregature in questo caso possono essere dietro l’angolo. Non fidatevi di persone che non conoscete.

Comprare casa è un discorso ancora più complesso rispetto all’affittare, qui i fattori da prendere in considerazione sono moltissimi, ed in questo caso è meglio farsi assistere per ogni evenienza da un buon avvocato.

IMPARARE IL TURCO

Chiaramente quando ci si trasferisce in un nuovo Paese è bene conoscerne la lingua, non solo per motivi di lavoro ma per le esigenze di tutti i giorni. In generale la conoscenza dell’inglese in Turchia è piuttosto bassa (come del resto in Italia), i giovani comunque lo parlano di solito ad un livello accettabile. Se si ha la fortuna di lavorare in un’azienda in cui si parla inglese o addirittura italiano e se avete una cerchia di amici composta da expat o da persone turche con un livello alto di istruzione, potrete anche fare a meno del turco, ma si tratta di eccezioni.

Il turco è una lingua difficile e per impararla almeno ad un discreto livello è necessario studiarla, frequentando possibilmente qualche corso. Ci sono alcune storiche scuole di lingua turca per stranieri (Dilmer, Tömer) ed altre più piccole e più recenti.

Non arrendetevi alle prime difficoltà, dopo tre-quattro mesi di studio potrete già apprezzare dei buoni risultati. Se siete alla ricerca di un lavoro, sfruttate il periodo di ricerca (che potrebbe essere lungo), per studiare.

ERASMUS

Ad Istanbul ci sono ben 8 Università pubbliche e circa 35 private. Negli ultimi anni sono sempre di più i ragazzi italiani che hanno la possibilità di effettuare un periodo di studi nelle Università turche nell’ambito del Programma Erasmus. Non solo Istanbul ma anche Izmir ed Ankara sono possibili destinazioni da prendere in considerazione.

Il consiglio è quello di provare questa esperienza senza esitazioni. Al di là della bontà dei programmi e della qualità dell’insegnamento, sulle quali ognuno ha aspettative diverse (o più spesso, purtroppo, non ne ha proprio), l’esperienza Erasmus a Istanbul non ha nessuna controindicazione, anzi avrete la possibilità di confrontarvi con diverse culture e di vivere nella città più giovane d’Europa (l’età media della popolazione di Istanbul è 23 anni, in Italia è 44 anni!).

Per la scelta della zona in cui vivere valgono le indicazioni fornite in precedenza, nel caso degli Erasmus è ancora più importante dato che alcuni campus si trovano molto distanti dal centro, quindi l’esperienza di vita a Istanbul potrebbe risultare molto influenzata da questo fattore. Per fare un esempio, studiare alla Yildiz o alla Mimar Sinan a Beşiktaş, sarà molto diverso dallo studiare al campus della Marmara a Bahçelievler. Le università hanno molti campus quindi informatevi bene in anticipo, per evitare di scoprire solo in seguito che la vostra università si trova a due ore di distanza dal centro.

Ricordatevi che anche per gli studenti Erasmus è necessario prendere il permesso di residenza.

Hayırlı olsun!

314 thoughts on “Vivere in Turchia

  1. Giuseppe

    Vivo a Istanbul da 10 mesi, e dopo 9 mesi di stage presso una ditta di packaging (tirocinio AIESEC) ho recentemente ottenuto un nuovo lavoro, 3 mesi di prova + 1 anno. Lo stipendio è buono (3.000 TL), il settore (la logistica) è interessante, specie per chi come me è cresciuto leggendo l’atlante, e anche i miei datori di lavoro si mostrano interessati… purtroppo, quando iniziamo ad aprire le pratiche per il permesso di lavoro (ho solo il permesso di soggiorno standard, che per il tirocinio AIESEC bastava), inizia lo scontro con la burocrazia turca.

    Ora, siccome io sono intenzionato a non lasciarmi sfuggire quest’opportunità, ho già iniziato ad informarmi al meglio sulle procedure che io e il mio futuro capo dobbiamo sostenere per l’assunzione (purtroppo neanche lui le conosce)… Leggendo il vostro interessante articolo, scopro che “Oltre ad essere un processo complesso e dispendioso, l’esito rimane sempre incerto, dato che a volte il permesso di lavoro viene negato per vari motivi anche ai manager di grandi aziende” (cosa dettami anche da un mio collega che parla inglese e che ha cercato di aiutarmi). Un mio amico, anch’esso italiano e anche lui a Istanbul, è riuscito a superare questo scoglio perché la sua azienda, la Roche, si è appoggiata a una certa Deloitte… purtroppo la mia azienda non è la Roche e quindi non penso possa permettersi lo stesso.

    Ci sono dei mezzi per superare questo scoglio? Leggo sul Vostro articolo che “i settori in cui è più facile trovare lavoro sono quelli in cui la conoscenza dell’italiano o il fatto di essere italiani rappresentano dei requisiti fondamentali”, e uno dei mercati target della mia azienda è proprio l’Italia. E’ possibile sfruttare quest’elemento per dimostrare la mia indispensabilità per questa posizione e quindi ottenere il permesso di lavoro senza troppi problemi?

  2. mohammed

    ciao a tutti mi sono appena trasferito a istanbu sto cercando lavoro so parlare molte lingue italiano spagnolo francese arabo e ho lavorato come idraulico per 5 anni e e in ristoranti e call center se qualcuno ha bisogno o sa dove cercano per favore contatatemi grazie perche sono nuovo e non so nulla di istanbul email zomori86@outlook.it

  3. Y.kaya

    Ciao a tutti. Sono una mandrelingua turca con ottima conoscenza dell’italiano e buona conoscenza dell’inglese, abito sul lago di garda. Potete rispondermi per un eventuale ocassione di lavoro. Grazie.

  4. Gaetano Barra

    Ciao
    Mi permetto di disturbarvi solo per chiederti se per caso conoscete un ragazzo/a che vive ad Istanbul che parli italiano, sono alla ricerca di un agente per poter approfondire/ampliare il mercato Turco.
    Sono responsabile commerciale di un azienda che produce e commercializza componenti e ricambi di elettrodomestici.
    Ringraziandovi anticipatamente vi invio i miei saluti
    Gaetano

  5. Marica

    Salve, a causa di un Master dovrò trasferirmi in Turchia, siccome devo frequentare la Okan University a Tuzla, sapete in che zona mi consigliate di abitare? e se eventualmente avete un sito dove posso trovare qualche stanza in affitto? grazie mille.

  6. Annalisa

    Buongiorno mi occorre un informazione..saremo nella citta’di Izmir per lavoro la prossima settimana e ci occorrerebbe un interprete avete qualche contatto da fornirmi??Grazie anticipatamente

  7. Davide

    Cari amici di Istanbul, ho avuto recentemente uno spiacevole incidente.
    Ho perso i miei appunti in un quaderno nero contenente tutti i miei scritti all’incirca tre mesi fa in un taxi nella vostra città.
    Non sapendo il numero del taxi dove l’ho perso, non mi è stato possibile riaverlo. E’ molto importante per me trovare il mio quaderno. Sperando che qualcuno possa aiutarmi e rispedirlo in Italia, posto questo messaggio sul vostro blog / pagina/ sito web. Potete aiutarmi anche solo condividendo questo messaggio. In ogni caso, se trovate il mio quaderno, per favore scrivetemi.

    Dear friends in Istanbul, I had an unpleasant incident recently.
    I lost my notes in a black notebook containing all installments about three months ago in a taxi in your city.
    I didn’t know the number of the taxi where I lost it, so I can’t take it back. It’s very important for me to find my book, hoping that someone can help me and send it to Italy, I post this message in your blog / page/ website. You can help me also by sharing this message. Anyway, if you find my notebook please write me.

    İstanbul’daki arkadaşlar, yakın zamanda hoş olmayan bir olay yaşadım.
    Ben senin şehirde bir taksi yaklaşık üç ay önce tüm taksit içeren siyah bir defter benim notları kaybettim. Ben onu kaybettim taksi numarasını bilmiyordum, o yüzden geri alamam. Benim kitap bulmak için Birisi bana yardımcı ve İtalya’ya göndermek umuduyla, çok önemli, ben senin blog / sayfaya / web sitesinde bu mesaj göndermek. Bu iletiyi paylaşarak da bana yardımcı olabilir. Her neyse, benim dizüstü bulursan bana yazın lütfen.

    Davide
    via Marsala 37 – 40126, Bologna (Italy)

    • muge

      ciao Davide,
      E’ difficile trovare un quaderno perso in un taxi se non sai la targa del taxi o la fermata del taxi. Mi dispiace a dirtelo ma probabilmente hanno buttato. Se tu sapessi qualche informazione in piu’ ti aiuterei volentieri..

  8. Daniele

    Ciao a tutti!

    Sono uno studente universitario e ad inizio Settembre mi trasferirò ad Istanbul per 6 mesi causa erasmus! Frequenterò la Marmara (Business Administration) nel campus di Bahçelievler.
    Potete gentilmente consigliarmi in quale zona mi conviene cercare casa?

    Grazie infinite

    Daniele

  9. gene

    Salve,mi piacerebe andare a vivere e lavorare in turchia.ho un esperienza di 15 anni nel settore della vetroresina, soprattutto nella costruzione di barche e gommoni.

    • riccardo

      Ciao
      Se sei nel settore vetroresina, ci potrebbero essere opportunita’ in Turchia.
      Il problema potrebbe essere la lingua.
      Inglese?
      Turco?

      Sono tuttora nel mondo del composito e sto per trasferirmi in Turchia

      Gule gule

      • yasmi

        ciao a tutti
        ultimamente avevamo pensato io ed una mia amica di andare a vivere in Turchia precisamente ad Istanbul
        pero non conosciamo nessuna persona turca o non turca disponibile a darci un aiuto
        se gentilmente potete aiutarmi scrivetemi nella mia e-mail darhdourhiyasmin2@tiscali.it
        grazie in anticipo

  10. Morgan

    Salve a tutti,
    mi chiamo Morgan e sono un ingegnere edile di 43 anni. Vorrei trovare lavoro Istanbul anche in un settore diverso dal mio, per vivere a Istanbul. Ho tanta esperienza di lavoro in Italia e all’estero. Oltre l’italiano parlo inglese e francese in maniera fluente, il turco discretamente e il russo in modo scolastico. Valuto qualsiasi offerta di lavoro che sia seria e affidabile, garantendo allo stesso modo serietà e affidabilità. Sarei immediatamente disponibile al trasferimento.
    Non esitate a contattarmi alla mail morh@libero.it.
    Saluti.

  11. Luana

    Ciao ragazzi,

    voglio valutare seriamente la possibilità di venire a vivere in Turchia e ad Istanbul in particolar modo. Sono una farmacista. Ho la passione per i dolci e la cucina oltre che della bellydance. Verrei in Turchia non tanto per fare la farmacista quanto per aprire un laboratorio di cosmesi artigianale. Mi piacerebbe tipo cominciare a lavorare da qualche parte e studiare il turco. Quando sono ben addentrata nella lingua magari potrei pensare di aprire la mia impresa personale.Vi prego aiutatemi!!!!

    • Valentina

      Ciao Luana!
      Sei riuscita a realizzare il tuo sogno?
      A ottobre mi laureo in Chimica e tecnologia farmaceutiche e il mio ragazzo ha ricevuto un’interessante proposta di lavoro in Turchia, in un altro settore rispetto ai miei studi. Saremmo disposti a trasferirci li, probabilmente a Istanbul.
      Secondo la tua esperienza e le tue conoscenze, ho qualche possibilità di trovare lavoro in qualsiasi ambito inerente ai miei studi? Attualmente non conosco il turco, ma passerei il primo periodo ad impararlo.
      Grazie, aspetto una tua risposta!

  12. Salve a tutti , io ho visuto a istanbul x ben 6 anni una bellissima citta , con precisione Pendik da l altra parte dello stretto bosfor , la lingua lo imparata subito essendo circondata solo da persone turche x forza di cose lo fai! Non e cosu difficile fidatevi dipende molto di cosa parli le parole cambiano in base al discorso come x esempio la parola ,,yuz” ha piu significati come faccia(viso), cento(soldi)oppure nuoto !dipende dive e come lo usi la parola !le persone sono un po diffidente al inizio ma se sei una persona x bene ti fai dei amici che ti rimaranno x tutta la vitta ! Un po meno le persone curde che non fanno tropp amicizia ma cmq sono bei posti, la cucina turca importante farsi adattare e farsi piacere o mangi quella minestra o ti butti dalla finestra usano moltissimo carne ovina,il pollo ma mai e poi mai carne di maiale attenzione di non portare vari salumi o carne di maiale con voi mi raccomando! Son guai!beh che dire sono tante cose che si possono dire di turkia , lungo il mare marmara e bellissimo dopo il terremoto del 1999 e stato un disastro ma sono rinati io ero li in quel periodo e lo visuta di persona! Fabbriche tessili sono moltissime nella parte Gebze, fabbriche di vernice a kadikoy , fabbriche di cioccolato a istanbul ce di tutto basta aver voglia di lavorare! E con questo blog mi avete buttato indietro con il tempo! Premetto sono stata sposata con un turko e ho dei figli con lui la lingua lo imparata da sola senza nessun studio con qualche prof! Vi saluto statemi bene ! Istanbul mi manchi!!!!!!!

  13. Nicola

    Salve a tutti
    Avrei bisogno di un informazione e mi servirebbe il vostro aiuto. .. sono stato in Turchia la settimana scorsa e intendo ritornarci per due settimane nelle vacanze natalizie. . Posso ritornarci senza nessun problema? Oppure ho bisogno di qualche visto o permesso particolare?
    Grazie in anticipo

    • Ciao Nico non credo tu abbia bisogno di un visto particolare importante che sei uscito prima della scadenza quando sei stato ultima volta ! Rientrando e una cosa nuova non fa cumulo con quello che sei stato l altra volta! Il visto ti lo danno alla dogana quando entri ! Al meno era cosi quando andavo io e c eranno delle persone che venivano una settimana si una no etc ma non ho mai sentito di aver problemi o permessi particolari!

  14. umıt

    ciao sono umut!!!
    sono vivo istanbul, e conosco molto bene turchia, io voglio aiutare tutto italiano persone per lavaro e per vivo istanbul.
    tu bisogno aitu , adesso tu giusto indirizzo. italiano lingue io capito tutto pero parlare non molto care.

    salute per tutto!!!

  15. gianluca

    Ciao,
    sto cercando persona turca con conoscenza ottima inglese e buon italiano per attività ufficio Istanbul o da casa su sistema gestione dell’azienda cliente
    Attività seria. Si assicura minimo 1 anno lavorativo ma serie ottime opportunità future (mio contratto iniziale con cliente 1 anno)
    Solo per chi vive già in Turchia. Solo seri. Rivolto a uomini/donne 25/50 anni

    Gianluca.meneguzzi@ymail.com

    • Daniela

      salve, mio marito è turco, laureato in ingegneria all’università di Istanbul dove è nato, conosce bene l’inglese e vive in Italia. Se è utile mi contatti pure. Grazie

    • Luigino

      Buongiorno Sig. Meneguzzi
      vedo che l’annuncio è datato e forse avraà già risolto questa posizione.
      Vivo in Turchia da dieci ann, sposato ad Izmir.
      Se interessato le invio CV

      Cordiali Saluti
      Luigino De Zordo

      • Elena

        Gentile signor Luigino,
        sono alla ricerca di una persona madrelingua turca che viva in Lombardia o un italiano che vive in Turchia e lei sembra poter essermi d’aiuto.
        Se interessato a darmi una mano in un indagine di mercato, mi può cortesemente contattare via mail: info@bytel.ch

        La ringrazio per l’attenzione che vorrà darmi.
        Elena

  16. walter

    buongiorno
    avrei intenzione di trasferirmi a Istanbul x cercare lavoro. sono un falegname di 37 anni specializzato nella serramentistica e arredamento da interno con parecchia esperienza, e non so se aprire una rivendita del mio settore o cercare un posto di lavoro. se qualcuno ha provato prima di me, gli sarei grato mi potesse dare qualche consiglio.
    grazie il mio cell 339.4125503

  17. Mel

    Ciao a tutti. Molto probabilmente i primi di Dicembre mi trasferirò Istanbul perché mio marito ha trovato lavoro. Ho una bambina di 4 mesi, parlo Inglese ma non Turco. Qualcuno può darmi qualche consiglio su come muovermi lá.. Non vorrei rimanere isolata perché non conosco nessuno e non parlo la lingua. So che é difficile, ma ci sono persone che si sono trasferite senza lavorare, magari con una bambina piccola e si sono effettivamente trovate bene?
    Un saluto a tutti

    • Stefano

      Ciao Mel,
      non ti preoccupare di famiglie italiane con bambini anche piccini ce ne sono diverse ad Istanbul, ci sono gruppi su facebook a cui ti potrai iscrivere e toglierti cosi preoccupazioni e pensieri. Sara’ piu’ semplice di quanto credi integrarti e fare amicizie con persone nella tua stessa situazione.
      Ti aspettiamo
      Un caro saluto

  18. Emre

    Ciao,

    Sono un ragazzo Turco chi ha vissuto in Italia-Lecco per 5 anni. Ho studiato Ingegneria Maccanica al Politecnico di Milano per 2 anni e poi lavorato 3 anni. Avevo tanti bravi amici in Italia. Adesso sono tornato in Turchia precisamente. Pensando la mia bellissima esperienza in Italia, e conoscendo anche la difficolta essere da solo in una paese straniero, mi piacerebbe aiutare ai tutti i amici Italiani, per il loro esperienza in Turchia. Potete scrivermi per qualsiasi aiuto senza esitare,

    saluti,

    emre

    • Masha

      Ciao Emre,
      sto cercando lavoro a Istanbul. Volevo chiederti se e’ possibile avere un tuo contatto (e-mail) per chiederti qualche informazione.
      Grazie in anticipo. Saluti, Masha

    • maurizio

      Ciao Emre molto probailmente a settembre vengo a Istanbul in vacanza ma con il sogno di trasferirmi x sempre ad aprile 2015 xche questa citta mi affascina, Lo so e un paese difficile x riniziar da zero visto che a malapena mastico un po d inglese e figuriamoci il turco e nn avendo una specializzazione in nessun settore, posso solo dir che son un persona che da 15 anni che lavora serio ed affidabile che e pronto anche a far il lavapiatti, spero tanto che tu mi risponda al piu presto perche avrei bisogno del tuo aiuto, come si dice in italia”a buon rendere”

    • Luisa

      ciao Emre,
      tra fine giugno e inizio luglio mi trasferirò a Istanbul per lavoro, volevo chiederti qualche consiglio su come muovermi per cercare casa (lavorerò a kadikoy e penso sia opportuno cercare in zona..ma non so bene come) e altre faccende pratiche… e qualche consiglio invece più generico sulla vita li!
      per lavoro parlerò inglese, ma vorrei imparare anche il turco..
      ti lascio la mia mail: luisapasqualini@hotmail.com
      grazie e..a presto spero!
      Luisa

    • nicol

      ciao Emre probabilmente faro’ un viaggio in turchia a breve come turista,volevo sapere a livello di sicurezza girando da Istanbul ad Ankara Izmir se ci sono problemi di sicurezza.
      grazie
      nico.l

    • Nucci Borroni

      Ciao Emre, io ho una certa eta’……62 anni, sono in pensione e vivo a Como….l’altro ramo del lago che tu conoscerai benissimo.
      Sto valutando l’idea di lasciare l’Italia, i miei figli sono grandi e hanno la loro vita, le tasse qui sono di giorno in giorno meno sopportabili, ho una buona pensione e vorrei mantenerla tale.
      Sono stata due volte a Istanbul, la prima nel 1973 e la seconda una decina di anni fa, ho un bellissimo ricordo e gia’ allora mi sarebbe piaciuto viverci, ma lavoravo ……e avevo altri impegni qui.
      Ho cercato in rete ma non sono riuscita a trovare qual’e’ la percentuale di tasse che viene applicato al reddito, nel mio caso di pensione.
      Tu riesci a darmi questa informazine?
      Ti ringrazio per quello che puoi fare, un saluto.
      Nucci Borroni

      Ps
      Mi ricordo un quartiere che mi piaceva moltissimo, mi sembra si chiamasse ORTAKOIL ma non so come si scrive….mi ricordo una bellissima piazzetta in riva al mare….ciao!

