Covid-19: La situazione aggiornata a Istanbul ed in Turchia

Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2021

 

Se siete arrivati sul nostro sito cercando informazioni sul Covid in Turchia, non fermatevi solo alla lettura di questo articolo, siamo la guida online su Istanbul e Cappadocia più visitata da 10 anni a questa parte, potete sfruttare tutte le informazioni che abbiamo condiviso e contattarci per qualsiasi necessità.

 

Il Covid-19 in Turchia e la crisi del turismo

Anche la Turchia è stata ovviamente toccata dal Covid-19. Ovviamente il settore del turismo è quello che in una situazione di questo tipo ne risente di più, i tempi della ripresa saranno molto più dilatati rispetto ad altri settori. Noi qui in Turchia siamo abituati ai periodi di crisi, nel 2016 e 2017 abbiamo avuto ben due anni di arresto quasi totale del flusso turistico a causa dei vari attentati e delle turbolenze politiche che avevano toccato il Paese, quindi siamo piuttosto abituati a far fronte a situazioni come queste. Possiamo dire di avere dei buoni anticorpi per rimanere in tema.

Le crisi prima o poi passano, bisogna solo avere pazienza, nel 2019 infatti dopo alcuni anni difficili abbiamo battuto tutti i record di presenze. Il turismo quindi ricomincerà, anche se non subito. Nel frattempo per chi non riesce a frenare la voglia di viaggiare è giusto informarsi bene, per capire quando e soprattutto come si potrà ricominciare a farlo.

*ATTENZIONE* IMPORTANTI AGGIORNAMENTI NOVEMBRE 2021:

Ingresso in Turchia dall’Italia

Ci sono voli giornalieri che collegano l’Italia e la Turchia, ma non da tutte le città (Turkish Airlines vola per adesso da Milano, Roma, Bologna e Venezia, i voli da Napoli, Bari e Catania riprenderanno in seguito).

Un cittadino italiano per adesso a livello teorico può entrare in Turchia solo per motivi di lavoro, di salute o familiari. A livello pratico può entrare in Turchia anche per motivi turistici perchè i suddetti motivi possono essere difficilmente verificati. In ogni caso il decreto legge ancora in vigore vieta i viaggi per turismo al di fuori della Comunità Europea fino al 15 dicembre 2021.

Per i motivi concessi, a partire dall’1 giugno 2021 si può entrare in Turchia dall’Italia mostrando il certificato di vaccinazione effettuato almeno 14 giorni prima della partenza, oppure mostrando certificato di avvenuta guarigione dal Covid nei 6 mesi precedenti. Il green pass viene riconosciuto dalla Turchia. Chi non è vaccinato può comunque entrare in Turchia effettuando un test molecolare PCR nelle 72 ore prima della partenza oppure un test antigenico rapido nelle 48 ore prima della partenza (i bambini con meno di 6 anni sono esentati dal tampone).

Le autorità turche a partire da gennaio 2021 hanno introdotto l’obbligo di acquisire un codice di tracciamento chiamato HES Code per potere effettuare una serie di attività, come ad esempio salire sui mezzi pubblici, effettuare dei voli interni, entrare in centri commerciali ed in bar o ristoranti.

– Dal 15 marzo 2021 l’ottenimento del codice è diventato obbligatorio anche per gli stranieri che arrivano in Turchia, è necessario quindi per tutti i turisti compilare questo form nelle ultime 72 ore prima della partenza.

Per salire sui mezzi pubblici ad Istanbul c’è una complicazione in più, bisogna collegare il codice HES con la IstanbulKart (la carta dei mezzi pubblici), per farlo bisogna andare su questo sito e compilare il form (in alto a destra potete usare la versione in inglese).

Ingresso in Italia dalla Turchia

Per il momento (con ultimo aggiornamento della Farnesina in seguito all’Ordinanza del 22 ottobre 2021) qualsiasi persona arrivi dalla Turchia (salvo eccezioni indicate qui) ed entri in Italia deve sottoporsi a tampone molecolare o antigenico rapido nelle 72 ore precedenti all’ingresso ed inoltre dovrà osservare un periodo di quarantena fiduciaria della durata di 10 giorni, con obbligo di ripetere il tampone allo scadere dei 10 giorni. Al momento non si sa se la misura verrà ulteriormente estesa oppure se e quando verrà revocata.

La disposizione vale stranamente anche per chi è già vaccinato e per chi è in possesso di green pass, quindi fino a diversa comunicazione anche chi è già vaccinato dovrà fare il tampone prima di tornare in Italia ed osservare la quarantena. Alcuni Stati europei fra cui la Francia, la Spagna e la Germania hanno già rimosso tale obbligo, l’Italia non lo ha ancora fatto e pare che non si voglia adeguare.

La cosa ci pare francamente assurda, non si capisce per quale motivo se un italiano già vaccinato torna in Italia dal Regno Unito (che ha percentuali di contagio molto alte) può entrare tranquillamente, mentre se lo stesso italiano vaccinato torna in Italia dalla Turchia deve sottoporsi a tampone e quarantena. Inoltre non si capisce perchè la Turchia sia ancora inserita nell’elenco E mentre Paesi come Arabia Saudita, Kosovo e Ruanda siano nell’elenco D (al rientro da questi Paesi non bisogna fare quarantena).

Il risultato del tampone viene chiesto all’imbarco, se non si dispone di tampone negativo non si può partire. Il tampone può essere svolto in qualsiasi clinica privata della città (ce ne sono centinaia), molto spesso anche gli hotel sono convenzionati con delle cliniche e quindi possono dare una mano offrendo il servizio, oppure si può fare direttamente all’aeroporto chiaramente arrivando con il giusto anticipo, sia presso l’aeroporto di Istanbul che presso l’aeroporto di Sabiha Gokcen sono aperti i Covid Center 24 ore su 24, i risultati sono pronti in circa un’ora e mezza. Il prezzo in aeroporto è di 250 lire (25 euro), a volte in qualche clinica si trovano anche sulle 150/200 lire, alcune cliniche se ne approfittano e chiedono addirittura 800 lire, state attenti e non fatevi imbrogliare.