      • maurizio

        hi choco, non so se puoi ancora leggermi, mi piacerebbe.

        eravamo a Oertakoey – nella piazza delle tre religioni – avevamo bevuto te in riva all’acqua

        cciao maurizio

    • Alberto Rosa

      Ciao emre sono un pizzaiolo italiano e sono stato contattato per un possibile lavoro in una pizzeria ad ankara, mi sapresti dire a quanto si aggira uno stipendio medio di un pizzaiolo? Grazie ciao Alberto!

    • Letizia

      Ciao Emre,
      sono un’insegnante di italiano per stranieri (con certificazione Ditals rilasciata dall’Università di Siena), vorrei fare un’esperienza di lavoro a Istanbul per un po’ e nel frattempo mi piacerebbe imparare il turco. Avrei molte domande da farti per quanto riguarda la scelta della scuola e la possibilità di trovare una stanza in affitto! Se hai tempo e voglia contattami via mail quando vuoi!! letizia.santoponte@hotmail.com

    • Patrizia

      Ciao Emre
      mi ha colpito quello che hai scritto, quindi vorrei chiederti un consiglio.
      Una azienda italiana che volesse aprire una filiale in Turchia, assumendo anche personale locale, cosa deve fare? In breve: quali sono gli adempimenti per aprire un proprio ufficio italiano lì? Come funziona la busta paga e le tasse di un dipendente turco? Oppure sarebbe preferibile aprire sul posto una azienda nuova?Mi sapresti consigliare?
      Grazie mille saluti Patrizia

    • Diego

      Buonasera Emre,

      Mi chiamo Diego Marziali, mi occupo di chirurgia estetica.

      Sto cercando un interprete parlante italiano/turco che assista i miei pazienti ad Istanbul durante gli interventi (chirurgia estetica), e vorrei gentilmente sapere se saresti interessato a lavorare con noi, o se magari puoi indicarci qualche tuo amico che parla italiano ugualmente interessato a cooperare con noi.

      Per maggiori informazioni non esiti a contattarmi: diego.marziali@libero.it

      Ringraziando anticipatamente.

      Cordiali Saluti

      Diego Marziali

    • Agostino

      Ciao Emer!

      Il posto che ho trovato è dell’anno scorso…Io avrei tanta voglia di trovare lavoro in Turkia a Istanbul…parlo fluentemente l’inglese…

      Potresti darmi qualche consiglio? Che tipo di lavoro potrei trovare?

      è facile trovare lavoro…Sono un fotografo professionista e ho esperienza in alberghi come receptionist,portiere e ho anche lavorato come assistenza clienti in call center..

      Ciao

      Per chiunque avesse informazioni in merito a trovare lavoro in Istanbul,vi lascio la mia e-mail:agodemaio@hotmail.com
      🙂

    • michele

      Emre

      Ciao, ho visto che il mercato dei ricambi per automobili ,che hanno un po di anni sulle spalle , li è ancora abbordabile come prezzi e reperibilita.
      io sto cercando ricambi per le vecchie fiat 131 , che li si chiamano tofas, quindi ho bisogno di una persona li per aitarmi negli aquisti e le spedizioni.
      ti lascio la mia e-mail se mi vuoi contattare ok?
      grazie michele
      michelezanon@libero.it

  19. latifa

    salve,ho visitato istanbul tante volto,e mi piacerebbe fare un esperienza lavorativa in turkia,io faccio la cuoca con tanta esperienza nel settore,dalla cucina romagnola alla cucina pugliese ,sto cercando lavoro a istanbul qualcuno mi puo indirizzare?grazie

  20. michele

    Ciao, sono uno studente di economia e sono stato selezionato per un erasmus alla marmara university. Premesso che non sono mai stato ad istanbul ho alcuni dubbi su questa scelta. Ho visto che la sede dell’università è lontana dal centro, ciò mi preoccupa in quanto so che muoversi in città richiede molto tempo e questo potrebbe limitare le mie uscite serali e le possibilità che istanbul offre. Fattore divertimento( che è comunque importante per uno studente erasmus) a parte, il fatto che non sia in una posizione centrale mi fa pensare che nella vita quotidiana della zona non si parli inglese, e quindi non so se migliorerei la lingua parlandola esclusivamente in università. Se fosse in posizione centrale non esiterei un attimo a partire poichè oltre a godermi a pieno la città saprei che nelle zone più turistiche l’inglese si parla. Qualcuno può darmi qualche consiglio? grazie mielle

  21. felice

    Buonasera, sono uno studente universitario , della facoltà di lingue , sto preparando la domanda per fare l’erasmus , e fra le destinazioni c’è la possibilità di scegliere proprio Istanbul .Faccio presente che il turco non è fra le lingue che io studio , ma studiarne un altra non fa mai male .. Mi chiedevo se comunque c’è la possibilità, per uno studente, di trovare un mini job o un part-time, sai non navigo nell’oro!! .. vedo che nell’articolo si parla solo di lavoro full-time , ed io non vorrei sottrarre troppo tempo allo studio !!
    Spero in qualche buona notizia , a breve dovrei decidermi e non vorrei fare una scelta sbagliata … grazie in anticipo

  22. Laura Pinato

    Ciao. Interessante il vostro blog. Sono una signora di 60 anni abituata a vivere in giro per il mondo (UK, USA, Kenya).Son recentemente rimasta vedova, non ho figli, ho preso un anno di aspettativa dalla scuola (insegno inglese alle superiori a Genova)per capire che direzione dare alla mia vita per i prossimi (spero almeno due) decenni. Non cerco un’occupazione quanto nuove occasioni di apprendimento. Mi interessano le religioni (come studio, non come pratica) le lingue e capire il mondo in generale. Mi serve sapere se a Istanbul è possibile fare del volontariato, qualcosa che consenta di entrare in contatto con la realtà locale velocemente. Vorrei anche sapere quanto è “aperta” la comunità degli expats.
    Grazie per l’attenzione.
    Laura

    • Paola

      Ciao Laura, ti scrivo in quanto vivo a Istanbul da inizio Febbraio con il mio ragazzo. Mi dispiace non poterti aiutare in quanto é troppo poco tempo che vivo qui per darti le informazioni che cerchi. Il mio ragazzo lavora presso un’azienda tessile turca mentre io settimana prossima inizio il corso di turco alla Dilmer. Non ti nego che l’entusiasmo che avevo alla partenza si é un po’ spento in quanto ho incontrato parecchie difficoltà con la lingua (quasi nessuno parla inglese) e di conseguenza con tutto il resto (non posso neanche chiedere informazioni su quale bus prendere per dirigermi in un determinato luogo). Nel caso volessi un appoggio per i primi tempi, anche solo come compagnia, sappi che sono disponibile.
      Un saluto.
      Paola

      • anna

        Ciao paola. Scusami se ti invio un messaggio, ma forse potresti essermi di aiuto. Ho letto che il tuo compagno , italiano, lavora in una azienda tessile in Turchia. mio marito, disegnatore tessile, viene molto spesso contattato da aziende tessili turche, che offrono però prezzi bassissimi. Dopo la terza proposta di questo tipo e facendo noi disegni molto particolari (paisley etro) e continuando le richieste, vorremmo sapere se questa è la normalità o se abbiamo incontrato solo persone di piccolo cabotaggio.Vorremmo invece verificare sul posto il settore. Grazie e scusami molto se sono stata invadente. Anna

  23. Tarik

    Ciao a tutti gli İtaliani che sono in Turchia,mi fa veramente molto piacere leggere questi commenti.io ho vissuto per ben 19 anni in İtalia e adesso dopo questo lungo periodo sono tornato nuovamente in Turchia piu precisamente a İstanbul. Se avete bisogno di assistenza anche con la lingua potete contattarmi senza alcun problema.
    i miei piu sinceri saluti e spero che vi troviate bene in Turchia.
    A presto speriamo 😉

    • simonetta

      sto per trasefrirmi a istanbul….potete aiutarmi a trovare una occupazione? anche temporanea? grazie…o inidcazioni su come fare..s.to sudiando il turco, lavorerei anche presso famiglie italiane che vivono a istanbul

    • Luana Baldereschi

      Ciao Tarik, ho intenzione di aprire un ristorante di cucina italiana, prevalentemente toscana, ad Istambul. Potresti darmi dei consigli sulla zona che secondo te è migliore e naturalmente qualunque tipo di informazione d possa sembrare utile? Grazie

      • Paola

        Ciao Luana, da oggi vivrò ad Istanbul, almeno per un anno, con il mio ragazzo. Nel caso dovessi avere bisogno di personale italiano nel tuo futuro ristorante io sono disponibile! In bocca al lupo per la tua attivitá!
        Paola

    • Paola

      Ciao Tarik! Domani io e il mio ragazzo partiamo definitivamente per Istanbul. Il mio ragazzo ha trovato lavoro in un’azienda tessile, con contratto iniziale di un anno. I primi tempi avevo intenzione di studiare il turco e poi successivamente di cercare un lavoro dove sia richiesta anche la conoscenza della lingua italiana (nel settore del turismo sarebbe il mio sogno). Volevo chiederti se esistono scuole che insegnano il turco dall’italiano ed eventualmente quali scuole mi consigli ( per il momento ho chiesto informazioni a Dilmer e Tomer). Un’ultima cosa… Com’é la vita a Istanbul per un italiano? Grazie mille!
      Paola

    • daniele

      Ciao, chiedo scusa per il disturbo…… ma da qualche tempo sto valutando di trasferirmi a Istanbul, in questi giorni ho trovato diverse inserzioni di richiesta lavorativa di italiani specializzati nel mio campo “responsabile di reparto verniciatura” ma purtroppo le agenzie italiane non segnalano il nome delle aziende turche in cerca… volevo gentilmente chiederti se conosci qualche azienda che cerca la mia specializzazione al fine di accelerare il mio trasferimento e quello di mia madre che non vedrebbe l’ora di conoscere quella vostra magnifica città. ti chiedo ancora molto scusa per il disturbo.. ma ho le idee molto chiare e vorrei far visita a Istanbul nel mese di Marzo… grazie ancora tanto di tutto buona serata
      Daniele

    • maurizio

      Giorno Tarik a causa della crisi in Italia sto valutando l”idea di trasferirmi all estero.. Istanbul mi affascina ma purtroppo nn conosco il turco e credo che sia un forte handicap, avrei bisogno di una persona che mi indirizzi almeno nel primo anno di soggiorno ad istanbul nel cercar casa lavoro etc etc, spero che mi contatti al piu presto…Grazie

    • giulio

      Salve sono interessato ad acquistare mobili ed arredamento dalla Turchia ho saputo che i prezzi sono molto interessanti e di buona qualità, ma ho difficoltà per la lingua, mi farebbe piacere trovare una persona seria per poter lavorare.Saluti Giulio.

      • giulio

        Salve Tariz sono Giulio Ti ho mandato una Email giorno 4 marzo, sono interessato a questo tipo di attività e se è possibile avere da parte Tua una collaborazione Ti ringrazio anticipatamente. Saluti Giulio

    • Buon giorno Tarik, mi chiamo Angelo, ho una piccola società che produce ricambi per macchine operatrici nelle cave e nelle miniere. Esportiamo già in molti paesi europei, in africa e sud america. Volevo chiederle se ha la possibilità di segnalarmi qualche nominativo di qualcuno che fa manutenzione nelle cave. La saluto cordialmente. Angelo Gallucci

  24. alessandro

    salve a tutti , volevo avere informazioni riguardo il trovare lavoro a istanbul, le posizioni piu’ richieste , il rapporto con la gente del posto e lo stile di vita che ne consegue per un italiano che decide di trasferirsi e lavorare li..grazie

  25. Michela

    Ciao a tutti. Proprio oggi ho avuto una bella notizia: mio marito ha passato la selezione in Turkish e a febbraio inizierà il corso. Abbiamo intenzione di trasferirci con tutta la famiglia a settembre prossimo. Com’è la scuola italiana? Ho due ragazzi di 12 e 15. Qual è il quartiere dove poter vivere ed essere abbastanza vicino alla scuola? Dai vostri post leggo che si vive molto bene e ci sono tante opportunità di lavoro . Ho abbastanza tempo per organizzarmi, ma mi piacerebbe che qualcuno di voi che già vive a Istanbul mi desse qualche “dritta”. Magari consigliarmi qualche buona scuola X me che vorrei imparare il turco. Michela

    • Federico

      Ciao Michela, congratulazioni a tuo marito io ho iniziato ieri nella stessa compagnia e la mia famiglia dovrebbe seguirmi da giugno quando le piccole finiranno la scuola. ho due bimbe di 3 e 5 anni e visto che io e tuo marito siamo colleghi sarebbe carino se anche le famiglie (cioè voi) avessero modo di frequentarsi in modo da non sentire troppo il distacco se si è soli.

      Se vi interessa la cosa possiamo metterci in contatto.

      Per ora buon Natale.

      • Michela

        Ciao Federico. Congratulazioni anche a te! Mi farebbe molto piacere metterci in contatto per condividere assieme questa bella avventura. Ti mando la nostra email così ci sentiamo con calma. Auguro a te e alla tua famiglia un sereno Natale. A presto Michela teşekkür . ontaroby@libero.it

    • Paola

      Ciao Michela! A Febbraio io e il mio ragazzo ci trasferiremo ad Istanbul. Lui ha già un lavoro come responsabile in un’azienda tessile, io invece non ancora. La mia preoccupazione è la lingua. Sei già riuscita ad imparare un po’ il turco? Hai degli indirizzi di scuole turche ad Istanbul? Il problema è che anche con l’inglese non sono molto esperta. Hai già idea di che lavoro ti piacerebbe fare?
      Buone Feste!

      • Michela

        Ciao Paola. Buon anno. Come avrai letto nella mia prima email, andremo a vivere a Istanbul a settembre . Mio marito sta terminando di effettuare la documentazione per i permessi e andrà, se tutto ok, in febbraio. Dovremo cercare casa iscrivere i ragazzi a scuola e poi penserò di iscrivermi ad un corso di turco. Io conosco inglese e francese ma non penso sia di molta utilità !!! Comunque se vuoi contattano alla email così ci mettiamo d’accordo. In bocca al lupo

  26. Leo83

    Siamo appena tornati da un weekend stupendo ad Istanbul e volevo oltre a ringraziarvi x i vostri preziosi consigli porre una domanda? Ho notato degli uomini con la testa mal rasata a zero un cerotto dietro la nuca, una fascia nera in testa ed alcuni di essi gonfi in viso. Ne ho visti in diverse zone della citta’ e sempre in gruppo. Qualcuno di voi può darmi qualche informazione al riguardo?

    • anna

      Forse abbiamo trovato la risposta, sulla ricerca google:ragazzi rasati Istanbul appare un centro famosissimo di trapianto capelli tale ASMED Surgical Medical Centre
      a Istanbul, il risultato è molto simile ai ragazzi che abbiamo visto …..ma la fascetta nera non l’abbiamo capita.

  27. Rosanna Angelini

    Ciao a tutti.
    In Genova e provincia non esistono corsi per imparare il turco. C’è qualche persona madrelingua che vive a Genova e che sia disposta ad impartire delle lezioni?
    Grazie.

    • elsa

      ciao Rosanna,
      volevo sapere se hai trovato corsi per imparare il turco a Genova….anch’io sono interessata ,ho cercato ma non ho trovato niente a parte un corso individuale tramite istituto privato ad un prezzo davvero eccessivo…ciao

  28. caterina

    Ciao!
    Ho appena scoperto questo blog, che bello grazie, è molto utile! Mi sono trasferita poco piu di una settimana fa a Istanbul perche il mio ragazzo è professore di spagnolo qua, e per il momento sto lavorando come ragazza alla pari, per prendermi il tempo di capire come funziona questa città e di studiare un po il turco 🙂
    Mi hanno detto che a Istanbul si piange due volte, quando si arriva e quando si parte, e per questo, anche se per il momento devo ancora capire se mi piace o no vivere qua, voglio darle molte altre opportunità.
    Stavo cercando su facebook se organizzassero alcuni scambi linguistici, tandem, language excange, couchsurfer meetings, cose del genere…ma mi è difficile trovarli. Voi sapete qualcosa a riguardo? Ho trovato solo due posti, per il momento, che organizzano una mesa de español, a taxim e kadikoy.
    E, inoltre, se sapete di posti in stile “centri socili, centri culturali, centri autogestiti”, mi sareste utilissimi.
    Qualsiasi consiglio mi sarà utilissimo!
    Grazie!!!