Per quanto riguarda la quarantena il discorso è diverso, in base all’aeroporto di arrivo il livello dei controlli cambia (noi siamo sbarcati a Catania a metà ottobre e nessuno ci ha chiesto niente). Prima della partenza è comunque necessario compilare il passenger locator form.

Per piacere per noi è molto utile che condividiate le vostre esperienze di viaggio nei commenti qui sotto.

Raccomandazioni per la ripartenza del turismo

Sul sito dell’aeroporto di Istanbul vengono elencate alcune raccomandazioni, fra le quali la necessità di comunicare alla compagnia aerea l’indirizzo presso il quale si alloggerà ed il vivo consiglio di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio.

Ripetiamo comunque che attualmente ci troviamo in una fase di incertezza e le condizioni possono cambiare di settimana in settimana. Molto probabilmente la situazione si normalizzerà gradualmente a partire dall’autunno 2021. In ogni caso la situazione sanitaria è in miglioramento sia in Italia che in Turchia, le vaccinazione proseguono spedite, le riaperture dei locali sono totali ed i coprifuoco finalmente sono stati  rimossi.

Maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina del Consolato italiano di Istanbul.

Speriamo che tutto continui a migliorare e si possa tornare finalmente a viaggiare in serenità.

Vota se ti è piaciuto
[Total: 5 Average: 5]

501
Lascia un commento

avatar
191 Comment threads
310 Thread replies
222 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
223 Comment authors
MassimoAnnalisaKasiaHebe Pawlukalba Recent comment authors
Annalisa
Ospite
Annalisa

Buongiorno, io e la mia famiglia passeremo l’ultimo dell’anno ad Istanbul qualche giorno..sto preparando il dPLF per il rientro ma non so cosa scrivere tra le motivazioni del viaggio ( lavoro, studio, ecc..) non essendoci scritto “turismo” io ho spuntato la casella rientro al proprio domicilio, potrebbe andare bene? Grazie a tutti fatemi sapere

mauro
Ospite
mauro

il dPLF andrebbe compilato quando si ha la carta d’imbarco perche, almeno quando l’ho fatto io un mese fa, richiedeva il posto a sedere sull’aereo

Annalisa
Ospite
Annalisa

Adesso il posto a sedere è opzionale quindi non ho scritto nulla

Angelo
Ospite
Angelo

Oggi 18 novembre 2021 ho passato a Malpensa i controllo passaporti quello diciamo il fai da te per passaporti Italiani , destinazione Istanbul poi Antalya , nessun altro controllo , vediamo al ritorno il primo dicembre come sarà

Kasia
Ospite
Kasia

Ciao visto che i vostri commenti sono stati utili per me prima di partire voglio condividere con voi la mia esperienza. Il 4 novembre sono partita per la Polonia volo orio al serio Danzica poi da lì 6 novembre per la Turchia visto che mia sorella ha prenotato con un agenzia viaggi polacca un soggiorno a Kemer (Adalia). Volo Danzica Adalia charter quindi motivo turistico del viaggio era evidente. In Polonia alla partenza ci hanno controllato hes code e green pass ( da tampone o vaccino ) in Turchia al arrivo solo la carta identità, mi hanno consegnato un foglio timbrato con la data di arrivo e basta. Al rientro agenzia viaggi polacca ci ha informato che non serve fare il tampone perché chi torna dalla Turchia in Polonia se non ha il green pass da vaccino va messo automaticamente in quarantena ma basta fare un tampone antigienico entro 48 ore dal arrivo, laboratorio inserisce il risultato nel sistema nazionale e la quarantena va tolta subito. Mossa furba per favorire il turismo perché così non si rischia essere bloccati in un paese estero in caso di positività al tampone. Poi per la legge polacca de entri da un paese con… Leggi il resto »

Hebe Pawluk
Ospite
Hebe Pawluk

Salve! Devo viaggiare a Istanbul per lavoro. Come verifica, basta una mail di invito da parte del mio fornitore turco? Poi, avevo letto da qualche parte che chi viaggia solo per 120 ore non deve fare la quarantena al ritorno. E vero? Grazie!

MARCO
Ospite
MARCO

Quando scrivete che “teoricamente non si puo entrare per turismo, ma di fatto si entra liberamente” è tutto chiaro
Concretamente pero non ho cosa succederebbe nel caso in cui una volta arrivati a Istanbul, mi beccano che son la per turismo? e soprattutto quando dite “controlli di frontiera” se vi riferite all aeroporto italiano o di istanbul.
Grazie

alessandro losi
Ospite
alessandro losi

Chi ha il Greenpass con una sola dose perchè ha avuto il covid in precedenza, ha avuto problemi in arrivo in Turchia ai controlli? Ci sono paesi come Canada e USA che non riconoscono il Greenpass europeo vogliono vedere che tu sia vaccinato con 2 di 2, cosa che in tutta Europa non è obbligatorio se hai contratto il covid ti basta 1 dose per avere un Greenpass valido 12 mesi.
grazie

Angelo
Ospite
Angelo

Buonasera , settimana prossima dovrei partire da Malpensa per la Turchia regione di Adalia , sono consapevole che non posso andarci per turismo , dirò che vado per lavoro , secondo voi avrò dei problemi in dogana? o nessuno mi farà domande , non vorrei pagare hotel e volo per nulla , Grazie

Nick
Ospite
Nick

Hai avuto problemi?