  29. Giulia

    Ciao a tutti! Sono una laureata in turco e volevo chiedere se qualcuno di voi per caso ha fatto uno stage alla camera di commercio italiana a Izmir…grazie e ciao a tutti 🙂

  30. Veronica

    Ciao a tutti. Complimenti per il blog innanzitutto. E’ a dir poco fantastico!
    Sono una studentessa di lingue e letterature straniere alla Sapienza, a Roma. Pensavo che l’anno prossimo mi piacerebbe andare in Erasmus ad Istanbul ed imparare il turco. Pensate che sia un buon investimento impararlo? Mi riferisco soprattutto a settori culturali e turistici che sono quelli in cui desidererei lavorare. Che tipo di scambio culturale c’è tra Turchia e Italia?
    Inoltre vorrei un suggerimento su dove fare domanda di lavoro per un anno. Parlo inglese, tedesco, un po’ francese e spagnolo.
    Grazie mille!
    Se qualcuno avesse suggerimenti mi scrivesse a: veronicadilascio@tiscali.it

  31. Franco

    Salve a tutti, dovrei trasferirmi ad Istanbul tra circa due mesi per un lavoro temporaneo (zona Beyoglu) e volevo sapere se qualcuno sa consigliarmi siti internet per cominciare a vedere appartamenti ammobiliati in affitto. Per me l’importante è la vicinanza ai mezzi pubblici anche perché credo quella zona sia cara. Mi piacerebbe anche dedicare 2h a settimana per seguire un corso di lingua turca. Parlo benissimo l’inglese ma credo per la vita di tutti i giorni sapere un po’ la lingua locale sia fondamentale. Grazie a tutti

    • Deniz

      Ciao Franco,
      Ho visto il tuo messaggio in ritardo ma dicendo meglio tardi che mai ti rispondo comunque. Appartamenti ammobiliati in affitto costeranno tanto se li cercherai proprio in quella zona ma forse non conoscendo la zona e la città bene, forse ti converrebbe di più trovare un posto vicine preferibilmente un albergo o bed and breakfast per almeno una settimana. Dipende da anche quanto sarai supportato a livello economico così potrei darti più informazione. Ma comunque ci sono alcuni siti a cui potresti riferire tra i quali ci sono questi;
      http://turkey.gabinohome.com/it/stanza
      sahibinden.com
      hurriyetemlak.com

  32. Marco

    Ciao a tutti, ho 27 anni e sto pianificando di trasferirmi ad Istanbul perchè la mia ragazza vive lì.
    Parlo Inglese, Francese e Spagnolo, è mia intenzione imparare in fretta anche il Turco. Ho iniziato a mandare il CV tramite internet per cercare di trovare un lavoro che poi mi permetta anche di ottenere il permesso per lavoro.
    Sono laureato in Comunicazione Interculturale, lavoro nelle scuole con ragazzi disabili e in progetti a sostegno di migranti in una cooperativa sociale.

    Avete dei consigli? ipotizzo il trasferimento appena trovo qualcosa o appena ho un pò di soldi per mantenermi almeno 3 mesi.

    Grazie!!!!!

  33. Andrea Zanzarzi

    Buongiorno a tutti, mi chiamo Andrea, sto cercando una decina di giovani di età compresa tra i 20 ed i 30 anni per seria opportunità di lavoro in Turchia . Si richiede buon uso della lingua italiana oltre che del turco in quanto previsto stege retribuito di almeno 6 mesi in Italia per imparare la professione.

    Per info contattatemi a: +39 3490521849 oppure a.zanzarzi@tecnocasa.com

  34. valentina

    Buongiorno a tutti, come molti di voi, anch’io sono innamorata di Istanbul e vorrei, un giorno, realizzare il sogno di vivere lì. Per il momento mi piacerebbe iniziare ad imparare la lingua. Per questo motivo sto cercando un corso a cui iscrivermi, ma sembra che a Torino e provincia (dove vivo) non ne esistano. Quindi ho pensato di provare a chiedere qui se c’è qualche persona madrelingua che vive a Torino e che sia disposta ad impartire delle lezioni.
    Spero che qualcuno possa aiutarmi.
    Grazie.
    Valentina

    • michela

      Buongiorno Valentina.
      A Torino ci sono un paio di opzioni per quanto riguarda la lingua turca:
      corsi organizzati dal CLIFU, presso l’Università di Torino, di primo e secondo livello e con insegnanti madrelingua.
      Partono da febbraio, per ulteriori informazioni puoi andare sul sito del CLIFU o recarti direttamente a Palazzo Nuovo.
      C’è poi un’associazione interculturale italo-turca che si chiama Alba, con sede a Torino, dove vengono organizzati corsi da insegnanti madrelingua.
      Credo tu possa informarti sul loro sito o telefonare.
      Personalmente ho preso parte ai corsi organizzati dall’Università, e mi sono trovata molto bene.
      In bocca al lupo!

      • Valentina

        Grazie mille Michela, seguirò sicuramente i tuoi preziosi consigli e mi rivolgerò al CLIFU. Per quanto riguarda l’associazione Alba, l’ho trovata su Internet e ho provato a contattarli ma non ho ricevuto risposte….riproverò.
        Grazie ancora per le dritte!
        Valentina

  35. Laura

    Ciao a tutti, mi chiamo Laura, incantata da Istanbul dopo una breve vancaza sto pensando seriamente di trasferirmi quanto prima (anche domani se potessi).
    Sono una Psicologa e sono alla ricerca di un lavoro, fortemente motivata a fare nuove esperienze professionali che possano arricchirmi. Se qualcuno potesse darmi qualche informazione su come muovermi nel mio campo li ad Istanbul gliene sarei molto grata.
    Grazie mille!

  36. Stefano

    Ciao Cari,

    Sono capitato qui per caso ed ho cominciato a leggere i vari post e le varie considerazioni con grande interesse, solo dopo mi sono accorto dell’ora… verrò ad Istanbul a settembre, un po’ per vacanza, un po’ per trovare la famiglia turca ed infine, ma non per ultimo, per partecipare ad eventi legati all’arte ed alla biennale di Istanbul, vi sarà anche una cena nel quartiere di Fatih, dove saranno presenti anche l’Ambasciatore ed il Console italiani, oltre ad artisti, imprenditori…
    Non voglio dilungarmi troppo e quindi cerco di arrivare al dunque, la mia famiglia ed io abbiamo definitivamente deciso di trasferirci ad Istanbul a vivere, ovviamente ci vorrà un po’ di tempo, in quanto bisogna sistemare prima le varie cose in Italia. Penso di conoscere la città abbastanza bene, venendo più volte l’anno ed essendomi sposato lì una decina di anni fa, la lingua posso dire di non parlarla, se non a mono o massimo bisillabi, ma dopo poco che sono lì, la capisco abbastanza bene, la cosa che, però, mi preoccupa maggiormente è il discorso burocratico, anche legato alla società che vorrei aprire, mia moglie è turca e le nostre figlie hanno la doppia cittadinanza, ma io no.
    Volevo solo chiederVi se avevate delle dritte da darmi.
    Un abbraccio

    • Federico

      Ciao Stefano,

      Sono appena arrivato e anche io ho due figlie piccole e vorrei poterle mandare ad una scuola almeno bilingue italo-turca altrimenti non capirebbero nulla all’inizio. se le tue vanno ancora a scuola come pensi di muoverti? Avresti consigli da darmi?

      Grazie

      • Stefano

        Ciao Federico,

        Scenderò ad Istanbul a marzo 2014 con tutta la famiglia, poi io dovrò tornare in Italia per lavoro, per poi stabilirmi definitivamente ad Istanbul, le mie bimbe hanno 1 anno e mezzo e 4 e mezzo, quindi comprendo il tuo problema.

        Un caro saluto
        Stefano

  37. Michaela

    Buon inizio settimana a tutti!
    Visto che per tre anni vivrò ad Istanbul, mi piacerebbe seguire dei corsi di lingua turca. A chi mi posso rivolgere?
    Grazie.
    Michaela

  38. Michaela

    Ciao a tutti!
    innanzitutto complimenti per il sito e per il blog.
    In autunno mi trasferirò ad Istanbul con i miei due bimbi per seguire mio marito che dovrà lavorare in Turchia per i prossimi 3 anni! Quindi in questo periodo tutte le nostre letture hanno per argomento “Istanbul”. Considerato che mio marito lavorerà a Maslak e mio figlio andrà a scuola a Beyoglu, secondo voi dove ci converrebbe cercare casa?
    Come sono le strutture sanitarie? Ci hanno parlato bene dell’ospedale tedesco, ma se non sbaglio c’è anche un ospedale italiano…qualcuno sa dirmi com’è? Chi è genitore capirà le mie preoccupazioni…
    Grazie in anticipo e saluti a tutti!
    Michaela

    • Lucy

      Ciao Michaela. Anche io sto valutando la possibilità di seguire mio marito ad Ankara x lavoro…e anche noi abbiamo due bimbi…tu come ti sei organizzata?

      • Guglielmo

        Ciao Lucy,
        anche noi siamo valutando un trasferimento ad Ankara con bambini.
        Se voi avete già compiuto il passo ci piacerebbe sapere come e’ andata.
        A presto

        Guglielmo

    • Emanuele

      Ciao Michaela , anche io a breve mi trasferirò con la mia ragazza ad Istanbul. Lei è Turca ed ha un regolare contratto in Italia , io italiano e per il momento viviamo qui. Considerando l’esperienza di tuo marito, come Ingegnere Industriale esperto di logistica, approvvigionamenti e supply chain ho qualche speranza … Visto che l’Italia piano piano ci sta abbandonando… pensiamo di andare a vivere di la definitivamente

      Sarei felicissimo se puoi darmi un feedback o qualche dritta in più.
      cordiali saluti
      Emanuele

    • Federico

      Ciao Michaela,

      io sono appena arrivato e siccome la famiglia dovrebbe raggiungermi a giugno, vorrei sapere dove va a scuola tuo figlio in modo da contattare la scuola e vedere se è buona anche per le mie, è una scuola italiana o bilingue o internazionale o inglese?

      Aspetto una risposta.

      Grazie in anticipo.

    • elisa

      Ciao Michaela e voi del gruppo!!!
      Intanto Buone feste!
      Leggevo il tuo messaggio, anche noi abbiamo 2 bambini ( 5 e 6 anni), vorrei sapere quanto “facile” e’ l’iscrizione alla scuola elementare in Beyoglu…sul loro sito ho visto che ci sono pochissime classi e tipo una sessantina di bambini… a voi com’e’ andata? i miei figli non leggono/scrivono ne italiano ne turco, lo capiscono, parlano per ora solo inglese.

      Ti ringrazio anticipatamente!!! e spero alla prossima
      Elisa

  39. ELISABETTA

    Ciao a tutti,
    la mia richiesta è decisamente più frivola ma avrei intenzione di andare a fare un giro in Turchia nel mese di settembre e ho trovato un tour organizzato ma solo con la prima colazione, quindi dovrei provvedere a gestirmi i pasti e acquistare i biglietti per visitare monumenti e siti storici.
    Mi dite quanto è cara la vita in Turchia? Costa tutto molto caro? Per una settimana quale potrebbe essere un budget di spesa (tenete presente che gli spostamenti e gli alberghi sono già tutti pagati).
    Vi ringrazio per l’aiuto che vorrete darmi.
    Elisabetta

    • Veronica

      Rispetto a noi italiani non è per niente cara la vita. Dipende molto da che tipo di vita fate. Io ero lì da una mia amica turca e ho speso pochissimo, ma forse è anche perché lei ha saputo guidarmi bene evitando i posti tipici da turisti e quindi le fregature…

  40. Ciao, siamo interessati a capire le opportunità che si possono avere nel mercato turco nel settore della progettazione e realizzazione di giardini.
    Per questo siamo alla ricerca di contatti validi con professionisti (architetti, progettisti, ecc..) per sondare il mercato.
    Svolgiamo un lavoro di qualità e, se ci sono le condizioni, potremmo prendere in considerazione la possibilità di costituire una società in Turchia.
    Grazie in anticipo per la risposta.
    Saluti, Roberto Pellegrini

  41. Laura

    Ciao a tutti, sono una ragazza italiana, in erasmus i spagna ho conosciuto e mi sono innamorata di un ragazzo turco..
    volevo sapere come possiamo fare per stare insieme, oltre a vedersi ogni tre mesi grazie al visto turistico.
    Se lui mi trova un lavoro, posso trasferirmi con lui? é difficile ottenere i permessi? dove devo chiedere?
    Se qualcuno puó spiegarmi un pó come funziona, lo apprezzerei molto 🙂

  42. Gionni

    Ciao a tutti,
    vivo a Istanbul da quest’anno per lavoro. Nonostante legga nel blog entusiasmo per la città che indubbiamente è bella non sono ancora riuscito a ben integrarmi. Lavoro nel tessile-abbigliamento e devo seguire produzioni in tutta la Turchia non solamente. Quindi devo continuamente spostarmi ( taxi, aereo, auto) e il mio dramma è il traffico, ovunque e sempre presente.
    Pertanto ,pur esidendo in zona Cihangir (conosciuta e rinomata,) non ho avuto modo di interagire e conoscere persone conterranee. Ovviamente ho relazionato con i collaboratori turchi che sono disponibili, gentili e premurosi. Il problema è la lingua turca che non parlo e il loro inglese limitato.
    Pertanto mi piacerebbe avere segnalazioni su che cosa fanno e dove vanno nel fine settimana i miei concittadini italiani o quantomeno coloro che parlano la nostra lingua(in alternativa l’inglese o il francese).
    Premetto che non è la prima esperienza di lavoro all’estero in quanto ho vissuto in Tunisia, Cina e India ( elencate nell’ordine delle mie preferenze) ed è stato molto facile integrarmi, anzi mi sono trasferito a malincuore.
    Spero che questo blog mi sia d’aiuto e mi faccia apprezzare la miapermanenza.
    A presto
    Gionni

    • Nina

      Ciao Gionni!

      ammetto che il primo impatto con Istanbul, per chi ci si trasferisce per viverci e non ci era mai stato prima, non è semplicissimo!
      Purtroppo essendo una città di 15 milioni di abitanti circa, il traffico è il minimo…c’è a Milano, figurati lì!
      Io al momento sono rientrata in Italia ma conto di tornare nella mia meravigliosa Istanbul per dicembre/gennaio!
      Ho comunque ancora degli amici lì e la sera non facevamo cose poi molto diverse da quelle che faccio anche in Italia: locali, discoteche, cinema, ecc.
      Io molto spesso andavo a ballare nei locali lungo il Bosforo.
      Le persone che ho conosciuto, le ho conosciute un pò per caso, per lavoro e altre durante il mio corso di turco.
      Ci vuole molta pazienza e vedrai che riuscirai ad integrarti anche tu! Istanbul è magica e i turchi sono un popolo meraviglioso! 🙂
      Fammi sapere se hai bisogno di qualche dritta in particolare!
      Ciaoo

      Nina

      • Andrea

        Ciao Nina , scorrendo ho letto il tuo post.
        Io sto cercando giovani brillanti turchi che conoscano anche la lingua italiana per fargli fare un periodo in Italia per insegnargli la mia professione e poi Riportarli in Turchia a svolgere l’attività . Saresti in grado di aiutarmi?
        Se si scrivimi a : a.zanzarzi@tecnocasa.com

      • Paola

        Ciao Nina, ti scrivo perché ho letto che hai frequentato un corso di turco. Vivo a Istanbul da due settimane con il mio ragazzo e devo dire che l’impatto, come hai scritto tu, è abbastanza forte. Il problema fondamentale è la lingua per questo mi sono iscritta alla Dilmer. Te che scuola hai frequentato? Quanto tempo ci hai messo ad imparare il turco? Io sto studiando a casa da sola in attesa che inizi il corso a Marzo ma devo ammettere che sono un po’ demoralizzata, mi sembra difficilissimo impararlo!
        Inoltre non ho ancora visto ombra di un italiano… Dici che ai corsi c’é possibilità di incontrare connazionali?
        Grazie e scusa delle mille domande ma vorrei conforto da qualcuno che ha già vissuto ad Istanbul!
        Un saluto.

        Paola

    • alessandro

      ciao Gionni io mi sto muovendo tra italia e Istanbul e stabilizzando a Istanbul. cerco un lavoro nellAmbito del tessile o moda o calzature ho una forte esperienza nella costruzione di borse e calzature mentre per abbigliamento ho una fore competenza per la selezione delle collezioni e commercializzazione di esse puoi darmi qualche dritta se conosci o dove posso cercare delle fonti per trovare un impego in questo ambito . sottolineo nutro una forte passione per questo settore lavorativo nel quale sono sempre stato impiegato .
      grazie in anticipo a tutti

    • Federico

      Ciao Gionni

      io vivo ad Istanbul e sono italiano sono appena arrivato quindi non so che fanno gli italiani qui ma posso farti sapere quando faccio qualcosa. ciao a presto

  43. Salve
    Mi chiamo Buzzi Cesare ho 45 anni.
    Sto cercando lavoro nella città di Istanbul come aiuto cuoco o altro.
    Ho fatto vari mestieri tra cui cuoco, salumiere, macellaio, e ora sono responsabile in una ditta di elettronica dove mi occupo dagli ordini, all’asemblaggio , al collaudo e alla spedizione di schede elettroniche.
    Parlo le seguenti lingue: Italiano,Turco, Inglese, Francese, Spagnolo e ho anche una eventuale base di alloggio a Istanbul. Telefono 327 8260744 cesbuzzi@gmail.com

  44. Michele Annesanti

    Ciao,

    ho 27 anni mi sono appena laureato in Realzioni Internazionali all’Univeristà di Perugia. Sono seriamente intezionato a trasferirmi ad Istanbul e avrei bisogno di trovare lavoro. Non conosco il turco, per ora, ma parlo inglese, c’è qualcuno che mi può dare qualche informazione?

    Grazie mille,

    aspetto e spero in una rispota positiva.