Angelo
Ospite
Angelo

nessun problema nessun controllo

GIAN LUCA
Ospite
GIAN LUCA

Buongiorno, ecco l’esperienza 29 ott-2 nov.
Da Bergamo per uscire dall’Italia viene controllato solo il documento di identità, così come all’arrivo in Turchia. Nessuno mi ha chiesto hes code. Per imbarcarmi a saw, altrettanto mi hanno chiesto solo il documento di identità..nessun controllo di tampone o plf.
Una volta arrivato in aeroporto a Bergamo, ci hanno richiesto il cartaceo del dplf. Il tampone non lo ha controllato nessuno, a parte chiedere se lo avessimo. Chi non ne era in possesso perché credeva bastasse il green pass l’hanno comunque fatto passare.
Non trovo particolare congruenza tra le mie esperienze e con le esperienze altrui, in linea di massima si può viaggiare tranquilli, ma sempre meglio essere in regola con tutti i documenti.

Paolo
Ospite
Paolo

Qualcuno è riuscito a stipulare una polizza assicurativa? quelle che ho contattato io mi dicono che essendo il paese nella lista E la copertura per viaggio turistico non è valida

Alice
Ospite
Alice

Ciao Paolo io per i miei recenti viaggi ad Istanbul , L ultimo in settembre ho stipulato una polizza sanitaria più smarrimento bagaglio presso la mia banca ..

Paolo
Ospite
Paolo

Grazie, nel frattempo mi sono informato… le risposte sono varie ma in generale per viaggi di turismo, le compagnie che ho contattato non coprono spese dovute a covid. Quindi occhio, chiedete bene.

gianluca pesce
Ospite
gianluca pesce

Buongiorno a tutti, parto per Istanbul giovedi 4 com’è la situazione Covid ?

Chiara
Ospite
Chiara

Io sono stata 2 volte a Istanbul, dal 1 al 6 ottobre e dal 21 al 25 ottobre per andare dal mio fidanzato. Entrambe le volte partita da Malpensa con la turkish airlines con carta di identità, controllano il green pass e il documento, ma non fanno domande sul motivo del viaggio (io avrei eventualmente detto che sarei andata a fare un corso di cucina, con la speranza che non mi fossero fatte ulteriori domande). Sono atterrata entrambe le volte all’aeroporto di Istanbul; avendo solo la carta di identità ai controlli mi hanno rilasciato un foglio con timbro con la data di ingresso. La prima volta al ritorno dall’aeroporto Sabiha Gocken lo hanno trattenuto mettendo il timbro con la data di uscita, la seconda volta al ritorno dall’aeroporto di Istanbul hanno messo il timbro con la data di uscita ma me lo hanno restituito e non trattenuto. All’arrivo a Malpensa chiedono e trattengono modulo Plf, io lo avevo fatto su internet, ma comunque la compagnia aerea in caso non lo si sia già fatto su internet, consegna il modulo cartaceo Plf da consegnare ai controlli. Io entrambe le volte ho fatto il test covid rapido, ma non mi è mai… Leggi il resto »

alba
Ospite
alba

riscontro sul tuo ultimo viaggio, ne hai fatti altir recentemente?

Mauro
Ospite
Mauro

Una domanda. Ok la quarantena sulla fiducia, ma invece il tampone DOPO essere rientrati è fiduciario anche quello? Oppure si viene chiamati o segnati su un database o qualcosa del genere?

Roberto
Ospite
Roberto

Buona sera a tutti,sto aspettando di partire in Turchia da diverso tempo,ma pare che bisogna ancora aspettare perché non hanno eliminato questo benedetto isolamento fiduciario…sapete qualcosa a riguardo?grazie a chi volesse rispondere

laura Ventura
Ospite
laura Ventura

Buongiorno,
io dovrei partire con il mio ragazzo il giorno 20 nOvembre 2021, per effettuare delle visite odotoiatriche ad Istanbul…abbiamo prenotato con Pegasus Airlines… qualcuno ha già volato con questa compagnia???
Atterreremo all’aeroporto Sabiha Gökçen, qual’è il modo piu’ economico per raggiungere il quartiere Sisli???
attualmente com’è la situazione covid???
Vi ringrazio in anticipo per i consigli. Laura

Silvia
Ospite
Silvia

Prendi il bus navetta per taksim devi pagare in contanti preleva direttamente al bancomat in lire turche la navetta saranno tipo 9/10 lire 3 euro circa come prezzo. Da piazza taksim ti muovi in metro ma devi prendere la Istanbul card per i mezzi è una tessera ricaricabile da associare al codice HES oppure in taxi il primo giorno fino all hotel e poi ti organizzi per i mezzi Inoltre da piazza taksim puoi andare anche al tram dipende dove devi andare.

Silvia
Ospite
Silvia

Per sisli da taksim meglio in metro

Alice
Ospite
Alice

Buongiorno, avrei bisogno di un informazione… il mio compagno deve venire in Italia dalla Turchia il 25 novembre al momento non riesce ad accedere alle paratiche per richiedere il visto perché L Italia è attualmente chiusa …. Avete consigli da darmi ? Quando si avranno gli ultimi aggiornamenti riguardo alle norme di viaggio ??? Grazie Alice

Silvia
Ospite
Silvia

La trafila per i visti se non hai conoscenze in questura è molto lunga anche i ricongiungimenti familiari ci impiegano mesi. In questo momento il visto turistico è impossibile. Devi andare tu…

Alice
Ospite
Alice

Il visto per fortuna è stato rilasciato in soli tre giorni
…. Non perdete mai le speranze perché a volte ciò che sembra complicato non lo è…

mauro
Ospite
mauro

digli di prendere una visa da altra ambasciata, tipo tedesca o spagnola

Alice
Ospite
Alice

Ciao Mauro , L Italia ha rilasciato il visto…. 🙂

dario
Ospite
dario

@ Alice, quale tipologia di visto ti hanno rilasciato? Alla sorella di mia moglie (di nazionalità turca) che voleva venire a trovarci in Italia non la fanno neppure prendere appuntamento per il rilascio del visto per visita familiari, dicendo che li rilasciano in via eccezionale solo a genitori e figli per eventi straordinari. Francamente dopo quasi due anni è una situazione ormai insostenibile, considerato che siamo tutti vaccinati e la norma prevede espressamente per i familiari di cittadini italiani e soggiornanti di lungo periodo la possibilità di entrare. ..

Alice
Ospite
Alice

Ciao Dario , hanno rilasciato un visto per comprovata relazione stabile affettiva.,. Abbiamo dovuto preparare 120 pagine di documenti ma in tre giorni il visto è stato rilasciato devi rivolgerti alla società IDATA che si occupa degli appuntamenti per il consolato italiano .,, spero che presto possiate incontrarvi ..

federica
Ospite
federica

Salve… sapete dove poter fare tamponi rapidi ad Istanbul? Un’amica sarà li questo finse settimana e non riusciamo a capire dove poter effettuare l tampone rapido per il rientro in Italia.

grazie mille

Riccardo
Ospite
Riccardo

Buongiorno,

ho letto su vari siti che se il viaggio in Turchia dura meno di 120h al ritorno non è necessaria la quarantena. A voi risulta esatta questa informazione?

Grazie mille

Chiara
Ospite
Chiara

& se la motivazione è una visita medica?
Grazie per la risposta,

Chiara

Mattia
Ospite
Mattia

Ciao a tutti, sono partito questa mattina da malpensa con la mia ragazza. Chiedono greenpass, e modulo hes alla partenza; in dogana a istanbul solo il passaporto. In città ci sono vari turisti europei, quasi nessun italiano.

mattia
Ospite
mattia

Ciao, mi auto-rispondo, cosi inserisco anche il mio feedback sul viaggio di ritorno. Innanzitutto grazie a voi dello staff, per questo blog. Se si hanno pochi giorni, bisogna essere organizzati e in mezzo ai vostri articoli, c’e’ praticamente tutto il visitabile. Istanbul e’ immensa e vale la pena di rimanere per almeno 5/6 giorni. Mi ha sorpreso la somiglianza della loro cucina con la nostra. Mi ha incantato S.Sofia, mentre la moschea blu, con i lavori in corso e’ da evitare. Basilica cisterna invece e’ proprio chiusa.
Per tornare; prima di imbarcarti ti chiedono il risultato di un tampone. In Italia nei controlli dopo l’atterraggio ti fanno compilare un foglio autocertificazione su quarantena e domicilio. Non gli interessa se hai compilato online il modulo plf, vogliono il cartaceo ( che probabilmente finira’ nella pattumiera a fine giornata)
Non sto a sottolineare che i controlli eccessivi, sono in vigore solo per un motivo politico e non sanitario.
a presto.

Paola
Ospite
Paola

Solo per completezza segnalo che a noi al rientro a Malpensa (il 29/9) hanno chiesto solo la stampa cartacea del modulo dPLF compilato online, avevamo compilato in aereo anche l’autocertificazione che ci hanno fornito ma il poliziotto ci ha detto che se avevamo già fatto il modulo online l’autocertificazione non serviva a nulla, infatti non l’hanno nemmeno ritirata.

Magda
Ospite
Magda

Ciao, io dovrei partire i primi di febbraio ho il g.pass, ma mi sembra tutto complicato. Dunque 72 h.prima della partenza si deve compilare il modulo pf…con il quale.code che ti chiedono prima della partenza, giusto? E al rientro il tampone antic.di 72 h.prima del rientro ed il foglio di rientro con il quale.code, giusto? Grazie mille

Lorenzo Pacchioni
Ospite
Lorenzo Pacchioni

Con quale motivazione hai volato? Noi andiamo a fine dicembre per turismo ma essendo vietato quale scusa è più plausibile per evitare problemi?

Umberto Cipolla
Ospite
Umberto Cipolla

Ciao a tutti, volevo condividere la mia esperienza. Sono partito per Istanbul da Bergamo il 30/09, in aeroporto hanno controllato il green pass (attenzione che vogliono il PDF completo soprattutto la parte dove c’è scritto che avete ricevuto due dosi). In Turchia all arrivo nessun problema, mi hanno chiesto il green pass assieme alla carta d’identità ma ho trovato tutto molto tranquillo. In giro a Istanbul pure zero problemi, mi hanno chiesto solo il codice Hes per salire alla torre di Galata. Al rientro dall’Italia in data 03/10 invece sono rimasto basito quando il poliziotto di frontiera mi ha detto che devo fare 10 giorni di quarantena e poi tampone nonostante ho il green pass, come scritto nell’articolo ciò é veramente un’assurdità. Cioè io vaccinato, devo fare 10 giorni di quarantena e poi tampone perché rischio di infettare chi? Un non vaccinato? Spero veramente che a breve il governo sistemi questa cosa che é assolutamente una contraddizione normativa tipica italiana.

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Condivido la mia esperienza. Sono partito per Istanbul il 21 Settembre da Malpensa con la compagnia Turkish Airlines e ho dichiarato di andare a trovare la mia fidanzata turca; non è una scusa ma nessuno mi ha chiesto motivazioni del viaggio nè le sue generalità. Atterrato a IST mi è stato solo dato un foglietto timbrato siccome non ho il passaporto ma solo l’ID. Nelle ultime 72 ore prima di tornare ho fatto un PCR, risultato negativo. Il 26 Settembre sono tornato dall’aeroporto SAW con la compagnia Pegasus. Da loro mi è solo stato chiesto indietro il foglietto timbrato. All’arrivo ad orio al serio mi sono stati chiesti green pass, PCR negativo e un modulo di autodichiarazione che mi è stato fatto compilare in aereo.