    Hoscakalin

  45. Buon giorno a tutti,
    sono un fotografo che si occupa di fotografia pubblicitaria e dopo essere stato ad Instanbul per vacanza nel 2009 sto pensando adesso che mi piacerebbe molto spostarmi in questa città per lavorare lì. Se qualcuno mi da qualche informazione
    sia sulla fattibilità del progetto o qualche informazione su come si possa operare gliene sarò grato, grazie

  46. Davide Celli Rimini

    ciao a tutti sto cercando persone che vivono ad Istanbul, interessate al progetto di esportare prodotti tipici italiani, quali vini, olio, formaggi etc.
    la mia idea è quella di lavorare su prodotti non industriali ma su quelli delle aziende agricole, quindi di rivolgermi ai piccoli produttori per puntare sulla qualità
    contattatemi così ci conosciamo facciamo due chiacchiere e magari ne nasce un’avventura di scambio culinario/commerciale
    daiiiiiiiii 🙂
    melli72@tiscali.it

  47. mauro.nbattaglia

    forse la mia visione è più incantata, ma non per questo meno assenata. per anni, dopo aver visto respirato la poesia di quei posti attarverso i film, il primo, “il bagno turco” di ozpetek, ho desiderato vedere istanbul…l’ho realizzato la scorsa estate col mio compagno quando per 2 settimane, sono rimasto affascinato, trasportato e rapito dalla sensualità, dalla bellezza e dinamicità di questa città porta tra orient e occidente. mi accorgo, che mi accodo ad una impressionante mole di persone che vorrebbero realizzarsi, ritrovare se stessi, avventurarsi e trasferirsi in questa magnifica città. lo vorrei anch’io, con un curriculum forse meno spendibile e forse la sola volontà e trasparenza di chi partirebbe domani per riallacciare i nodi della sua vita, forse troppo filosofo, ma certamente convinto. mi piacerebbe anche solo confrontarmi con chi, è riuscito, chi lo sta realizzando e chiunque potesse fornirmi consigli o raccomandazioni per farlo. (per indirizzo mail contattare la redazione)

    • luca

      ciao mauro ho letto il tuo post e devo dire che sono rimasto incantato,perchè ho intenzione di partire a settembre,da solo o con una mia amica,per istambul e restarci qualche mese.Leggo molti post che parlan di lavoro come prima motivazione,comprensibile certo,ma per me invece rappresenterebbe appunto la voglia di mettermi in gioco,ritrovarmi,confrontarmi con altre persone e culture,per crescere e aprire un altro affascinante capitolo della mia vita.Un saluto Luca

  48. Laura

    Ciao a tutti, mi chiamo Laura e sto pensando seriamente di lasciare l’Italia.Sono profondamente innamorata di Istanbul e mi piacerebbe tanto poter trovare un lavoro lì. Al momento qui in Italia ho perso il lavoro. Sono psicologa con 5 anni alle spalle di esperienza nel campo dell’immigrazione. Qualcuno di voi sa darmi qualche informazione su come muovermi in Turchia rispetto a questo campo? Conosco abbastanza bene l’inglese ma non il turco.
    Grazie!!

    • ferid

      ciao ho visto tuo messaggio che dicevi che volevi venire in turchia.sono ingegnere in turchia.e ho amici italiani qua a istanbul.non vivo ad istanbul pero ti posso aiutare.scrivimi ciao..

      • Emanuele

        Ciao Ferid ! se hai qualche possibilità o dritte per la ricerca di un lavoro per me fai un fischio. Io a breve mi trasferisco ad Istanbul con la mia ragazza che è nata li ma da qualche anno vive stabilmente in Italia. Io sono un ingegnere gestionale con solida esperienza in logistica e supply chain . Se hai qualche consiglio fai un fischio 🙂

        Puoi contattarmi a : elexit@hotmail.com

  49. Ahmet

    Ciao a tutti,
    Io sono un Turco che ha 25 anni. Mi sono laureato dall’Economia e Commercio e Marketing. In questi giorni ho deciso di fare l’imprenditorialità valutando di una nostra casa che si trova in un bel quartiere di Istanbul. Il mio primo progetto e’ aprire una scuola che insegna Cucina Italiana ma certo che sono aperto anche per altri suggerimenti. Vorrei conoscere le persone che vogliono fare investimento ad Istanbul. Potete contattarmi via email: ahmeteren88@gmail.com

  50. rosalba

    Sono interprete Inglese-francese e specialista in traduzione laureata all’Università di Bologna con specialistica in Traduzioni a Roma e ho 28 anni.Vorrei tanto vivere e lavorare in Turchia, Istambul ad esempio mi andrebbe benissimo.Che possibilità avrei?Grazie

  51. Lorenzo

    Ciao a tutti sono studente in ingegneria edile ed ero intenzionato a fare domanda erasmus a Istanbul per sostenere un paio di esami e poi cercare qualcosa per la tesi.
    Qualcuno sa dirmi Istanbul nel mio campo (ho visto molti Architetti 🙂 )e se si trova qualcosa nel campo dell’ energy manager?
    Vista la situazione della nostra beneamata nazione la mia intenzione era quella di scegliere una meta per poi fare un master e rimanere a lavorare là…

    Grazie a tutti
    ciaooo
    contattatemi pure a : lorenzopergo@yahoo.it

  52. Barbara

    ciao Mi chiamo Barbara sono architetto, laureata all’università di architettura a Firenze
    Ho fatto diverse esperienze in Spagna, Firenze, Lecce e Udine in studi di architettura e ingegneria nel settore: progettazione , ecosostenibili/Bioedilizia, direzione lavoro, arredamento, ristrutturazione, edilizia, urbanistica, certificazione energetica, scurezza , perizia di stima, incarichi pubblici, impianti.
    Sebbene la mia esperienza nella pratica stia ancora crescendo essendo entrata nel mondo del lavoro da sei anni, questo tempo è bastato per scoprire in me la voglia di conoscere sempre più il vasto mondo dell’architettura,di entrare in contatto con il maggior numero di professionisti del settore, di confrontarmi con esperienze lavorative sempre nuove e diverse.

    Ecco che, segnalando la mia disponibilità alla collaborazione in studi di architettura e ingegneri chi volesse darmi questa opportunita non esiti a contattarmi…basta inviare una e.mail a (per indirizzo mail contattare la redazione)

  53. yagmur

    ciao a tutti. sono turca, di istanbul. fin dall’1,5 anni abito a lago di garda (bs) e studio la lingua e cultura italiana. io contrariamente a tutti cerco un lavoro qua nella mia zona (ho gia i miei permessi sia soggiorno che lavoro). ho 23 anni, sono laureata in marketing (in turchia), conosco bene l’italiano e l’ho certificato, parlo anche inglese. dopo la laurea ho avuto una piccola esperienza nel campo dell’organizzazione degli eventi a istanbul. se avete qualche diretta o volete direttamente assumermi -preferisco questo:p – contattatemi.

    • Ciao Yagmur, potresti contattarmi via mail? Sono una libera professionista nel campo del marketing di Peschiera del Garda (verona) e con degli altri colleghi potremmo assecondare le tue esigenze (www.artheria.it) . Voglio aprire un ufficio di rappresentanza ad Istanbul e trasferirmi là per qualche anno tenendo la sede in Italia. Tu potresti fare al caso nostro, in quanto potresti lavorare ai progetti di creatività dalla nostra sede (sommacampagna ) ma contribuire anche alla lingua (l’obiettivo sarebbe trovare clienti turchi offrendo competenza, professionalità e creatività italiana). Ti potrebbe interessare?

      Il mio Cell: + 39 328 8480149
      Sul mio sito puoi vedere un po’ di me.

      Attendo tue, ciao grazie
      Alice

  54. annalisa

    Ciao a tutti!!!! Mi sono innamorata di Smirne e ho bisogno di lasciare l’Italia. Sono un’insegnante di Italiano e Latino. Dovrei riuscire a prendermi un anno sabbatico ( che nn viene pagato)…. Ho quindi bisogno di trovare un lavoro ( qualsiasi) meglio ovvio nel mio settore. Qualcuno ha un consiglio???? Grazie

    • Marcello

      Ciao Annalisa, come te sento pienamente di lasciare l’Italia (per tanti vari motivi) e di trasferirmi in Turchia (ovviamente le mie mete preferite sono Izmir ed Istanbul). Desideravo chiederti se, in questi 2 mesi, hai trovato già lavoro e se avresti qualcosa di concreto da potermi consigliare. Ho una laurea in Scienze Politiche e parlo molto bene l’inglese e lo spagnolo ed ho una conoscenza elementare del turco. E’ vero che cerchi dei consigli e non che qualcuno ti contatti perchè si ritrova con il tuo stesso problema ma, all’interno di una comunità, credo ci si aiuti a vicenda.
      Buona giornata,
      Marcello

    • Giovanni

      Ciao Annalisa, prova presso gli I.I.C. (istituti italiani di cultura ); spesso cercano insegnanti di italiano per corsi che promuovono per chi vuole, dal paese in cui ha sede l’istituto, venire a lavorare in Italia.
      Non so dirti di Smirne, ma sicuramente c’è ad Istanbul.
      ecco il link: http://www.iicistanbul.esteri.it/
      buona fortuna
      Giovanni

    • Christian

      Ciao Annalisa a Izmir puoi trovare la camera di commercio italiana.. Izmir Italyan ticaret odasi.. qui possono aiutarti nel trovare lavoro! Io sto cercando di trasferirmi qui,avrei trovato il lavoro ma devo riuscire a prendere i permessi.. se hai bisogno ho un ‘amica che lavora li! Buona fortuna

  55. Silvia

    Ciao,
    studio architettura e da marzo a giugno sarò ad Istanbul per sviluppare il mio progetto di tesi. Scrivo per chiedere se qualcuno ha da propormi o è a conoscenza di qualcuno che affitti una stanza a studenti erasmus (mi hanno consigliato i quartieri di Cihagir oppure osmanbey, nisantasi, sisli, mecidiyekoy).
    Grazie a tutti

    • Maria Teresa

      Ciao!!sei ancora in cerca? Io anche sto sviluppando il mio progetto di tesi in architettura qui, da febbraio fino a fine giugno!a quale universita’ fai riferimento qui ad Istanbul? Io sono stata erasmus qui per nove mesi fino allo scorso luglio, per c.ca 9 mesi, e poi ci sono tornata. Se hai voglia scrivimi!

  56. Cari tutti, mi chiamo Maria e in Italia ho un’azienda che si occupa di formazione Manageriale e comportamentale. Vorrei svolgre l’attività di consulente e formazione a Istanbul, potete darmi qualche dritta? di seguito una presentazione:

    20 anni di esperienza, più di 100.000 partecipanti ai suoi corsi, migliaia di giornate d’aula e centinaia di Personal Coaching, fanno di Maria Lettieri, uno dei numeri uno nella formazione europea. L’eccezionale comunicazione, l’instancabile energia, la carica motivazionale che è in grado di trasmettere, sono le sue caratteristiche principali, che ne fanno una straordinaria “coach” personale. Ha lavorato con imprenditori, managers di aziende, personaggi dello spettacolo, atleti e squadre di calcio..
    Nel 2010 ha fondato E Mind Training (www.e-mind.org), società internazionale di formazione e consulenza aziendale, che grazie ad un know-how specifico sia in termini di contenuti che di metodologia e diventata leader nella fornitura di percorsi progettati sulla base delle specifiche esigenze aziendali e personali, della quale è attualmente Amministratore Unico.
    Sono notevoli e di indubbio spessore le Aziende che usufruiscono dei nostri servizi, riconoscendo ad E-Mind quella competenza e professionalità di cui si sente assolutamente il bisogno; questo è frutto della dedizione e passione che Maria Lettieri esprime giorno per giorno nel proprio lavoro e nel rapporto con i propri clienti.
    Consapevoli che la crescita e la competitività sul mercato moderno si raggiunge con la corretta Formazione,. proponiamo percorsi di crescita per le risorse umane, prestando particolare attenzione a temi quali la qualità della competenza relazionale ed emozionale, la consapevolezza e la valorizzazione delle differenze individuali nel lavoro di gruppo, la vendita, la creatività, lo sviluppo della leadership individuale e la capacità di trasformare i conflitti per condurre gruppi di lavoro al raggiungimento degli obiettivi.

  57. Emanuele

    Voglio vivere a Istanbul o lì vicino io ho la casa a Verona se interessa ci scambiamo il posto e se serve un lavapiatti anche per cominciare o un domestico….ho lavorato 20 anni in casa per anziani, sono capace di fare assistenza alle persone ….amo la musica la bella gente onesta e sincera…Istanbul mi ha fatto aprire il cuore

  58. Laura

    Merhaba, sono una studentessa italiana e sto facendo l’erasmus a Istanbul fino a luglio. Sono arrivata qui il 13 settembre 2012, in possesso di un visto di studio valido per un anno. Sono andata al commissariato per il PERMESSO DI RESIDENZA il 2 ottobre ma non ho ancora pagato la tassa di 172 euro (che a quanto pare è necessaria per ottenerlo, anche se nelle carte sembra esseci scritto GRATUITO). Inoltre il 5 febbraio devo tornare in Italia. Sono ancora in tempo? COSA PUò SUCCEDERE?

    • Silvia

      Ciao Laura, mi chiamo Silvia e dal 6 marzo sarò anche io ad Istanbul per sviluppare il mio progetto di tesi preso la ITU…e una volta arrivata dovrò cercare un appartamento nei quartieri limitrofi a piazza Taksim o vicini alle fermate della metro…
      …avresti voglia di metterti in contatto con me in modo tale da fornirmi qualche informazione in più e darmi qualche consiglio?
      Ti ringrazio in aticipo

  59. Carlo

    Ciao a tutti,
    volevo dire a tutti coloro che hanno dubbi di qls genere su istanbul (problemi di adattamento, difficoltà info, vivibilità, ecc) che io sono da 4 anni che ci vado spessissimo (anche x lunghi soggiorni) e che non mi sono mai trovato in difficoltà…è la città in cui probabilm a breve sceglierò di vivere e ve la consiglio xkè c’è un cos’ grande movimento, una così grande varietà ed eterogeneità di persone che è l’ideale x crescere anche professionalmente (io sono ing-arch)!!!!
    Per qualsiasi info chiedetemi pure!

    • Giorgio

      sono un architetto di 50 anni che sta pensando di esplorare la possibilità di fare attività all’estero puoi darmi qualche ragguaglio sulle possibilità in turchia.

    • Rosaria

      Ciao! Tra due settimane seguendo mio marito architetto, andrò anche io ad Istanbul: sono ingegnere edile-architetto ed ho 32 anni…Dritte? Sto già mandando curricula ma se potete darmi qualche indicazione o consiglio, è tutto bene accetto 🙂
      Grazie!!!!

    • catalina

      Ciao, Carlo
      Io vorrei aprire un azienda a Istanbul insieme a mia sorella abbiamo difficolta dal punto di vista burocratico, pare che ti impongono un minimo di dipendenti turchi, 5, e un guadagno minimo mensile, questo quando uno dei soci non è cittadino turco… conosci magari qualcuno competente con cui parlare.

      • delice

        ciao catalina,sono turco 8 anni che vivo in lombardia a como. ho 34 anni a lungo tempo stato in istanbul fatto anche corriere :)che non consiglio nessuno. secondo me non sarebbe cosi difficolta, perche stato ci aiutano chi voele aprire un azienda. poi dipende esempio se apri un azienda non so SPA chiedono assumere minimo 5 persona, invece se apri come S.R.L. non chiedono niente. bisogna vedere se come con viene. perche ci sono tanti tipi di contratto x attivita. se hai tanti domanda manda mi email. ti saluto ciao.

        • Daniela

          Buongiorono Daniela, da 10 anni ho un’agenzia pubblicitaria che fa comunicazione aziendale e video promozionali di alta qualita’. I nostri migliori clienti sono scuole, siamo specializzati nella promozione di realta’ didattiche e culturali. I risultati sono buoni ma e’ molto faticoso lavorare in Italia. Sono molto interessata ad aprire una sede a Istanbul. Fammi sapere come mai avverti di stare attenti.
          Grazie
          Daniela Vola
          FLY Media

    • SilviaF

      ciao Carlo,
      sono Silvia architetto con più di 10 anni di esperienza, ho uno studio professionale in italia ma insieme alla mia socia vorremmo conoscere meglio la turchia e provare a lavorarci come architetti!!! Abbiamo appena iniziato questa ricerca perchè stiamo facendo un’esperianza in cambodia a Phnom Penh e ci piace molto lavorare all’estero, se fosse anche vicino e così vivo come la turchia sarebbe l’ideale.
      tutte le informazioni che puoi darmi per quanto riguarda la professione del progettista e a come trovare lavoro, sono bel accette!!! grazie mille.
      SilviaF

      • Pasquale

        Ciao, sto cercando dei partner con i quali aprireuno studio di progettazione in turchia. vivo a Brescia dove da circa 7 anni ho aperto studio di progettazione ed impresa edile…visto il disastroso andazzo nel settore delle costruzioni sto cercando di aprirmi a nuovi mercati…

        • luca

          Ciao Andrea, sono un architetto interassitissimo ad un’esperienza del genere. Esercito la professione da circa 8 anni e vivo in Calabri, contattami ….

    • consuelo

      ciao, io,mio marito e mia figlia di 5 anni stiamo pensando seriamente di trasferirci a istanbul a vivere perche’ la citta’ ci ha entusiasmato quest’estate.
      Io sto verificando la possibilita’ di farmi assumere da una societa’ multinazionale di trasporti presente anche li’ per la quale ho lavorato 8 anni in Italia ma per mio marito che e’ un militare secondo te c’e’ possibilita’ di trovare lavoro?
      per comperare un appartamento di 80/100 metri quadrati quanto si puo’ spendere in una zona semicentrale? sai per caso quanto possono costare le scuole elementari internazionali per ns figlia?
      potresti eventualmente dirmi a chi rivolgermi per queste notizie?
      grazie 1000 e scusa se ti ho disturbato
      consuelo

    • andrea

      ciao, sono anche io un ark mi piacerebbe poter sviluppare un ‘attività inerente la professione in turchia e medio oriente. sei a conoscenza di studi, aziende o siti che operano in quell’area che si potrebbero contattare o consigliarmi come potermi movere per cercare lavoro lì?
      grazie per l’attenzione
      Andrea

    • monica

      ciao carlo,
      volevo sapere se e proprio cosi come si dice che merita da fare l esperienza da vivere in turchia…vedi anche tu che tempi pasiamo qua,in italia…
      dami un consiglio ti prego
      grazie,monica

    • andrea

      aarchitetto buongiorno,
      io sono un tapezziere specializzato in forniture alberghier e ville di lusso.
      Secondo lei potrebbe essereci un mercato per i miei prodotti e servizi?

      grazie
      decorazione d’interni
      Chiesa Andrea

  60. sandro

    Ciao a tutti. ho 34 anni e sono un tecnico di maglieria. Vorrei trasferirmi ad Istanbul, so che c’è un bel distretto tessile. Qualcuno mi puó dare qualche dritta? Grazie

  61. Giovanni

    Salve, sono Giovanni sto valutando di aprire una attivita’ a istanbul, vorrei conoscere persone che conoscono bene la lingua e la Citta. Valuto un eventuale collaborazione, nel settore Food. Grazie

    • Filippo

      Ciao Giovanni,
      Anche io sto pensando di aprire qualcosa del settore food ad Istanbul..
      Conosco bene il turco e la città (ho lavorato e vissuto 7 mesi qui quest’anno), e vorrei trasferirmici tra qualche mese (dopo che sarò laureato).
      Qualora fossi interessato, contattami via mail.