E’ stata una delle esperienze migliori della mia vita 🙂 Ringrazio questo sito e i commenti qui sotto per tutte le info preziose

Luigi
Ospite
Luigi

Grazie per il commento. Sei in isolamento fiduciario al momento o nessuno ha chiesto?

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Mah dopo aver lasciato l’aeroporto di Orio nessuno mi ha più chiesto nulla ma giusto per sicurezza mia sto isolato, settimana prossima mi faccio un tampone

Filippo
Ospite
Filippo

Condivido la mia esperienza, semmai a qualcuno fosse utile. Sono stato a Istanbul a inizio settembre (munito di Green Pass e HES Code), all’andata la dogana non mi ha chiesto il motivo del viaggio, mentre al ritorno non ho potuto fare il check-in online del volo perché la compagnia aerea (Turkish Airlines) doveva verificare che compilassi il PLF, cosa che ho fatto direttamente allo sportello della Turkish Airlines dal cellulare. Sono andato per motivi di turismo ma ho dichiarato che avessi una fidanzata con residenza in Turchia (inesistente), di cui non mi è stato chiesto nessun dato. Ovviamente nelle 48 ore precedenti al ritorno ho dovuto fare un tampone, negativo ovviamente. Al ritorno in Italia, la compagnia mi ha fatto compilare un’autodichiarazione in cui mi si chiedevano più o meno gli stessi dati (i miei dati personali, quelli del volo, il motivo del viaggio e i miei obblighi di avvisare l’ASL del mio isolamento fiduciario che si sarebbe concluso dopo dieci giorni con un tampone negativo). La dogana in entrata mi ha chiesto quel foglio (in realtà erano due, quasi uguali, uno resta alla compagnia e uno va consegnato alla dogana), il poliziotto penitenziario lo ha preso senza leggerlo e… Leggi il resto »

Giuseppe
Ospite
Giuseppe

Quindi io dovrei partire a novembre, tu dici che non dovrei preoccuparmi

Filippo
Ospite
Filippo

Ad oggi ancora nessuno mi è venuto a cercare e come me anche altri prima di me, con la situazione epidemiologica in netto miglioramento, io non credo ci siano problemi, ma insomma non posso dispensare garanzie a nessuno, solo ragionevoli consigli e condivisioni di esperienze.

Gian
Ospite
Gian

Salve, parto domani e nel check-in c’è una pagina con alcune avvertenze e raccomandazioni riguardo al covid. Oltre alle solite “affermo che negli ultimi X giorni non ho avuto febbre, tosse ecc…” c’è un paragrafo in cui viene detto:
“Attesto inoltre che contatterò Turkish Airlines fornendo un certificato medico a conferma di qualsiasi sospetto di infezione da COVID-19 almeno 6 ore prima del volo e che non mi recherò in aeroporto se si verificasse una qualsiasi delle condizioni sopra indicate.”
Quindi ora è necessario anche il certificato medico oltre al green pass?

Jason
Ospite
Jason

Salve avrei una domanda. Dovrò recarmi a Istanbul e soggiornare 15 giorni. La mia domanda è se posso partire con un solo biglietto di andata o devo necessariamente avere un buglietto di ritorno?

Antonio
Ospite
Antonio

Buongiorno a tutti,volevo delle informazioni se era possibile,sono cittadino italiano e la mia compagna Ucraina ma residente in Italia,tra un paio di settimane dobbiamo andare ad Istanbul ma partiamo dalla repubblica ceca,ci sono restrizioni persone che arrivano da quella nazione?e sopratutto una volta in Turchia per entrare nei luoghi chiusi tipo ristoranti centri commerciali e via dicendo c’è bisogno di qualcosa in particolare?

Denise
Ospite
Denise

Ciao a tutti, dovrei partire per la Turchia il giorno12 e rientrare il 18 di settembre. La mia domanda è per rientrare in Italia è necessario compilare il modulo di localizzazione digitale? In quanto io ho compilato solo quello per entrare in Turchia e vorrei sapere se fosse sufficiente. Grazie comunque per tutte le informazioni utili.

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao a tutti, sono atterrato questa mattina a Malpensa da Istanbul.
Partito dall’aeroporto di sabiha gokcen al check-in di anadolujet (turkish airlines) mi hanno chiesto il tampone (che si fa in qualunque albergo o agenzia viaggi del luogo).
Sull’aereo fanno compilare un’autocertificazione che va poi presentata all’ingresso in Italia, la guardano e si tengono il foglio…in realtà effettivamente sembrano controllare giusto i dati personali, specifico che NON chiedono il motivo del viaggio!
Ora vedo se effettivamente poi sarà davvero obbligatorio fare il tampone dopo 10 giorni di quarantena che, avendo consegnato l’autocertificazione cartacea, credo vada fatta
Aggiungo anche che l’aeroporto si sabiha gokcen è davvero incasinato come pochi quindi arrivate col tampone già fatto e presentatevi anche 3h prima del volo per sicurezza perché il tutto è molto lento
Saluti!!

PAOLA
Ospite
PAOLA

Avete effettuato la segnalazione all’ATS per la quarantena? Avete subito dei controlli nei 10 giorni successivi all’arrivo in Italia?
Grazie

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao, guarda scadono oggi i 10 giorni e nessuno mi ha chiesto niente
Quindi lato ATS ecc non so sinceramente come funzionino…dovrei anche fare un tampone negativo ma sinceramente sto bene e non sono uscito chissà dove quindi me lo risparmio volentieri

Gp
Ospite
Gp

Buongiorno e grazie mille per le infos !!! Vorrei sapere se per lavoro dovrei recarmi in Turchia per sole 3 notti quindi meno di 120 ore all’estero?! Al ritorno ho sempre obbligo di isolamento fiduciario e tampone oppure ci sono deroghe ? Grazie mille per l’aiuto

Elena
Ospite
Elena

Ciao a tutti!
Sono partita per Istanbul da Bologna il 1 settembre e tornata il 6.
In aereoporto a Bologna mi hanno chiesto i motivi della partenza che non sono comunque verificabili. Mi hanno chiesto anche un test (nonostante avessi la doppia vaccinazione completa da un mese).
Ho fatto un PCR test in ospedale ad Istanbul, costo 88 euro e arrivato per mail dopo 16 ore. Al ritorno, in aereoporto da Istanbul, mi hanno chiesto risultato test e dPLF.
Arrivata all’aereoporto di Bologna hanno controllato dPLF ma non test.