    • Silvia

      Ciao sono Silvia, ho 29 anni e vivo qui da qualche anno, lavoro come guida, interpretariato per relazioni commerciali, traduttore e insegno lingue straniere. Se posso essere utile questo è il mio contatto!

      • emanuela

        Ciao Silvia, volevo domandarti come trovare lavoro a Istanbul! io parlo inglese e francese ma non ho una certificazione, ci sono siti di annunci? E’ prevista in Turchia un’assistenza sanitaria pubblica o pensionistica?

      • Caterina

        Ciao Silvia! Ho letto il tuo post ed è molto interessante 🙂 Anche io sono interprete e traduttrice e conosco molto bene l’inglese, il francese e l’olandese e vorrei insegnare italiano o inglese… tutti continuano a dirmi che è facile trovare lavoro come insegnante a Istanbul ma sugli annunci che trovo richiedono tutti una certificazione e molti anni di esperienza! Se ti va di sentirci, questa è la mia email:caterinabovini@gmail.com. A presto spero! 🙂

      • marina umelesi

        Gentilissima Silvia,
        ho letto il tuo post che risale ad un’anno fa -in fondo è comunque piuttosto recente!- e ho pensato di disturbarti perchè sarò ad Istanbul per 5 o piu mesi da settembre, grazie al progetto Erasmus. Ho 29 anni e sono studentessa in Relazione Internazionali (sto terminando una specialistica). mi piacerebbe che tu mi dessi il tuo parere e un consiglio riguardo alla situazione lavorativa.
        infatti la mia università di provenienza non mi garantisce un elevato pocket money mensile, perciò dovrò arrangiarmi a cercare una piccola occupazione, che mi garantisca anche solo 600 LT al mese. il mio grande ostacolo è, come immagini, la lingua! Che tipo di mansione credi che io possa cercare nella mia situazione? ho un’esperienza decennale nella ristorazione (sono barmaid e aiuto cuoco d’esperienza)..inoltre pensi che un impiego nel tuo campo, data la mia formazione, sarebbe da escludere? ti ringrazio infinitamente per la pazienza e scusami per il tempo che ti ho rubato. tanta fortuna! un cordiale saluto, Marina Umelesi ( facebook: Marina U-Boot)

  62. FRANCESCA

    Ciao,
    sono una sceneggiatrice professionista da oltre 8 anni e ho lavorato sia come libero professionista (anche con ruoli di produzione su diversi set) che come autrice di documentari, film e racconti.
    Sto per partire alla volta di Istanbul, dove ho trascorso un periodo questa estate e che ho amato per la vivacità culturale e per lo stile di vita. Ho scelto questa città perché è una strordinaria terra di mezzo e in questo senso mi somiglia molto. Sono interessata a tutto ciò che riguarda l’arte, ma anche il sociale e tutte le relazioni che scaturiscono dal connubio tra questi due elementi.
    Molti mi dicono che è difficile inserirsi in Turchia con la mia professione, in primis per via della lingua (non conosco il turco, anche se parlo inglese e francese), qualcuno mi ha suggerito di propormi come insegnante privata di italiano e intanto annusare l’aria. IO ho pensato di stilare un programma di studio che permettesse ai cittadini turchi e agli stranieri che vogliono apprendere la mia lingua di impararla attraverso la mia materia, il cinema. Per ora, mi hanno risposto in pochi.
    Avete qualche suggerimento da darmi? Il vostro sito mi sembra molto utile, complimenti!

  63. stella

    Ciao a tutti e tutte 🙂 volevo chiedervi un paio d’informazioni….. il mio ragazzo è ad Istanbul e resterà per 5 mesi, quindi chiaramente ho intenzione di andarlo a trovare e speravo di poterlo fare in due volte, allora mi chiedevo: il permesso di 90 giorni è frazionabile? posso entrare e uscire più di una volta restando entro i limiti di tempo previsti? oppure una volta che sono uscita non posso più rientrarvi se non dopo mesi? siccome sono anche una fifona e ho paura degli aerei….. che alternative di viaggio ci sono per arrivare velocemente in Turchia? e poi un ultima domanda….. qualche consiglio per la casa? Il mio ragazzo dovrà cercare una stanza in affitto per il periodo di soggiorno ma a parte pochi contatti che non sappiamo ancora se sono davvero utili…. non abbiamo idea di dove cercare!!!!!!! mi date qualche bella dritta????? grazieeeeeeeee! XD

    • elisabetta

      Ciao Stella, ti dico per esperienza, visto che anche io ho cercato di evitare l’aereo la prima volta, che puoi prendere il traghetto a Brindisi e dopo “solo” 36 ore di viaggio arrivare a Cesme. E’ una follia, fidati, il volo è tranquillissimo, io volo sempre Turkish ora, ti trattano come 20 anni fa Alitalia e BA…Se no ci sono sempre i pullmann o il treno, da Trieste sono 2 giorni e mezzo con vari cambi…

  64. silvia

    Ciao a tutti! Il prossimo mese vorrei partire per la Turchia, a Izmir. Prenoterei il volo di sola andata perchè non so quanto mi fermerò. Avete qualche consiglio da darmi? È consigliato fare un’assicurazione sanitaria? Grazie in anticipo
    Silvia

  65. Enis Basar

    Ciao a tutti , sono un ragazzo turco ma sono nato e cresciuto in Italia.

    Sono uno studente dell’Università Cà Foscari di Venezia e sono al terzo anno della facoltà di Commercio Estero .

    Nel mio percorso di studi è previsto un tirocinio all’estero di 2/3 mesi periodo Febbraio-Marzo o febbraio-Aprile 2013 e tra le mie mete preferite non può non esserci ISTANBUL .

    So parlare il Turco quasi perfettamente , inoltre so l’arabo , e l’inglese .
    Cerco un’azienda italiana o non, con sede ad Istanbul che mi ospiti come tirocinante nel periodo stabilito.

    contatti: (per indirizzo mail contattare la redazione)

    Grazie.

    • Nina

      Ciao ragazzi! A quanto pare, forse ce l’ho fatta! Lunedì prox sarò a istanbul per un colloquio e se va come spero…!!! Intanto inizierò a cercare anche una casa in affitto! Chiunque fosse lì settimana prox e avesse voglia di vederci, fatemi sapere! Scrivetemi!

      • gabri74

        spero che ti sia andata bene come a me per il nuovo lavoro!!!
        io abito a İstanbul dal 1 Ottobre c.a.
        possiamo scambiare 2 dritte se vuoi…
        ciao

        • nina

          Ciao Gabry,

          si certo! per fortuna mi è andata bene con il lavoro solo che ora stò cercando di capire se, intanto che preparo tutti i documenti per il permesso di soggiorno, posso fare l’Ikamet! Mi salverebbe la vita soprattutto perchè teoricamente potrei cominciare a lavorare! tu come hai fatto?
          Ti lascio la mia mail: (per indirizzo mail contattare la redazione)
          Io sabato torno a Istanbul e ci starò per una settimana perchè stò cercando casa…spero entro novembre di essere giù fissa!
          Iyi gunler!

          • ALESSANDRA

            CIAO ELENA!

            Ho letto che ti sei trasferita ad Istanbul per lavoro…. Come hai fatto. ?potresti darmi qualche dritta?
            IO sono alla ricerca disperata di un lavoro. ?. Ho una laurea in Statistica specializzata in ricerche di mercato..
            Grazie per il tuo prezioso aiuto
            Alessandra
            Ps la mia mail (per indirizzo mail contattare la redazione)

          • marcello

            Ciao Alessandra, mi chiamo Marcello e, come te, sono molto intenzionato di trasferirmi ad Ist o Izmir. Hai ricevuto notizie da Elena? 🙂
            Anch’io sono da tempo alla ricerca disperata di un lavoro inTurchia!
            Laureato in scienze politiche e con una discreta conoscenza di inglese e spagnolo (ho soltanto una conoscenza base del turco), vorrei trovare una qualche opportunità in Turchia.
            Saresti in gradi di aiutarmi?
            Ti lascio il mio ind email (per indirizzo mail contattare la redazione)
            Grazie,
            Marcello

          • Christian

            Ciao Marcello… spero tu sia riuscito a trovare lavoro!ho trovato oggi questo sito..Io sono ad Izmir da circa 10 mesi e sto cercando di mettermi in regola con i permessi perche’ ho trovato lavoro ma credo debbo tornare in italia per richiedere in consolato i documenti necessari.. qui la burocrazia non e’ troppo chiara.. se posso aiutarti volentieri.. io credo adesso di avere le idee chiare di come riuscire a mettersi in regola Ciao. ..e chiunque possa darmi qualche consiglio e’ ben accetto! grazie

    • Claudio Marras

      Buongiorno, siamo un’azienda di Milano che si occupa di sottotitolazione di video in varie lingue. Cerchiamo una persona che possa sincronizzare i testi in lingua turca sul parlato in lingua inglese.
      Grazie mille.

  66. Matteo santelli

    Ciao, soon laureato in economia del turismo e dopo Londra sto pensando di andarmene ad Istanbul all’inizio per vacanza poi naturalmente se é fantastica come tutti dicono vorrei rimanere anche per imparare una nuova lingua che non fa mai male.
    Volevo sapere da dove cominciare per trovare lavoro e tutte le informazioni utili.
    Grazie mille in anticipo.

  67. Mari

    Ciao!!!
    Ho deciso che vado via dall’Italia, e pensavo di andare af Istanbul.
    Andrò a Natale per fare dei giorni di ferie e visitarla.
    Io contavo di trasferirmi per maggio, qualcuno sa dare qualche consiglio?
    Io adesso faccio formazione, ma li farei qualsiasi lavoro non mi interessa. Conto di stare via un anno e poi… vedrò….

    Grazie Grazie

  68. Vale

    Sono tornata ieri sera da Istanbul e già mi manca… forse è la volta buona che ho trovato un posto dove andare a vivere.
    Ho letto le procedure da seguire e mi pare di capire che la prima cosa da fare sia cercare un lavoro.
    Ho 25 anni e sono laureata in comunicazione e pubblicità, parlo fluentemente inglese, francese e spagnolo, e studierei volentieri il turco… se qualcuno stesse cercando una persona con questi requisiti sarei davvero felice di partire per questa avventura.
    Grazie anche per la splendida visita ai quartieri di fatih, balat e fener, davvero bella!

    • Stefania

      Ciao Vale..
      Sono Stefania, ho 25 anni e sono anche io appena tornata da Istanbul (il 31 agosto..). A fine mese riparto per cercare lavoro la. Ho diversi amici italiani che stanno lavorando ad Istanbul e mi hanno detto che al momento ci sono diverse possibilità..ma all’inizio bisogna sapere almeno un pochino di turco..ed è per questo che ad ottobre inizierò un corso di turco!
      sto avendo un pò di difficoltà nel trovare gli appartamenti giusti..
      se hai bisogno info scrivimi pure.
      Ciao!

  69. Nina

    @ Elisabetta: ti rispondo io Elisabetta e spero di poterti essere utile! Se ci sei stata per vacanza, quindi per un breve periodo, e vuoi tornarci ancora per un altro breve periodo, lo puoi fare tranquillamente…Non serve aspettare 6 mesi!O almeno, io facevo la “pendolare” e scendevo in Turchia una volta al mese perchè il mio fidanzato abitava in Turchia e non ho mai avuto problemi! 😉

  70. Elisabetta

    Ciao Can e Özke,
    dopo il giro con Kadir del 5 agosto -e non aggiungo commenti positivi alle centinaia già presenti con cui concordo assolutamente- avremmo proprio voglia di conoscervi, magari la prossima volta se è possibile.
    Quindi vi chiedo di chiarirmi un dubbio: tornare in Turchia dopo non meno di 6 mesi vale solo per chi fa 90 giorni consecutivi? Quindi, se sono stata per 2 settimane posso tornare anche il prossimo mese?
    grazie per la vostra gentilezza e a presto….
    Elisabetta

  71. alexandra

    ciao! sono una rumena residente in italia, sono andata in Istambul in 2011, e sono rimasta stregata, sono andata con mia mama per comprare merce, non ho avuto soldi per comprare tutto che volevo, e una cita bellisima, poi una cossa che sono rimasta fascinata e che: abiamo comprata la merce, e il turco me la mandata al hotel, quando siamo tornate dopo 3 ore , la merce mi aspetava davanti alla porta, sono moto onesti. ADesso ho aperto una ativita qua in it e ci voglio tornare in Istanbul per comprare la merce… apena aspetto, mio marito non sa che mi perde se mi lascia da solla:))))))))))))), non crede che e cosi belissimo come li raconto io.

  72. Nina

    Merhaba!
    Sono capitata su questo sito un pò per caso cercando delle informazioni su internet per i vari documenti da fare per trasferirmi a Istanbul.
    Come vedo la maggior parte di voi, anche io sono rimasta affascinata da Istanbul dopo una vacanza! Mi è entrata nel cuore…o meglio, forse è proprio il mio cuore che è rimasto lì e ho intenzione di raggiungerlo! 🙂
    Comunque…io ho una mezza proposta di lavoro per la quale dovrei aver conferma a brevissimo e volevo capire come, nel caso l’azienda non dovesse coprirmi le spese per il visto, mi dovrei muovere! Ho sentito parlare di cifre “esorbitanti” per il permesso di soggiorno e che poi bisogna attestare di avere almeno 3000 USD in banca…ma è vero???
    Attendo notizie da chiunque possa aiutarmi!
    Grazie mille!
    Iyi Aksamlar!

  73. Raffaella

    La procedura per l’Ikamet non è così semplice come la descrivi tu, probabilmente sei stato fortunato. Io ho inoltrato richiesta a novembre e mi trovo adesso a luglio costretta a stare qui in Turchia perché sono sempre in attesa del permesso di soggiorno e se esco non posso più rientrare per 6 mesi. Tra l’altro ci ho già rimesso un biglietto aereo…
    Ogni due mesi mi hanno rimandato l’appuntamento in questura, per poi arrivare a fine giugno, quando finalmente ho pagato la “modica cifra” di 1.701 TL per me e le mie due figlie. Oggi avevo l’appuntamento per ritirare il documento ma mentre quello mio e di mia figlia maggiore erano pronti, mancava quello di mia figlia minore. Se ne riparla lunedì prossimo… sempre se sarò “fortunata”!. Tieni presente che mio marito che già lavora a Istanbul è in possesso da novembre dell’Ikamet.

  74. Loris

    Ciao a tutti!

    il 15 luglio arrivero ad istanbul.. con l idea di rimanerci!
    ho gia alcuni contatti li per lavorare ma nessuno che mi puo aiutare per un stanza o appartamento dove stare, almeno per le prime settimane al mio arrivo..
    Qualcuno puo aiutarmi o darmi un sito\persona da contattare ?
    ho molta urgenza nel trovarlo sono disponibile a qualsiasi tipo di abitazione.

    grazie

    Loris

  75. Barbara

    Ciao a tutti,
    ho urgenza di trovare un lavoro ad istanbul.
    Sono laureata in Comunicazione e marketing e svolgo questo lavoro da dieci anni.
    Da cinque mi occupo anche di commerciale estero visto che conosco bene inglese e francese.
    Qualcuno può darmi una mano a trovare offerte di lavoro di questo tipo?

    GRAZIE!!!!

  76. larissa

    ciao , sto cercando qualche scuola, qualche corso di hammam ( tellak o hammam maister) per gli europei a istambul in italiano, inglese o rumeno !
    qualcuno mi puo dare qualche nome?
    grazie

  77. Giovanni

    Ciao a tutti;
    ho provato ad accedere al sito kariyer.net ma non riesco a compilare il campo dove viene richiesta la propria posizione lavorativa. dovrebbe esserci una serie di scelte ma non le visualizzo, nè peraltro mi permette di compilarlo direttamente.
    Tra l’altro anche sulla scuola sono andato un pò ad intuito. ho un diploma di liceo classico ma non saprei trovare equivalenza tra quelli proposti da loro.
    grazie a tutti.

  78. bilancia77

    Ciao,rieccomi qui(sì vi ho già chiesto info in passato ed ho partecipato anche ad una vostra escursione nel quartiere di Fatih,molto bela!!!) a chiedervi informazioni,sto sempre progettando di trasferirmi a vivere ad Istanbul,ma fino ad ora non ho trovato lavoro:(,volevo sapere come funziona la sanità in Turchia?E’ pubblica come in Italia o bisogna avere una sorta di assicurazione come negli Stati Uniti?
    Grazie per le utili informazioni che senz’altro saprete darmi,
    Ciao a presto
    Elisabetta

  79. Anna

    Ciao! sono una ragazza che vorrebbe venire in erasmus ad istanbul alla galatasaray. Sto cercando un posto dove abitare, da quel che ho capito non c è un campus, voi sapete darmi qualche indicazione?
    Grazie!

  80. unal

    Ciao, io sono un ragazzo con la doppia cittadinanza (italiana e turca). Il mio obbiettivo per l’anno prossimo e’ fare medicina ma dato che in Italia c’e’ un test per l’ammissione volevo utilizzare questa opportunita’ per andare in Turchia e studiare li, tanto meglio se Istanbul, citta’ a cui mi sono affezionato.
    Volevo chiedere a chi ha esperienza: se studio in Turchia in futuro potro’ esercitare la professione di medico in Italia o viceversa? Cosa dovro’ fare? Grazie.. CIAOOOO

  81. Sara

    Ciao a tutti,
    mi chiamo Sara e sto svolgendo ıl Servizio Volontario Europeo ad Ankara. Mi sono trasferita a settembre ed il progetto terminera’ ad agosto. Non ho alcuna fretta di ritornare a casa, considerata la crisi a livello lavorativo in Italia e vorrei quindi soggiornare per un periodo medio-lungo in questo paese. Sto studiando il turco, ma non sono ancora indipendente a livello comunicativo.
    Questa lingua e’apparentemente complessa, ma la grammatica e’ semplice: cio’ che consiglio E’di trovare una scuola (dicono che la migliore sia la Tomer) o un insegnate privato dove poter fare pratica a livello comunicativo. Conosco amici che hanno imparato questa lingua in 5-6 mesi!!! İo sono fortunata perche’ grazie allo SVE l’Europa mi ha coperto le spese anche dell’insegnate privato: la pecca e’ che spesso e volentieri gli insegnati si focalizzano solo sulla grammatica. Quindi dopo 6 mesi riesco a svolgere correttamente i compiti, ma non a parlare il turco. Spero in breve di fare progressi. 🙂
    Ho una laurea in lettere e sto cercando un intern-ship, un’opportunıta’ lavorativa che possa dare peso al mio CV. Consigli??
    Il consiglio che posso dare a chi ha dai 18 aı 30 anni, ed e’senza lavoro,e’ di svolgere il Servizio Volontario Europeo. Questo progetto finanziato dalla Commissione Europea permette di stabilirsi in Turchia da 3 ai 12 mesi. E’un buon trampolino di lancio. (per maggiori info :http://www.serviziovolontarioeuropeo.it/)
    Posso condividere le mie idee ed esperienze peronali in Turchia con chi e’curioso di avere qualche informazione in piu’ riguardo questo Paese e la sua cultura.
    Spero di potervi presto dare anche consigli a livello lavorativo. :-))
    Se qualcuno ha qualcosa da propormi…mi scriva! :-))
    Gürüşürüs!
    Sara

    • Linda

      Ciao Sara, mi chiamo Linda e ti scrivo perchè anch’io stò prendendo in considerazione l’ipotesi di fare lo SVE. Ho già preso contatto un una Sending Organization non lontana da casa mia e preso parte ad una riunione informativa, di fatto però al momento stò svolgendo il Servizio Civile e quindi l’idea dello Sve è un’ipotesi che stò valutando. Anch’io sono laureata in Lettere (Conservazione dei beni culturali per l’esattezza) e mi rendo conto della difficile situazione in cui ci troviamo dal punto di vista lavorativo. Per questo motivo però credo che occasioni come lo Sve siano utili specie in un momento di crisi come questo, non solo come esperienze di crescita personale ma anche lavorativo. Mi affascina molto la Turchia anche se non ci sono mai stata (specie Istanbul, città che eventualmente sceglierei per lo Sve) ma mi spaventano un po’ la lingua e la “distanza culturale” (prendi con le pinze quest’espressione;) perchè di fatto non la conosco molto per il momento. Tu in che tipo di organizzazione lavori? Come ti trovi?
      Se preferisci possiamo sentirci via mail!

    • Rob

      Ciao Sara!

      sono Roberto. Vorrei fare una application per un progetto Leonardo (quindi di 3 mesi) per uno stage ad Ankara; me la consigli? Com’è stata la tua esperienza? un saluto

      • GIANFRANCO

        SALVE VORREI SAPERE SE C E LAVORO A ISTABUL PERCHE IN ITALIA
        LA CRISI è MOLTO GRAVE ED IN QUALI SETTORI CERCARE LAVORO.

        GRAZIE
        GIANFRANCO VISCONTI

  82. Chiara

    Ciao a tutti! Sono stata per la prima volta a istanbul per dieci giorni lo scorso settembre e mi è entrata nel cuore per non uscirne più. Sto cercando una internship a istanbul con il programma erasmus placement nell’ambito giornalistico/ufficio stampa… la mia conoscenza dell’inglese è elevata, ma il turco, a parte qualche frase basilare non lo conosco. E’ davvero così impossibile anche trovare un tirocinio con borsa universitaria senza sapere il turco? sicuramente lo studierò da sola, ma non arriverò certo a un livello fluente in un anno!

  83. Attilio

    Ciao! Sono innamorato della Turchia e della gente. Mi piacerebbe trasferirmi per un po’. Sono architetto e illustratore. Parlo spagnolo e inglese e mi piacerebbe avere qualche informazione sui principali studi di architettura (che lavorano bene adesso) in tutta la Turchia in modo da contattarli poi direttamente e propormi con il mio cv.
    In bocca al lupo a tutti e grazie.

  84. marco borello

    ciao a tutti! ho 20 anni mi trovo in inghilterra per imparare l’inglese e ho conosciuto una ragazza da istanbul. abbiamo deciso che a giugno mi trasferisco da lei. la mia domanda è: come funziona l’espatrio? insomma passaporto, visto e via dicendo. e poi… è possibile trovare lavoro come cameriere? ovviamente non so il turco…

  85. Michela

    Ciao a tutti! Sono una giovane psicologa italiana in cerca disperata di un lavoro..come saprete qui la situazione e davvero drammatica e a me piacerebbe dare una svolta alla mia vita! Sono stata a Istanbul in vacanza e ci ho lasciato il cuore..mi piacerebbe viverci..fare un esperienza lavorativa e magari imparare il turco! Chi potrebbe aiutarmi per rendere concreto questo mio sogno?????

  86. Can

    A due anni di distanza il nostro blog è cresciuto molto, i commenti arrivati sono migliaia, non solo da turisti, ma anche da persone che pensano di trasferirsi in Turchia e più precisamente ad Istanbul. Negli ultimi due anni la crisi in Italia si è accentuata, mentre Istanbul si piazza al 7° posto nella classifica stilata dal Global MetroMonitor delle città più dinamiche del Mondo.

    Anche noi due anni fa avevamo un futuro nebuloso davanti ai nostri occhi, molte idee ma poche certezze, tante speranze e molti dubbi. Adesso, nel febbraio 2012, siamo riusciti a fare ciò che era nelle nostre intenzioni. Per un italiano, aprire un’attività in Turchia, fondare una società, comprendere la burocrazia, ottenere un permesso di lavoro, un permesso di soggiorno, non sono sicuramente cose facili. Per fortuna abbiamo trovato delle persone che ci hanno molto aiutato, degli avvocati esperti che ci hanno trattato davvero da amici più che da clienti. In questi due anni abbiamo fatto una preziosa esperienza, se volete dei consigli di qualsiasi tipo potete contattarci.

    • Maria

      Ciao Mi chiamo Maria , e come voi vorrei strasferirmi in turchia , da circa 2 mesi la politica turca e’ cambiata o meglio si e’ irrigidita nel riguardo dei visti , la cosa che ho notato e’ che nessuno ne vuole essere al corrente , cioe’ il lavoro si trova ma non vogliono accollarsi la burocrazia che ce’ dietro ad un contratto cosi’ cosa mi tocca fare : un visto turistico a lungo termine ? e come posso poi nel caso rimanere piu’ tempo se volessi prolungare la mia permanenza .
      grazie maria

  87. Walter

    Ciao sono Walter e forse a giugno riuscirò a fare una breve vacanza ad Istambul, sono appassionato di storia e di arte quindi dopo Roma sicuramente Istambul mi darà quelle emozioni che mi aspetto. Arriverò con mia moglie e lasceremo i figli a casa, chiederò il periodo migliore per partire da maggio a giugno il costo di un accompagnatore devo pianificare per ovvi motivi , ho apprezzato il Manifesto anche se penso che l’Italia non sia il Vaticano ne la Germania, e tanto meno siamo bacchettoni come i francesi. Ciao a presto Walter

  88. Camilla

    Ciao sono Camilla ho 23 anni e sono a Istanbul a fare l’erasmus, avrei bisogno di un’informazione: so che in Turchia i telefoni vanno registrati, ho preso una sim turca l’ho messa in un telefono italiano e ho rgistrato tutto ma devo continuare a usare la mia sim italiana sull’altro telefono che ho portato,devo registrare anche questo telefono con sim italiana?cosa devo portare passaporto e telefono?grazie Camilla

    • Özke
      Puoi usare la tua sim italiana senza problemi con il tuo telefono italiano oppure con un telefono turco. La registrazione va fatta solo in caso di sim turca.
  89. Teresa Roccatagliata

    Ciao! ..inizio con i soliti complimenti, tanto scontati quanto sinceri, è un’iniziativa stupenda quella che voi portate avanti, e ce n’è davvero bisogno visti i pregiudizi e l’idea nebulosa che in Italia si ha di quello che è la Turchia, e Istanbul nella fattispecie.
    Mi sono trasferita ad Istanbul per lavorare presso una galleria d’arte contemporanea, che non conoscevo e mi ha davvero stupita, la collezione è costruita con dedizione e attenzione da una famiglia, gli Elgiz (che dà poi il nome al Museo, Elgiz of Contemporary Art). Penso che il museo rappresenti ottimamente l’evoluzione di Istanbul come città giovane e con un cuore pulsante e nascosto; mi farebbe piacere se veniste a visitarmi, per conoscervi di persona e scambiare qualche impressione da espatriati in questa città stupenda… siamo al Beybi Giz Plaza, vi aspetto, Teresa

  90. Luca Urami

    Ciao a tutti, stiamo cercando ragazzi/e italiani/e che vivono a Istanbul e non superino i 26 anni di età, per contattarli in merito a un programma televisivo di primissimo piano. In sintesi, qualcuno disposto a essere video intervistato e pronto a raccontarci la sua vita.
    Se siete interessati o conoscete qualcuno contattateci a redazione@futurafashion.tv

  91. Ambra

    Ciao ragazzi! anch’io faccio parte di una coppia italo-turca da 7 anni circa e sto per richiedere il permesso di residenza a lungo termine. Ovviamente nel frattempo spero di trovare anche un lavoro dato che il turco un po’ lo parlo (ho fatto corsi alla Dilmer nel 2005-2006 fino all’avanzato) e ho esperienza in ufficio commerciale (i clienti erano anche turchi) Ho letto che alcuni di voi hanno in mente di aprire un’attività di stampo italiano ad Istanbul, in effetti è proprio una bella idea, in particolare portare quei prodotti che altrimenti sarebbero molto difficili da trovare (tipo il buonissimo gelato italiano!) Fatemi sapere se queste idee si stanno concretizzando così da poter valutare eventualmente la possibilità di entrare come socia (in base all’entità della somma richiesta) oppure se vi servirebbe una dipendente che conosce sia l’italiano che il turco. A presto e grazie a che mi farà sapere qualcosa! Ambra

  92. Paolo

    ciao a tutti,

    sto pensando di trasferirmi a Istanbul con mia moglie (Turca), vorrei qualche dritta su come trovare lavoro.

    parlo molto bene l’inglese, ho iniziato da pochissimo un corso di turco.

    se qualcuno avesse qualche consiglio mi farebbe un grande piacere!

    grazie!

    P

    • turca

      ciao Paolo,anche noi siamo una coppia italo-turca.anche noi stiamo per trasferirci a istanbul con mio marito.posso dirti che trovare un lavoro come da tutte le parte anche in turchia molto difficile .Pero ci vuole anche un po di fortuna.per esempio sono turca e sto cercando ancora un lavoro a istanbul ma mio marito ha gia trovato un lavoro nel suo campo non deve parlare nemeno turco:)
      dipende anche dal lavoro che cerchi! se trovate il lavoro e vitrasferite qui a istanbul ci farebbe piacere conosciervi.se va tutto bene saremmo a istanbul meta a marzo.in boca al lupo

  93. tonio

    salve a tutti … ho trovato un annuncio su internet x un lavoro a istanbul… la paga è di 1300 € con vitto e alloggio…. è una cifra x vivere bene li??? e poi per quanto riguarda i documenti??? come funziona sta cosa?? attendo risposte

    • Erhan

      Ciao,
      Sono turco e vivo ad istanbul.non hai scritto che tipo di lavoro è,pero’ posso dire che 1300€ + vitto e alloggio è un’offerta molto buona.. 1300€ = quasi 3080 tl.

      non lo so qualcosa sui documenti che come funziona per stranieri ma secondo me non è molto complicato…

      in bocca al lupo 🙂
      Erhan

      • elena

        Meraba Erhan !
        Sono una ragazza rumena con residenza in Italia, dove ci vivo da 16 anni…ma ultimamente ho visitato Istambul , piu precisamente a dicembre del 2011 e sono rimasta atratta da questa citta! E bellisima ! mi sono sentita acasa ! Adoro tutto! vorrei tanto viverci !Ho bisogno di amici che mi possono dare delle informazioni come fare ! ti sarei gratta se mi potresti aiutare ….parlo italiano , inglese livello B 2,ho lavorato nel turismo, mi piace il contatto con il publico! Tessekur ederim !

        • Ade

          Ciao,Elena.sono rumena anch’io…
          Io abito in Italia,faccio l’Università qua…ed in Settembre andrò in Turchia con la borsa.Mi piacerebbe avere amici,sia rumeni,italiani che turchi.Ovviamente mi piacerebbe avere più informazioni di come si vive li..una cosa so…che tutte le cose sono simili a quelle di Romania

  94. Solimano

    Ho letto rapidamente i commenti precedenti.
    Da italiano mi scuso per alcuni di essi (i meno recenti) con eventuali turchi che dovessero leggerli…
    A molti miei connazionali suggerisco invece, semplicemente, di continuare a fare come fatto finora: prendere un pacchetto low cost per istanbul, farsi il giro delle moschee, due tirate di nargile a qualche bettola per turisti, vedere qualche spettacolo di danza del ventre, fare qualche “affare” al gran bazar, cercare invano un bar con cornetto e buon caffè espresso, scoprire l’ultimo giorno che ci sono due ponti che ti portano in macchina in “asia”, e poi tornarsene a casa convinti di aver visitato un paese arabo…
    Iyi yolculuklar…

    • anna levi

      Solimano merhaba arkasaşim! non potevi dire meglio! Abito a Suadiye da 16 anni…ma “Suadiye é come via Montenapoleone” dice la mia amica Ayse “e quindi tu della Turchia non capisci niente”

  95. Paolo

    Ciao, ho appena letto la tua mail. Vorrei aiutarti, ma dal 17 dicembre al 3 gennaio rientrerò in Italia. Da un po’ di tempo sto pensando che mi piacerebbe avviare un’attività privata qui, dove c’è un grande interesse per l’Italia ed i suoi prodotti. Per questo sono rimasto colpito da quello che scrivi. Se fossi rimasto ad Istanbul avrei cercato di incontrarti per parlarne.
    Lavoro ad Istanbul da qualche mese per un ente governativo italiano e dovrei rimanere qui qualche anno. Sarò lieto di fornirti informazioni ed indicazioni.
    Buona fortuna
    Paolo

    • Bruna

      Ciao Paolo, ho letto che lavori quì per un ente governativo? Di che genere?io sono veterinario pubblico (ASL), mi è stato consigliato di chiedere al Ministero.
      Qualcuno ha qualche dritat da fornire.
      Al momento sono a Istanbul perchè ho appena finito il terzo corso di turco alla Dilmer.
      Grazie

    • Michela

      Paolo, mi chiamo
      Michela sono una psicologa di 25 anni e sogno di trasferirmi a Istanbul!!! Ti prego contattami per qualche consiglio! (per indirizzo mail contattare la redazione)

  96. stefania

    Ciao sono Stefania, sono rimasta stregata da Istanbul a tal punto che vorrei trasferirmi in questa magnifica città per cercare di aprire un’attività. Mi piacerebbe mettermi in contatto con italiani che risiedono in Istanbul, ma anche turchi che parlino un po’ di italiano per avere informazioni e dritte su cosa occorra fare. Sarò ad Istanbul dal 27 dicembre 2011 al 01 gennaio 2012 se mi contattate ve ne sarò grata. Eventualmente sono disposta ad avere contatti con persone che sarebbero disposte ad aprire un attività insieme tipo gelateria, caffetteria o similari.

    • Elisabetta

      Ciao Stefania,
      sto prendendo informazioni per aprire un’attività di pelletteria il cui marchio è molto conosciuto in in Italia.
      Non mi interessa la ristorazione, ma hanno aperto ad Ibiza e sta spopolando…
      Istanbul è in crescita e sono appena tornata…
      Passa un magnifico capodanno.
      PS per le attività vai alla via Istiklak… spero si scriva così..
      Eli

    • maurizio

      ciao Stefania e Paolo,
      ho letto i vs commenti. Sto iniziando ad impostare un progetto per l’eventuale apertura di un’attività di vendita al dettaglio in Turchia (attività simile a quanto proposto da Stefania – prodotti/qualità italia – ). Sulla carta potrebbe essere molto interessante. Istanbul mi sembra la location ideale per iniziare ma mi servirebbe avere contatti con chi conosce bene la città ed una persona disposta a rimare sul posto per la gestione.
      maurizio

    • ambra

      vorrei aprire una gelateria ma non conosco istambul bene zone interessanti sotto il profilo commerciale,affitti costi locazione l’ivestimeto dal punto di vista dei macchiari è abbastanza coteuto.puoi darmi qualche informazione?grazie per la risposta

  97. Giorgio

    Mi riferisco all’inserzione di Filipo (romano e cuoco). Andro’ in pensione a breve (55 anni e romano come te) e sto valutando la possibilita’ di trasferirmi ad Istanbul per aprire una attivita’. Conosco bene la citta’ e ho diversi amici e buone conoscenze a buon livello avendo vissuto per oltre 3 anni in quella stupenda citta’.
    Possimo parlarne……che ne dici????
    La mia mail e’ (per indirizzo mail contattare la redazione)

  98. cristina

    salve a tutti….amo la turchia e istanbul,vorrei sapere se conoscete un posto di lavoro come baby sitter,parlo italiano,francese e romeno…il turco lo capisco un po…grazie

  99. Christian

    Ciao a tutti,

    Mi sono trasferito da circa una decina di giorni qui in citta’ ( İstanbul ovviamente.. ) per stare vicino a mia moglie e per cambiare aria. premetto ke İstanbul la frequento ormai da quasi 5 anni e me ne sono innamorato dal primo momento che l’ho visitata. Certamente farlo da turista o viverla da cittadino e’ ben diverso, soprattutto per le difficolta’ della lingua, le difficolta’ nello spostarsi da un punto all’altro ( İstanbul attualmente e’ il terzo comune pıu’ popolato al mondo dopo Mumbay e Karachi.. ) dovuti principalmente alla mancanza di una rete metropolitana e le ovvie difficolta’ nell’intraprendere una carriera lavorativa. İn merito a quest’ultimo punto era mia intenzione aprire una piccola pizzeria/focacceria in zona Göztepe/Caddebostan ( la parte asiatica ke sorge sul lungomare e la zona probabilmente meglio frequentata esclusa Nişantaşi )e volevo sapere quali documenti/permessi necessito e a quali uffici competenti devo rivolgermi. Settimana prossima dovrei avere un appuntamento presso la camera di commercio İtalo Turca mi auguro di avere ogni tipo di delucidazione possibile.
    Comunque e’ chiaro che chi decidesse di venire a vivere/lavorare qui dovra’ fare un corso serio di turco perche’ effettivamente senza spiaccicar parola trovare un imiego risulerebbe alquanto difficile.