Paola
Ospite
Paola

Buonasera a tutti
dovrei partire il prossimo 21 settembre per un intervento in una clinica a Istanbul (quindi per motivi di salute, ho ricevuto anche dichiarazione dalla clinica in tal senso).
Sia io che il mio compagno abbiamo il green pass (avendo completato il ciclo vaccinale a fine luglio) e prima del rientro è già previsto che faremo il tampone in clinica, mi chiedevo se qualcuno ha avuto esperienza in merito alla segnalazione all’ATS da effettuare al rientro (che, come indicato nell’articolo, mi sembra un po’ assurda per chi è stato vaccinato e presenterà esito di tampone negativo al rientro).
Volevo capire se compilando il dPLF potrebbe scattare “automaticamente” una qualche segnalazione all’ATS oppure è difficile che i data base e le varie autorità si coordino in tal senso.
Grazie

SEVERINO
Ospite
SEVERINO

Buongiorno, io devo fare la stessa cosa. Parto il 26 settembre. Mi metto in coda per una risposta….Grazie

Max
Ospite
Max

Ciao! Beh, la mia considerazione è che nel modulo Eu dPLF (il passenger locator form elettronico) che devi compilare prima di rientrare in Italia, vai a dichiarare che segnalerai all’autorità sanitaria il tuo rientro dalla Turchia, quindi non facendolo verresti meno alla tua stessa dichiarazione; per questo io suggerirei comunque di adempiere.

Rossana Bonvini
Ospite
Rossana Bonvini

Ciao mi spiace di non aver potuto rispondere a Margherita che mi ha chiesto particolari su Sanliurfa. Sono partita per la Turchia senza difficoltà, a parte i ritardi continui dei voli ( Pegasus). Ovviamente dopo aver effettuato il tampone (il Green pass mi è stato chiesto in aeroporto) e ottenuto l’HES CODE. Ho utilizzato sempre mascherine ffp3 in aereo e sui mezzi pubblici. A Sanliurfa, nonostante i controlli della polizia, quando le autorità non erano presenti, le mascherine e gli altri presidi anti Covid non venivano utilizzati. Diversamente da Istanbul dov’è invece ho notato molta attenzione e rispetto delle regole sia per strada che nei locali. Arrivata a Istanbul, il personale dell’hotel mi ha associato il codice HES con l ‘stambul kart. Al ritorno ho eseguito Il tampone PCR ( non esistono tamponi rapidi) direttamente in hotel e ho ricevuto il referto dopo circa 12 ore. L’ho pagato €35. Prima del ritorno ho compilato il PLF che a Orio volevano in forma cartacea e che ho consegnato al personale del controllo passaporti. Mi aspettavo un contatto da ATS che non è mai arrivato, ma ugualmente ho rispettato le quarantena e al termine della quale, dopo aver effettuato un altro tampone,… Leggi il resto »

Silvia
Ospite
Silvia

se per motivi di salute devi chiedere all ATS di competenza come devi comportarti saranno loro a autorizzare il viaggio e a indicarti se dovrai fare o meno la quarantena al rientro.
Io l’anno scorso presentando tutta la documentazione non l ho dovuta fare ovviamente a meno che insorgano sintomi covid.

Igor
Ospite
Igor

Buongiorno,dovrei recarmi in Turchia con un last minute per un esigenza incombente,una cosa non è chiara sul sito del ministero ossia : per chi ha ricevuto la prima dose e possiede il green pass dopo i 14 giorni canonici può recarsi in Turchia ?Se dovessi prendere alla lettera il testo del ministero parrebbe di si.Qualcuno ha testimonianze in merito?Grazie

Francesca
Ospite
Francesca

Ciao ragazzi,
a quanti di voi è stata effettivamente richiesta la quarantena al rientro in Italia avendo il green pass?
Hanno prorogato queste regole fino a fine ottobre e sinceramente non se ne può più!!!

Roberto
Ospite
Roberto

Io non vorrei farla ho un trapianto di capelli da fare e non vedo il xke al ritorno (con green pass e tampone )sono costretto a. Fare 10 GG di quarantena…sono un OSS è serve la mia presenza a lavoro purtroppo

Samuele
Ospite
Samuele

Ciao Roberto. Tutto ok in Turchia? Sono anch’io interessato al trapianto di capelli in Turchia. Mi confermi che è un motivo valido per l’ingresso nel paese?? Grazie tante anche per chiunque riuscisse a rispondere.

Roberto
Ospite
Roberto

Io direi di aspettare il 25 ottobre,poi vedremo se ci sarà isolamento o verrà eliminato,lo spero

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao a tutti!
Sono partito questa mattina per la turchia quindi vi scrivo la mia esperienza di partenza
A Malpensa nessuno chiede i motivi del viaggio, lo posso confermare perché la polizia mi ha controllato a campione passaporto e biglietto prima dei controlli e non mi han chiesto perché andassi in Turchia.
Aggiungo anche che per il check-in servono green pass e HES code con anche i dettagli, solo il QR code non basta.
Arrivato a Sabina gokcen nessuno mi ha chiesto assolutamente nulla.
Quindi se volete andare per turismo, Andate in Turchia sereni!! 🙂

M.N
Ospite
M.N

salve..per cortesia che cos’è il HES code ?

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

È un codice che serve sia per prendere l’aereo per la Turchia sia, una volta in Turchia, per prendere i mezzi andare nei musei eccecc
È associato a una tua mail e al passaporto e lo fai su un sito il cui link lo trovi in questo blog

Magda
Ospite
Magda

E quando si richiede il Hes code,? Io dovrei partire in gennaio 22. Dunque si deve compilare il famoso foglio con il q.code e poi,? Grazie mille

Magda
Ospite
Magda

Ciao. Cos’è il Hes code? Io dovrei partire in gennaio 22…..grazie mille

Federica
Ospite
Federica

Ciao a tutti! Io e mio marito desideriamo da tanto tempo fare un viaggio in Turchia. Abbiamo aspettato pazientemente tutta l’estate sperando in un cambiamento delle regole da parte del governo italiano (sul fatto che si potesse finalmente viaggiare per turismo in Turchia) ma ieri il governo ha deciso di prolungare la normativa addirittura fino a fine ottobre. Noi a dirla tutta ci siamo stufati e da bravi viaggiatori incalliti abbiamo deciso di partire per la Turchia per 2 settimane di viaggio verso fine della settimana prossima. Se ci chiederanno a Malpensa il motivo del viaggio diremo che dobbiamo tenere un seminario sulla yoga (siamo entrambi yoga teacher) o mi inventerò qualcosa relativo al mio lavoro principale (interprete/traduttrice freelance) in modo da svignarcela senza grossi problemi (spero). Ma da quanto leggo qui sulle esperienze di viaggio di altri viaggiatori sembra non chiedano granchè a Malpensa. Condividerò la nostra esperienza qui con voi, in modo che possa essere utile ad altri viaggiatori. Ci tenevo anche a segnalare che ho parlato già 2 volte al telefono con l’ambasciata turca a Roma e a Milano e mi hanno detto di andare senza farmi troppi problemi in Turchia (ho specificato che andrei per viaggiare/turismo)… Leggi il resto »

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Ciao, com’è andata?

Federica
Ospite
Federica

Ciao Lorenzo! Tutto benissimo! Siamo ancora in Turchia, stiamo viaggiando parecchio. Alla partenza in aeroporto nessuno ci ha chiesto nulla, ne la compagnia aerea (Turkish airlines) ne tantomeno i poliziotti al controllo passaporto. Per imbarcarsi basta l’hes form e un tampone rapido negativo che si può fare in farmacia a 15 euro 48 ore prima della partenza. Nessuno ci ha chiesto il green pass, ne in Italia ne tantomeno in Turchia. Qui in Turchia si viaggia liberamente, basta solo avere l’hes form e nient’altro. Noi torniamo in Italia il 30 settembre. Al ritorno scriverò com’è andata

Rosaria Succi
Ospite
Rosaria Succi

Buongiorno, come è andata?

Eduardo
Ospite
Eduardo

Al rientro vi hanno chiesto qualcosa??

Federica
Ospite
Federica

Ciao! Non siamo ancora tornatitorniamo in Italia il 30 settembre, al nostro ritorno scriverò com’è andata

Federica
Ospite
Federica

Ciao Eduardo! Non ci ha chiesto niente nessuno. Siamo tornati stamattina in Italia (atterrati a Malpensa da Istanbul) ma nessuno ci ha chiesto nulla. Ci è bastato fare un tampone ieri a Istanbul e con l’esito negativo si parte, senza green pass. Buon viaggio!!

Fabio
Ospite
Fabio

Ciao, io vorrei partire per la Turchia il 23 Ottobre… ci lasciate un feedback di come e’ andata la vostra esperienza?
Grazie, Fabio S

Federica
Ospite
Federica

Ciao Fabio! Certo, volentieri! Noi siamo ancora in Turchia, stiamo viaggiando parecchio (siamo partiti 2 settimane fa). Alla partenza in aeroporto nessuno ci ha chiesto nulla, ne la compagnia aerea (Turkish airlines) ne tantomeno i poliziotti al controllo passaporto. Per imbarcarsi basta l’hes form e un tampone rapido negativo che si può fare in farmacia a 15 euro 48 ore prima della partenza. Nessuno ci ha chiesto il green pass, ne in Italia ne tantomeno in Turchia. Qui in Turchia si viaggia liberamente, basta solo avere l’hes form e nient’altro. Noi torniamo in Italia il 30 settembre. Al ritorno scriverò com’è andata in aeroporto eccci aggiorniamo!
Federica

Alex
Ospite
Alex

Ciao ragazzi ci vediamo domani in aereoporto allora!!!
Pronti per vedere cosa ci diranno a Malpensa!!

Leonardo
Ospite
Leonardo

Buongiorno, vorrei chiedere un’informazione che non riesco a trovare da nessuna parte su internet.
I cittadini turchi possono viaggiare in Unione Europea per TURISMO?
Un’amica turca vuole venire in Italia ma non riusciamo a capire se lei possa richiedere un visto turistico; sembra che i viaggi per turismo siano bloccati, ma non trovo riscontro di questa regola da nessuna parte.
Grazie

Rossana Bonvini
Ospite
Rossana Bonvini

Ciao.Sapete se per i voli nazionali in Turchia (mi sposterò da Istanbul a Sanliurfa), è necessario un tampone?
Grazie
Rossana

Margherita Udali
Ospite
Margherita Udali

Ciao Rossana sei poi riuscita ad andare a sanliurfa? Io dovrei partire giovedi 16 settembre per istanbul e venerdi 17 prendere volo interno per sanliurfa. Mi racconti come è andata? Grazie mille Margherita

Flora
Ospite
Flora

Per i voli interni non serve alcun tampone.serve però Hes kodu

Francesco
Ospite
Francesco

Ciao a tutti,
Spero di essere utile.
Partito da Malpensa la Turkish chiede Green Pass o tampone o HES. La polizia di frontiera ha solo controllato corrispondenza tra boarding pass e documento senza alcuna domanda sui motivi di viaggio.
Al ritorno ho telefonato alla Turkish e sono andato in uno dei loro sportelli all’aeroporto di Istanbul dove mi han detto che sarei stato ammesso a bordo con vaccinazione e senza tampone obbligatorio. E così è stato.
In Italia: avevo compilato il PLF online ma a Malpensa la polizia di frontiera non ha i lettori. Cosi ho compilato il modulo a mano scrivendo che non avevo fatto tampone ma in possesso di green pass vaccinazione. Tutto liscio e nessuna richiesta di quarantena fiduciaria o di tampone. Da specificare che essendo stato in Turchia per 118h(<120h) può rientrare come motivi di lavoro (ho effettivamente avuto un business meeting piuttosto importante). La polizia ha letto il nome sul form, messo il foglio da parte e lasciatomi andare senza domande.

Incontrati molti italiani in vacanza laggiu con i medesimi dubbi; nessuno avrebbe fatto il tampone per tornare in Italia dopo conversazioni con la Turkish e a nessuno in partenza erano stati chiesti i motivi di viaggio.

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao, @francesco
Sono rientrato stamattina in Italia e la polizia ha fatto la stessa cosa
Ritirato il foglio guardando giusto la corrispondenza dei dati e nulla più (come se non contasse praticamente nulla)
Tu hai fatto i 10 giorni di quarantena e il tampone alla fine dei 10 giorni?
Se sì, l’esito del tampone a chi va comunicato?

Francesco
Ospite
Francesco

Ciao Sebastiano. Non ho fatto il tampone ne in Turchia prima di tornare nè tornato. Non ho fatto quarantena poichè sotto le 120h per motivi di lavoro.
La Turkish accetta passeggeri anche senza tampone ma vaccinati. A Malpensa non mi han detto nulla ne richiesto il tampone.

Michele
Ospite
Michele

Salve! Vorrei sapere dove posso fare tampone antigenico rapido, per ripartire da Istanbul, proseguire il mio viaggio, in un altro paese non Italia?

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Teoricamente tutti gli aeroporti hanno delle aree in cui effettuano test sia rapidi che ‘normali’
Guarda sul sito dell’aeroporto che ti interessa

leo
Ospite
leo

sono rientrato ieri in Italia ( 24-8-2021) da Istanbul e per fare il check in, Turkish Airlines chiede PCR !
invece in Italia mi hanno chiesto il PLF compilato
spero di poter aiutare ai viaggiatori
saluti

Michele
Ospite
Michele

Ciao. Posso sapere se hai fatto PCR dove?

Leo
Ospite
Leo

Tutti gli hotel offrono il servicio di Covid test

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Ciao,

ma di preciso in quale momento va fatto il PLF?
sto leggendo in giro ma non mi è molto chiara come cosa

Frank
Ospite
Frank

Ciao Sebastiano, a Malpena il PLF digitale non è accettato per chè non hanno strumentazione per la lettura. Ti verrà dato un form cartaceo a bordo da compilare.

Francesco

Leo
Ospite
Leo

Nel mio caso l’ ho fatto dopo di aver fatto il check in online perché oltre tutti i tuoi dati chiedono anxhe número del posto a sedere nell’aereo

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Grazie a entrambi per le risposte!
Per sicurezza farò anche quello online una volta fatto il check-in per il ritorno 🙂

Sebastiano
Ospite
Sebastiano

Buongiorno a tutti

ho letto sui vecchi messaggi, che molti che sono andati in turchia nei giorni scorsi….io andrò il 31 (ufficiosamente per turismo XD). Com’è stato il viaggio e come si sta in turchia in questi giorni?
Com’è l’italia a livello di controlli di motivazioni del viaggio?
Ma soprattutto, finiti i 10 giorni di quarantena fiduciaria, il tampone da fare va presentato a qualcuno o basta farlo e tanti saluti?

@CAN: in questi periodi organizzate dei tour per pamukkale e capadoccia? sarei molto interessato 🙂

grazie a tutti!

Rim
Ospite
Rim

Buongiorno,io devo partire in turkia dal 30/08/2021 fino al 06/09/2021,parto da malpensa,vado come una turista per una settimana.mi chiedono il motivo?non mi fanno passare?sono vaccinata da gennaio perchè sono un infermiera,ho il green pass.mi chiedono ancora un tampone?
grazie a chi mi risponde

Daniela
Ospite
Daniela

Ciao, anch’io dovrei partire per turismo il 20 settembre ma non mi è molto chiara la situazione.
Sono vaccinata ma devo fare cmq tampone?
Inoltre se non ho capito male rischio di non passare alla frontiera o meglio di dover fare quarantena di 10 gg?? Potete aiutarmi per favore?

Max
Ospite
Max

Ciao! Per quanto ne so ed ho visto io, per l’andata verso la Turchia non hai bisogno del tampone se sei vaccinata. Invece al ritorno in Italia secondo la legge dovresti comunque fare il tampone; leggo dai commenti che qualcuno non l’ha fatto e si è imbarcato comunque, però a quel punto è un rischio che corri tu.
Per quanto riguarda i 10 gg. di quarantena al ritorno, quella è una dichiarazione che fai nel momento in cui compili l’EU dPLF (il passenger locator form digitale), quindi sta a te osservarlo. È chiaro che se ad esempio sul posto di lavoro poi sorgono dei problemi, magari risulta che tu non hai osservato le regole con le eventuali conseguenze del caso, quindi se non hai problemi a farlo io ti suggerirei di osservare l’isolamento prescritto.