  100. giorgia

    ciao a tutti!!!! bellissimo questo sito!
    io sono follemente innamorata di Istanbul e da un anno mi ronza l’idea di aprire un centro estetico italiano lì ma non reisco a capire che tipo di licenza serva! io faccio questo lavoro da anni ma purtroppo non ho avuto la qualifica di estetica nemmen in italia. ho 10 anni di esperienza nel settore e mi ritengo anche bravetta….! vorrei solo capire se è una cosa fattibile là e come fare a trovare una socia madrelingua dato che io la lingua non la so nonostante sia stata 4 anni assieme ad un ragazzo turco(parlavamo sempre solo inglese)!
    tesekkurler

  101. Donatella

    Ciao a tutti
    sono stata contattata da una società di selezione per un posto di consulente informatico ad Istanbul, la società si impegna a occuparsi del permesso di soggiorno e fornisce un’assicurazione sanitaria.
    Da quello che leggo mi pare un grosso vantaggio, ma il salario proposto è più basso del mio attuale italiano, è vero che la vita là costa meno? Gli affitti come sono?

    Grazie

    • Paolo

      Ciao, Donatella. La risposta è…dipende da quello che vuoi e da quanto ti accontenti. Istanbul è una città molto cara. Gli affitti variano molto. Un appartamento in un palazzo seminuovo, vista mare in un quartiere discreto può costare 2-3mila euro. La città è molto dinamica e l’offerta di abitazioni molto ampia. Puoi anche trovare un monolocale o un bifocale a 400 euro. Se hai capacità imprenditoriali, il tuo settore può essere molto interessante. Quindi, prima di muoverti, il mio consiglio è di informarti bene.
      In bocca al lupo
      Paolo

  102. irene

    fantastico questo sito! anche io faccio parte di una coppia italo-turca e capisco benissimo il paragrafo di introduzione..ci sono dentro fino al collo! Ho vissuto ad Istanbul due anni per stage e lavori vari ma adesso che parlo la lingua e che, ipoteticamente, ho piu possibilità mi ritrovo di fronte il problema del permesso…molte aziende per assumerti ti chiedono il permesso e se non ce l’hai nn ti fanno il contratto ma è un circolo vizioso perchè ti serve un contratto per avere il permesso!!!!quindi chiedevo agli esperti… non c’è un modo per aggirare o semplificare la procedura per ottenerlo?
    tesekkur ederim!

  103. Ilaria

    Ciao a tutti.
    Devo trasferirmi a Istanbul per lavoro ed ho un bambino di nove anni. Quale zona consigliate per vivere? Ho visto che le scuole italiane sono nella zona di Beyoglu o presso il consolato: qualche consiglio? Farò un primo giro di ricognizione a breve per cui qualsiasi suggerimento e dritta di chi ci è già passato sarà per me preziosissima. Grazie

    • Chris

      Ciao Ilaria.
      sono in attesa di una decisione per un eventuale trasloco in Turchia (credo quest’estate) se vuoi ci teniamo in contatto. Quando partiresti? Anche a me interessano indicazioni sulle zone residenziali, anche se non so ancor se iscriverò i miei figli (7 e 13) alla scuola Italiana o ad una di quelle internazionali. (inglese o statunitense).
      Appena ho una certezza o una definizione temporle ti contatterei se pe te va bene.
      Ciao
      Christine

  104. Antonio

    Salve, sono stato in Turchia e mi è piaciuta molto sia il paesaggio che la gente. Vorrei andare a vivere li con la mia famiglia perché l’Italia ormai è in decadenza, ho quasi 50 anni e vorrei seminare quello che ho di buono in una terra più fertile. Mi chiedevo se è possibile per un italiano aprire una attività, ad esempio un negozio e se ci sono molti formalità burocratiche da espletare. Grazie

    • Filipo

      Salve Antonio,

      mi chiamo Filipo sono di roma, io sono ad istanbul per lavoro da circa 2 mesi, sono pizzaiolo principalmente e ho tanta esperienza come cuoco. Negli ultimi 5 anni lavoro fisso all estero (est europa) nel settore ristorazione. io di mio ero intenzionato a trovare qualcuno con cui aprire nella fattibilita` un qualcosa di piccolo, tipo fast food magari in un centro commerciale (semplifica l avvio dell attivita` essendo ‘protetti’ da un centro commerciale) ed offrire i tipici prodotti della cucina italiana, se vuole possiamo discuterne per email meglio raccontandole tutte le mie esperienze nel settore e non… Salve.

  105. enzo

    Salve vorrei conoscere persone che vivono a bodrum, per eventuale trasferimento.
    amo la turchia ,la loro cultura,il mare e i suoi splenditi caicchi.

  106. Elisabetta

    Ciao a tutti.. mi sono imbattuta in questo sito perchè stavo cercando info su Istanbul (ho in previsione di andare a visitarla).
    C’è qualcuno che ha voglia di raccontarmi qualcosa sulla città.. su abitudini, usanze e/o stile di vita.. avrei voglia di vedere Istanbul non proprio o solo da turista.. vorrei capire qualcosa del luogo e di chi lo abita.. vorrei avere uno sguardo dal “di dentro”.. Complimenti per questo sito, sembra molto utile… Grazie a chi avrà voglia di rispondere.. Ciao!

  107. Tumino Marinella

    Desidererei organizzare un gemellaggio tra la mia scuola, in cui insegno Materie letterarie, e la Turchia. Qualcuno può darmi dei suggerimenti per un possibile progetto che devo necessariamente presentare prima di procedere? Grazie infinite.
    Prof.ssa Marinella Tumino

    • Alessandro Tronconi

      Le consiglio vivamente di cercare un progetto Comenius, grazie al quale gli studenti possono muoversi senza pagare il volo, più che organizzare un gemellaggio…so per esperienza personale che il passaporto e il volo sono troppo costosi per molti.

  108. adriana

    CIAO A TUTTI.
    SARò AD istanbul la prima settimana di ottobre,per cercare una piccola casetta da comprare dopo le vacanze estive in cui sono stata fulminata da un colpo di fulmine!ma di quelli potenti però!
    qualcuno mi sa dare qualche informazione in merito a come cercare una casa senza passare dalle agenzie???
    grazieeee

  109. franco

    salve cerco un socio x aprire un ristorante pizzeria in turchia a mersin citta con un milione di abitanti hoo delle conoscenze io ho tutta l’attrezatura e conosco bene la cucina italiana inoltre avrei anche un pizzaiolo disposto al trasferimento ciao a tutti f477@hotmail.com

  110. Ciao.,io mi sono recentemente trasferito a Istanbul per il lavoro(sono un pilota). sinceramente se ne avessimo la possibilità torneremmo immediatamente in Italia. Non capisco proprio cosa vi piace della turchia/Istanbul …è una città enorme con delle zone che sembra di vivere a Beirut. Certo ci sono anche le zone belle ma ovviamente costano. E poi diciamo che i turchi( tranne alcuni) non sono propriamente un grande popolo. Inoltre per un appartamento di 80 mq(in zona AEREOPORTO!!!)non si spende meno di 1000 € che non sono pochi, la vita quindi non costa così poco. Il turco poi è impossibile e NESSUNO parla inglese. Perfavore ditemi cosa vi piace di questa città perché io trovo veramente pochi lati positivi…

  111. Benjamin

    Complimenti per il sito! Vivo ad Istanbul da poco con mia moglie e sono alla ricerca di un appartamento in zona europea. Consigli? ciao!

  112. volk

    per cercare lavoro su Kariyer.net cliccate su “Is arama” in alto (significa -cerca lavoro-)… poi mettete il nome della professione in turco (dato che gli annunci sono in turco..) e cliccate su “ARA” (che vorrebbe dire -cerca-) in basso a destra. Poi scegliete uno degli annunci e… se trovate un traduttore potrete comprendere i requisiti necessari per presentare la risposta (tipo gli anni di esperienza nel settore, titolo di studi, ecc ecc).

    Cmq nn è vero che le donne nn trovano lavoro, anzi molti negozi cercano proprio donne! (annunci tipo “bayan arıyoruz”).. sempre meglio che andare li e fare i disoccupati 🙂

  113. Viviana

    Ciao!
    Mi chiamo Viviana e vivo a Istanbul da 2 mesi.
    Can, in precedenza scrivesti:

    “22 febbraio 2011 alle 12:39 · Reply
    Ciao Elisabetta, ti consiglio di iscriverti al sito Kariyer.net, è il portale più frequentato per le offerte di lavoro, funziona in maniera ottima, si trovano offerte di lavoro anche per stranieri che parlano solo inglese o italiano. Buona fortuna.”

    Purtroppo sono andata su questo sito diverse volte, ma, non parlando il turco, ho avuto difficoltà ad orientarmi.

    Non riesco a visualizzare una versione in inglese…O, semplicemente, trovare annunci di lavoro per stranieri (quelli a cui facevi riferimento).

    Cari saluti e grazie per aver realizzato questo sito 🙂

    Viviana

  114. ergosum-fede

    Ciao a tutti,
    sono un ingegnere meccanico e sogno di trasferirmi ad Istanbul.
    Parlo Inglese, francese, Tedesco, Spagnolo, Greco e riesco a parlare e capire anche il Turco…che conisgli mi date per trovare lavoro in quest ameravigliosa città?

  115. Stefano

    Ciao a tutti, io sono un giovane medico italiano, fidanzato e tra poco anche sposato con una dottoressa turca di Istanbul di nome Eren.
    Viviamo in italia per il momento ma spesso sogniamo di andare a vivere in turchia (Istanbul o Izmir). Sto cercando di imparare il turco ma è abbastanza difficile.
    Vorrei sapere se ci sono speranze di entrare a lavorare in un ospedale privato come quello Americano o Italiano ad Istanbul sapendo un turco base.
    Comunque consiglio a tutti di visitare Istanbul, una città magica, moderna ed aimè molto più aperta alla cultura ed alle religioni rispetto all’italia.
    Istanbul è almeno 10 anni avanti a Roma o Milano da ogni punto di vista.
    Un’altra cosa che vorrei dire è: Non confondete la turchia con gli arabi ed il resto del medioriente, l’unica cosa in comune è la religione. La turchia è uno stato laico e molto aperto a differenza dell’italia che è uno stato laico si ma profondamente condizionato dalla nostra religione e poco aperto alle altre culture e religioni

  116. cina

    vorrei avere se possibile qualche informazione riguardo ai mezzi di trasporto!
    partirò per istanbul in alta stagione e andrò via di domenica con un volo alle ore 13:00 da Sabiha Gokçen, avrò l’ hotel nei pressi di piazza taksim..
    ce la faccio a raggiungere entro le 13:00 l’aereoporto, di domenica, se faccio il check out intorno alle 9 del mattino? e per raggiungere l’aereoporto sapreste indicarmi il modo più economico e meno dispendioso di tempo? grazie mille !
    un saluto

  117. carmen

    ciao ragazzi !
    fra 13 giorni sono ad istanbul! mi fermo li una decina di giorni.. ho preso la decisione di partire 4 giorni fa e in poco tempo sono riuscita a preparare voli e carte prepagate tanta era la voglia di partire.. unica cosa: parto da sola.. 😀
    non ho paura, sono abbastanza tranquilla.. ho seguito il mio istinto e il richiamo di questa città che è nel mio cuore da un sacco di tempo, nonostante non l abbia ancora mai visitata !
    però c’è chi mi mette pulci nell’orecchio o comunque mi crea delle ansie che non vorrei, anche se sono abbastanza informata sulla città, sui modi di vivere ecc..
    l’unica cosa che mi preoccupa e che non riesco realmente a capire è se parlando la lingua inglese riuscirò a trovare gente che mi capisca e che possa darmi indicazioni corrette o meno ! dai forum non riesco a capire se è una lingua abbastanza usata o sono recidivi nell’usare il turco.. ! oddio !
    spero vada tutto per il meglio !! un bacione

    • Özke

      Ciao Carmen, non fa nessuna differanza essere da sola o con gli altri, Istanbul è una città sicura come Milano o Madrid o New York (forse di più).
      Secondo me ce la farai a comunicare parlando inglese e un po’ di ‘body language’!

  118. stefano

    Ciao a tutti io a settembre andrò a Istanbul per lavoro ci starò 1anno e mezzo o 2 (lavoro per una società italiana che costruisce centrali elettriche in giro per il mondo). Ho 27 anni mi sto informando su questa città e ho scoperto questo forum. mi piace molto uscire la sera nei locali e vivermi a pieno le città in cui vado quindi se qualcuno di voi abita già li potrebbe consigliarmi dei posti o mettersi in contatto.

    graziemille

  119. Roberta

    Ciao a tutti, volevo chiedervi un consiglio.
    Mio marito provabilmente si dovrà stabilire a istambul per lavoro, io lo seguirò ma ho il problema del lavoro.Attualmente faccio la maestra d’asilo, a Istambul potrò trovare scule dell’infanzia italiane? Ovviamente il turco non lo conosco…
    Grazie a tutti Roberta

    • simona

      ciao Roberta,
      sono Simona e anche io a breve seguiro’ il marito a Istanbul per lavoro. So che la scuola italiana ha anche una materna, ma credo che le assunzioni siano dietro concorso. Cmq il forum italiansonline, sezione Istanbul è frequentato da Martina (mi pare si chiami cosi’) che è un’insegnante della scuola Italiana e di solito risponde celermente.
      tu hai figli? io due…e non so ancora che scuola scegliere. Teniamoci in contatto…
      Simona

  120. Simit

    Ciao a tutti, da pochi giorni sono tornato da Istanbul con la consapevolezza di volerci ritornare per lavorare, vivere e sognare.

    Se qualcuno ha qualche consiglio o indicazione da darmi, su come cercare lavoro, quali prospettive, associazioni e/o agenzie che operano in Italia e che potrebbero essermi d’aiuto … gli sarei eternamente grato.

    Güle güle!

  121. ciao a tutti io sono araba proprio da marocco vivo in italia da 10 anni adesso ne ho 25, ma sto pensando di andare via di qua e provare vevire instanbul mi piace tanto lo sempre sognato di andare in turkia nn sm mai stata nn so cm faccio

  122. ginevra

    ciao a tutti..io sono una ragazza di 21 anni che studia design a milano, mi è stata offerta la possibilità di fare sei mesi di erasmus a istanbul, qualcuno sa dirmi qualcosa in più riguado la città?gli affitti sono alti?posso portare con me un cane o bisogna compilare varie scartoffie e attendere mesi un permesso?le persone parlano inglese o solo turco?e infine la vita mondana com’è?grazie anticipatamente!

  123. gulten

    ciao a tutti…………sono una ragazza turca e vivo in italia da 22 anni…ne ho 24 🙂 non ho la cittadinanza italiana …. e’ un bene o un male? 🙂 voglio tornare in turchia per lavoro e restarci per un po’…ma per problemi del permesso di soggiorno non so come fae…non so se posso stare fuori dall’italia per alcuni mesi.. visto che qui risultero’ disoccupata…E CAMBIANO SEMPRE LE LEGGI… MAH!!! TANTI MISTERI CHE NON SI RISOLVONO MAIIIIIIIII….. CMQ GABRIELLA SE TROVI QUALCOSA IN TURCHIA BEATA TEEE…CIAO CIAOO

  124. consuelo

    ciao a tutti, voglio fare la domanda per l’erasmus a Istambul.sono una ragazza di 20 anni, studio sviluppo economico e andrei a studiare alla Galatasaray. volevo chiedervi com’è la vita di una ragazza europea ad istanbul..nel senso…è abbastanza tranquilla?la sera si può uscire senza problemi?si trova lavoro?help me!!!!vorrei un po’ d’informazioni per non arrivare li e fare una vita da incubo per 6 mesi!!!grazie in anticipo!!!!

  125. rosetta

    ciao a tutti…dovrei andare ad Istanbul per Erasmus e vorrei qualche dritta da chi ha gia fatto l’esperienza o ne sappia qualcosa
    -è cara li la vita?
    -rispetto alla civiltà,si vive bene?mi riferisco a se ci sono problemi in strada?
    cosa si puo visitare?
    come è il clima?
    insomma help me please
    saluto a tutti

  126. Milo Montalti

    Un saluto a Can e Ozke e complimenti per il bel sito che avete creato, mi chiamo Milo e sono uno studente di architettura presso l’università di Bologna, sono già stato ad Istanbul nel marzo 2010 (é già passato un anno…che triste) e vorrei tornarci in modo piu stabile, cioè in erasmus.
    l’università ospitante si trova nel quartiere di acibadem e vorrei chiedervi un pò di informazioni (nel caso le abbiate) riguardo a costo degli affitti e ai tempi necessari per spostarsi da questo quartiere alla parte europea della città.
    Saluti a tutti! Milo

    • Can

      Ciao Milo,
      Il quartiere di Acibadem è un quartiere residenziale, quindi i prezzi degli affitti sono abbastanza alti rispetto alla media, comunque niente a che vedere con i prezzi degli affitti italiani. Per raggiungere la parte europea ci vuole un po’ di tempo (minimo un’ora) dato che bisogna cambiare minimo tre mezzi pubblici. Comunque la zona di Kadikoy (vicina a Acibadem) è una zona molto moderna, vivibile anche e soprattutto per i giovani.

  127. davide

    io sono un rumeno che ha lavorato in Turchia di piu di 7 anni da istanbul a ankara,tekirdag,antalya,bodrum,kusadasi,duzce nei tempi quando questa zona e stata colpita di un grande teromoto(deprem),da 10 anni mi trovo a Roma,e voglio dire solo una cosa;gli turchi sono per me(parlando d,anima e di cuore) I PUI GRANDI UOMINI DEL MONDO!!!Non vedo altri come loro!!!Mi dispiace tanto quando leggo come si chiedeno informazioni essendo visti un po altri rispeto quelaltri!!!sinceramente,io ce l,ho tanti amici turchi e nessun amico italiano.I miei migliori saluti per tutti!!!herkese merhaba

    • cristina

      bravo Davide,anche io amo la turchia ,sono persone meravigliose,vorrei andare a lvorare a istanbul per imparare la lingua turca,vivo a roma da 18 anni e come dici tu non ho neanche una amica italiana

    • elena

      ciao Davide!
      sono una rumena che a vissuto a Roma per 10 anni e ultimamente ho fatto un viaggio ad Istambul di cui mi sono innamorata letteralemnte ! mi e piaciuto tutto ! la citta meravigliosa, la gente, il loro modo umano di trattare gli altri, la cucina, i dolci, il çai, il famoso caffe, la spremuta di melogranno ! Da quando sono tornata non faccio altro che pensare come andare a vivere li! ma non conosco quasi nessuno….se mi potresti dare una mano , qualche informazione…..ed io potrei darti info legate a Roma! Grazie ! multumesc! tesekurederim!

  128. giovanni

    salve a tutti, io e mia moglie siamo titolari di una piccola società di scavo archeologico, vorremmo sapere se qualcuno sa della possibilità di poter lavorare a istanbul o comunque in turchia, senza essere legati a qualche università (conditio sin qua non per poter fare il ns mestiere all’estero).
    io ho 31 anni e mia moglie 45…non siamo del tutto senza esperienza.
    grazie in anticipo e rinnovo i complimenti.

    • fabia

      Ciao Giovanni,sono Fabia e vivo in Italia ma vorrei trasferirmi a vivere ad Istambul.Non possiedo alcuna qualifica per il tipo di lavoro che fai tu ma ho solamente tanta passione per l’archeologia.Nel caso in cui tu sia riuscito nel tuo intento lavorativo…se ti sfagiola l’idea,contattami ed io vengo a lavorare in un tuo sito!

      • giovanni

        Ciao Fabia, purtroppo al momento devo accontentarmi di fare il turista, ma se in futuro dovessi reperire qualche lavoro ad istanbul o in turchia non esiterò a contattarti. Nel nostro campo spesso l’entusiasmo conta di più dei titoli accademici. Un caro saluto.

        • Vito

          Ciao Giovanni, ho trovato quasi per caso il tuo post e mi ha incuriosito molto. Sei riuscito a trovare opportunità nel campo archeologico in Turchia? Io sono un archeologo specializzato, innamorato della Turchia e in particolare di Istanbul. Mi piacerebbe sapere come ti sei mosso e, nel caso le cose siano andate a buon fine se ti possa servire un aiuto. Un saluto, Vito.

  129. Elisabetta

    Ciao a tutti,mi chiamo Elisabetta ho scoperto questo sito da alcuni mesi e l’ho trovato utilissimo!Sono stata ad Istanbul già tre volte (sempre da turista),la città mi ha talmente affascinato che vorrei andarci a vivere.Qualcuno di voi saprebbe indicarmi qualche agenzia di lavoro interinale/ufficio di collocamento possibilmente in inglese(ho da poco iniziato a studiare turco e le mie conoscenze sono veramente terra terra!)? Oppure darmi una dritta da dove cominciare per favore!ciao a tutti e grazie:))

  130. Kamy

    Ciao Maria ed a Tutti,

    Io partiró per Istanbul domenica prossima il 20/feb/2011 per 4 giorni. Incontreró gente di fuducia che potrebbe aiutarmi ad affitare una casa per alcuni mesi e muoversi in Cittá. Ho degli amici turchi qui.poi scrivermi su questo e-mail se avrai bisogno di qualche aiuto.

    L´indirizzo dimenticato 😉
    antonykween@gmail.com

    Kamy

  131. Milla

    Buonasera, sono una studentessa di Antropologia in procinto di fare la domanda erasmus. La Turchia mi attraeva molto come meta ed ho trovato un’università (Yeditepe) che offre numerevoli corsi che ben si abbinerebbero al mio curriculum.
    Volevo avere qualche informazione sul tipo di vita che mi troverei a vivere. Mio padre non è assolutamente contento della destinazione, dice che le cose sono cambiate in Turchia e non è il miglior posto dove andare al momento. Non mi troverei bene come ragazza con le abitudini tipicamente laiche che ho acquisito ecc ecc
    CHe mi potete dire? Mi rivolgo a chi lì vive, magari ragazze..Non ho problemi di adattamento ma è ovvio che sei mesi di erasmus vorrei passarli anche a divertirmi e svagarmi senza stare in continua tensione su cosa fare o no (non è una ricerca etnografica! :DD), dove andare o meno e allo stesso tempo non vorrei assolutamente passare il tempo con gli altri erasmus e basta in posti tipicamente da stranieri per intendersi.

  132. Armando

    Salve a tutti,

    io non devo andare ad istanbul..;)Stavo solamente cercando una persona che conosce la lingua turca e mi sono imbattuto in questo forum. Lavoro per una società che si occupa di consulenza in campo alimentare e ci siamo imbattuti in alcuni documenti in ligua originale che non siamo in grado di tradurre. Siccome ho letto che qualcuno di voi lo parla se fosse interessato mi puo contattare alla mail ‘armandoantonelli@hylobates.it’.
    Ovviamente non farete questa traduzione per la gloria o perchè vi sono simpatico..cmq i dettagli li vedremo nel caso in cui siate interessati.
    L’azienda sta a Roma quindi è preferibile che siate di qui, ma se non lo siete possiamo fare tutto via web. Preferirei che mi rispondeste via mail e non qui sul forum.Scusate l’intrusione e buon viaggio a chi sta per partire..

  133. leyla

    Salve a tutti,ho letto bene tutte le info che avete divulgato, mi serve un consiglio…vorrei andare ad istanbul per rimanerci, purtroppo non parlo bene inglese e non conosco per nulla il turco,per cui sono un pò in crisi sul da farsi.Mi accontenterei di qualsiasi lavoro, anche il più umile ma non sò se partire all’avventura sia fattibile non conosceno bene il mercato economico e la società turca, di certo non sarà come Londra, ma io vorrei provarci…qualcuno mi potrebbe dare qualche dritta?

    grazie mille 🙂

    • ANNALISA

      ciao leyla,

      alla fine da dove sei partita? sei riuscita a trovare qualcosa?? anch’io sono alla disperata ricerca di un lavoro…non parlo bene inglese e turco 0!! perfavore fammi sapere 🙂 grazie

  134. Daniela

    Sono appena tornata da Istanbul, ho passato 4 giorni veramente indimenticabili.
    Istanbul è meravigliosa, ho seguito alcuni dei consigli di cui sopra e devo dire che le zone citate sono veramente interessanti, soprattutto se ci si sposta anche solo di poco dalle zone turistiche affollate di gente.
    Mi auguro di poterci tornare al più presto, mi sono sentita a casa in questo luogo.
    Daniela e Marco

  135. Nanà

    Ciao a Tutti!
    leggo con molta attenzione tutti i vostri commenti ed osservazioni.
    in particolare mi rivolgo a Maria, che mi sembra mastichi l’argomento con molta dimestichezza. bene, e’ proprio questo che chercavo!
    ho in progetto di trasferirmi per lavoro in turchia. chissa’… fore anche per sempre..
    Non conosco nulla della citta’ ne del modo di vire.
    Ne sono stata ospite (per lavoro e breve turismo) un paio di volte, ma in quelle occasioni poco si riesce a cogliere anche perche’ l’attenzione e’ distolta dalle meraviglie della citta’.
    ecco, leggendo il tuo commento maria, ne sono rimasta stupita, perche’ cio’ che fin ora ho sentito e’ che il costo della vita e’ molto basso, rispetto all’italia.
    sono un po disorientata, anche perche’ a giorni dovrei discutere il mio contratto…
    se fossi cosi gentile da darmi quelche altra dritta ti sarei molto grata.
    e invece a voi antonio ed alessandro, fatevi coraggio e una volta in zona, ci prendiamo un çay sulla piazza di Aia Sofia! (nemmeno io parlo il turco, ma la lingua non deve essere mai un ostacolo!)

    dimenticavo, un’altra cosa, potete consigliarmi quelche sito nel quel cercare una casa in affitto ad istanbul? – possibilmete inglese…

    Nanà

  136. maria

    Ciao Antonio,
    La tua domanda sul tenore di vita: dipende dal tuo stipendio, se sarà uno stipendio italiano o turco 🙂 e chiarisci bene quali saranno le condizioni. Spesso nei contratti Turchi le ore di lavoro sono tantissime e non ci sono ferie.. quindi, se il contratto è turco, controlla tutto alla perfezione.
    A mio avviso, per vivere bene a Istanbul almeno 1500 euro sono necessari (3000 lire turche), poi se vuoi risparmiare vivendo in zone più periferiche e eliminando cinema, teatro, palestra, .. forse anche qualcosa in meno. Poi dipende se vieni solo o con la famiglia.
    Istanbul può essere una città altrettanto cara quanto ogni città italiana.. almeno per la mia esperienza (io personalmente spendo di più che in italia). Verifica che ti venga fatto un permesso di lavoro regolare e .. mi raccomando.. l’assicurazione medica di ottima qualità! Ti sconsiglierei di dovere finire in un ospedale non privato 🙂
    In bocca al lupo a entrambi!
    Mari

  137. giorgio

    Tutto molto interessante! poichè sono greco, un greco della diaspora, vivo in Italia, ma ho pensato sempre che il mondo è bello perchè diverso e vario. Se tutto segue il buon senso e il dialogo tutto è possibile. E’ fondamentale il ripetto delle diversità che alla fine sono una grandissima ricchezza per tutti!
    Tuttavia per capire è giusto conoscere e studiare la storia del paese dove uno va e magari vincere le perplessità che nascono quando uno va in un’altro paese e osserva la sovraposizione strica che lo circonda: nomi, monumenti, musei… . Probabilmente è proprio questo il grande insegnamento sull’incertezza della vita e le fortune alterne che l’accompagnano, nel bene e nel male. Penso che il rispetto reciproco e la democrazia sia fondamentale, ma tutto questo è possibile solo se siamo uomini liberi!
    Auguri a tutti, nessuno escluso

  138. Alessandro

    Ciao, il mese scorso è stata la quarta volta che visitavo Istanbul e la quinta in Turchia, sempre come turista ma sono innamorato di quella città e vorrei trasferirmi per aprire un’attività. Volevo rispondere ad Antonio (23 anni), la compagnia aerea più economica per raggiungere Istanbul è Blu-Espress o Blu Panorama che poi sono la stessa cosa, hanno prezzi molto bassi e la qualità dei voli è ottima (Euro 191,00 A/R) ma atterri a Sabhia Gokcec e nn all’Ataturk. Noi con l’euro attualmente ci guadagnamo il doppio (1TL=0,50 cent di euro) quindi hai buone possibilità di vivere degnamente….Antonio fammi sapere, ok? ciao a tutti. Alessandro (Roma)

  139. Antonio

    salve sono un ragazzo di 23 anni e presto raggiungerò istanbul forse per andare a lavorare in un ristorante…….vorrei sapere come trovare un volo economico per raggiungerla………….ma anche sapere com’è il tenore di vita di istanbul (ho visto che la mie risorse economiche si raddoppieranno, ma quanto varranno???? varranno il doppio o di meno???) grazie anticipatamente a tutti………aspetto vostre notizie………

  140. angelo

    io vado molto spesso in turchia, sono stato in moltissimi posti e sto seriamente pensando di trasferirmi ad istanbul, quando sarò in pensione.
    i turchi sono molto simili a noi anzi a volte sono più aperti e democratici, io conosco molta gente e posso dire che hanno un grande rispetto per le altre culture , vivono con grande dignità il loro livello sociale , dal più alto al più basso.
    è chiaro che le mele marcie ci sono ovunque….abbiate fiducia e andate con entusiamo, ma ricordatevi che siete sempre in terra straniera, chiedete permesso e toglietevi sempre le scarpe, siate rispettosi ed educati ed avrete tutte le porte aperte. ciao

  141. Yasemin

    Volevo chidere Giuppi cosa c’entra “mondo arabo” nel vivere in Turchia. Caro Giuppi, prima di andare a vivere in Turchia ti consiglio di fare una ricerca “vera” sulla Turchia. I Turchi non sono arabi, ergo Turchia non fa parte del mondo arabo. Essere muslumani non e’ uguale ad essere arabo (come credono Italiani): i Turchi, Iraniani, gente di Banglades etcetc non sono arabi. L’unica cosa che hanno in comune e’ la religione. Basta.

  142. Simona

    Ciao,
    arrivo martedi’ a Istanbul (viaggio di lavoro) dove mi fermero’ qualche giorno. Sapete se esiste un gruppo tipo HHH (expat) a cui far riferimento per incontrarsi? Che tipo di zona è Asker Ocagi?

    Grazie e complimenti per il sito.

    A presto
    Simona

  143. Salve1
    Anch’io mi sono appassionata di Istanbul e vorrei imparare la lingua turca e la cucina. Qualcuno sa darmi indicazioni di una scuola anche in italia (Roma) o sul luogo ad Istanbul? Grazie mille
    ciao silvia

  144. catia

    Ciao, mi pare di capire che per noi europei questa immensa e bellissima città sia una sorta di magnete!
    Ho studiato qui in Erasmus fino allo scorso gennaio e sinceramente dopo vari viaggi in Asia ho deciso di stabilirmi qui.
    Non credo che trovare casa sia difficile visto che l’anno scorso sono riuscita ad affittarne una dopo una sola settimana di ricerca.
    Ho scritto qui la tesi, ma in inglese!!!Quindi non parlo turco!Ho trovato due scuole a Taksim, la Tomer e la Dilmer, avete consigli su quale sia la migliore?
    Cercare lavoro senza conoscere la lingua credo sarà un ardua impresa, ma ci proverò! Ovviamente sono madrelingua italiana e parlo un discreto inglese e spagnolo!se avete qualche dritta utile o qualche contatto sapete dove scrivere!!
    spero di riuscire in questa mia impresa e sono sicura che questo posto meriti tutti gli sforzi possibili per essere vissuto!

    istanbul calling!!
    catia

  145. Giuppi

    Ciao a tutti

    Anche io…nn so perché…ho questo desiderio di andare in Turchia. Sono un architetto e vivo, per lavoro, gia da due anni e mezzo in contesto arabo. Piu preceisamente in Marocco.

    Sono assolutamente scevro da stereotipi sul mondo arabo e mi piacerebbe trasferirmi in Istanbul convinto vi siano possibilità di vivere una bella città, bella gente e belle situazioni…ma come fare? Immagino che si possa usare la lingua inglese in un mondo di lavoro in cui contano specialmente i disegni..

    Se qualcuno ha delle esperienze da architetto nomade come me…non esiti a darmi qualche dritta…

    Prima o poi mandero qualche CV

    Saluti e auguro a tutti di lasciare il belpaese e aprire gli orizzonti

    E stare nel mediterraneo sarebbe l’ideale

    • Marilena

      Ciao, non sono ancora un’architetto ma una studentessa di architettura, ho cominciato il mio erasmus qui ad Istanbul da un mesetto, e ti posso dire che all’università, frequento la Mimar Sinan (a detta di molti è la migliore in Turchia per architettura), non è facilissimo trovare professori che parlano inglese! Si, li trovi anche, ma ti senti comunque diverso… per vivere in turchia c’è bisogno del turco, io mi sento una stupida turista, consiglio vivamente a chi ha intenzione di trasferirsi per vivere in turchia, di darsi da fare con il turco !!!

  146. Daniela

    Ciao a tutti…
    Sono una studentessa universitaria che da gennaio 2011 si trasferirà a Istanbul per l’erasmus… Vorrei appunto sapere come potrei trovarmi… anche se sono curiosissima di partire, e di conoscere nuova gente…
    Ciao a tutti!

  147. Gabriele

    SI credo la conoscenza della lingua turca sia importante per trovare lavoro.
    Io la sto studiando da solo perchè a Milano dove lavoro per ora non si trova uno straccio di corso serio 🙂

    Lele

  148. lauretta

    ciao a tutti!
    sono una studentessa di milano che da febbraio sarà ad istanbul per l’erasmus…
    studierò all’università di isik che è un pò fuori città, ma non vorrei rimanere tutti i sei mesi nel campus rischiando di non capire come funziona la vita realmente.
    qualche consiglio?
    grazie
    😀

  149. Maria

    Vi scrivo perchè l’anno prossimo avrò una laurea in infermieristica pediatrica. Desidero traserirmi in Istanbul da sola e lavorare là.
    Ho letto mille guide, libri, a parte le raccomandazioni che vengono rivolte alle donne sole in viaggio; non viene proprio presa in considerazione la possibilità che una donna sola decida di trasferisi in Turchia.
    Inoltre sono cristiana e mi pare di avere capito che forse è meglio rinunciare al mio sogno…
    Vorrei avere un vostro giudizio a riguardo perchè credo che nessuno meglio di voi che ci vivete, potrebbe illuminarmi a riguardo.
    Riuscirei a trovare lavoro come infermiere pediatrico con una laurea europea, ad esempio?
    E soprattutto fitterebbero mai una abitazione ad una donna single?
    Mi pare di aver capito che in Turchia essere single è un fatto strano…
    Mi sono sbagliata?
    Grazie mille, spero a presto!!)
    Maria

    • Özke

      Ti rispondo come una ragazza che vive da sola .Posso dire chiaramente che qui è molto normale essere single, vivere da sola e anche essere un cristiano. Si deve sapere che qui vivono un certo numero di minoranze cristiane e tutti hanno le loro chiese. L’unica cosa che io non sono certo è di trovare un posto di lavoro senza parlare turco.

    • Filippo M.

      Ciao Maria,
      temo che ci sia un serio ostacolo al tuo progetto, sebbene non ne sia sicuro riguardo alla tua professione specifica. In generale, infatti, i lavori nel settore sanitario (e non solo) sono limitati per legge ai soli cittadini turchi. Ti consiglio di fare qualche ricerca in rete e magari di chiedere informazioni all’ambasciata turca in Italia. Buona fortuna!

  150. Gabriele

    Ciao,

    scopro solo ora e con molto piacere questo sito.
    Seguirò con grande attenzione questa rubrica perchè io sto cercando di trovare lavoro e trasferirmi ad Istanbul (vi ho vissuto in passato 9 mesi come expat).

    La difficoltà maggiore è trovare un’azienda disposta a sostenermi nel faticoso percorso del permesso di lavoro (per quanto molte aziende abbiano detto che sarebbero state interessate ai miei skills).

    Ora sembra la legge sul permesso del lavoro sia cambiata un pò..vedremo

    Saluti a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *