Covid-19: La situazione a Istanbul ed in Turchia

Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2021

Sono passati 5 mesi ormai dall’inizio del lockdown in Italia, in quei giorni tutti gli occhi erano puntati sull’Italia e sembrava un’emergenza che dovesse toccare solo il nostro Paese, invece il contagio si è propagato rapidamente in tutto il mondo e nel giro di breve tempo tutti i Paesi hanno dovuto fare i conti col virus e con le misure di contenimento necessarie per arrestarne la diffusione.

Il Covid-19 in Turchia

Anche la Turchia è stata ovviamente toccata dal Covid-19. Le misure adottate dal governo turco sono state piuttosto diverse, non c’è mai stato un vero e proprio lockdown, solo nei fine settimana e nei giorni festivi è stato imposto un temporaneo coprifuoco, ma la maggior parte delle attività non ha mai chiuso. Fra le altre misure adottate c’è stato il divieto di uscire fuori casa imposto ai maggiori di 65 anni ed ai minori di 20 anni.

Non siamo in grado di stabilire se le misure adottate siano state realmente efficaci oppure se sono entrati in ballo altri fattori (come ad esempio l’età media molto bassa della popolazione turca), numeri alla mano si può solo constatare che il virus è stato contenuto piuttosto bene, il numero dei contagi in rapporto alla popolazione non ha raggiunto grandissime cifre e soprattutto il totale dei decessi è stato molto limitato (al momento circa 5mila persone).

Dall’1 giugno la Turchia è entrata ufficialmente in fase 2, ed esattamente come sta avvenendo in Italia, tutto sta tornando alla normalità, o alla “nuova” normalità come qualcuno la definisce.

La crisi del turismo a causa del Covid-19

Ovviamente il settore del turismo è quello che in una situazione di questo tipo ne risente di più, i tempi della ripresa saranno molto più dilatati rispetto ad altri settori. Noi qui in Turchia siamo abituati ai periodi di crisi, nel 2016 e 2017 abbiamo avuto ben due anni di arresto quasi totale del flusso turistico a causa dei vari attentati e delle turbolenze politiche che avevano toccato il Paese, quindi siamo piuttosto abituati a far fronte a situazioni come queste. Possiamo dire di avere dei buoni anticorpi per rimanere in tema.

Le crisi prima o poi passano, bisogna solo avere pazienza, nel 2019 infatti dopo alcuni anni difficili abbiamo battuto tutti i record di presenze. Il turismo quindi ricomincerà, anche se non subito. Nel frattempo per chi non riesce a frenare la voglia di viaggiare è giusto informarsi bene, per capire quando e soprattutto come si potrà ricominciare a farlo.

Quando ripartiranno i voli dall’Italia

Tutti i collegamenti interni fra le varie città turche, via terra e via area, sono stati ripristinati a partire dall’1 giugno. Per i voli internazionali invece si sta seguendo una ripartenza a scaglioni, frutto di accordi fra i vari Paesi. A partire dal 15 giugno hanno riaperto i voli da e per una ventina di paesi, fra cui la Germania, la Svizzera, la Grecia, la Polonia, la Romania, la Slovenia, la Croazia ed il Giappone. Fra il 20 ed il 25 giugno sono ripresi anche i voli per i Paesi scandinavi, l’Irlanda, L’Olanda, il Belgio e la Corea del Sud.

Per i voli dall’Italia si era deciso ufficialmente, tramite un mutuo accordo avvenuto in occasione del meeting del 19 giugno tenutosi ad Ankara fra il nostro ministro degli esteri Di Maio ed il ministro turco Cavusoğlu, di riaprire gli ingressi per turismo a partire dall’1 agosto.

Sul sito di Turkish Airlines veniva successivamente indicato un piano di voli che prevedeva alcune partenze da e per l’Italia già a partire dall’1 luglio. E difatti i voli sono ripresi a partire da luglio.

Per il momento (marzo 2021) la situazione è questa: ci sono voli giornalieri che collegano l’Italia e la Turchia, ma non da tutte le città (Turkish Airlines vola per adesso da Milano, Roma, Bologna e Venezia, i voli da Napoli, Bari e Catania riprenderanno in seguito).

Un cittadino italiano per adesso a livello teorico può entrare in Turchia solo per motivi di lavoro, di salute o familiari. A livello pratico può entrare in Turchia anche per motivi turistici perchè i suddetti motivi possono essere difficilmente verificati. In ogni caso il decreto dell’agosto 2020 vieta i viaggi per turismo al di fuori della Comunità Europea.

Il problema però sorge al rientro in Italia, dato che per il momento (con ultimo aggiornamento della Farnesina in seguito al DPCM del 2 marzo 2021) qualsiasi persona arrivi dalla Turchia ed entri in Italia deve sottoporsi a quarantena fiduciaria per due settimane. Al momento non si sa se la misura verrà ulteriormente estesa oppure se e quando verrà revocata.

La situazione riguardo la questione della quarantena fiduciaria quindi  va monitorata di giorno in giorno, dato che le decisioni in merito vengono aggiornate dal governo italiano più o meno ogni settimana. Singole Regioni potrebbero imporre a chi proviene da alcuni Stati o territori esteri il rispetto di particolari obblighi. Prima di partire per rientrare in Italia, si raccomanda di verificare eventuali disposizioni aggiuntive da parte delle Regioni di destinazione, contattandole direttamente.

ATTENZIONE IMPORTANTI AGGIORNAMENTI:

A partire dal 30 dicembre e fino perlomeno al giorno 15 aprile 2021 qualsiasi persona proveniente dall’estero che vorrà entrare in Turchia dovrà effettuare prima della partenza un test molecolare PCR (tampone) che dovrà risultare negativo e deve essere effettuato nelle 72 ore precedenti alla partenza. Il controllo viene effettuato alla partenza al check-in (non viene richiesto all’arrivo in Turchia), in assenza dei risultati del test non si verrà ammessi all’imbarco, il risultato del test può essere anche in italiano ed in formato digitale. Chi effettua semplicemente un transito aeroportuale in Turchia è esentato dall’obbligo del test. Maggiori informazioni possono essere richieste alle rispettive compagnie aeree.

Le autorità turche a partire da gennaio 2021 hanno introdotto l’obbligo di acquisire un codice di tracciamento chiamato HES Code per potere effettuare una serie di attività, come ad esempio salire sui mezzi pubblici, effettuare dei voli interni, entrare in centri commerciali ed in bar o ristoranti. Dal 15 marzo l’ottenimento del codice è diventato obbligatorio anche per gli stranieri che arrivano in Turchia, è necessario quindi per tutti i turisti compilare questo form entro 72 ore dalla partenza.

Per salire sui mezzi pubblici c’è purtroppo una complicazione in più, bisogna collegare il codice HES con la IstanbulKart (la carta dei mezzi pubblici), per farlo bisogna andare su questo sito e compilare il form (in alto a destra potete usare la versione in inglese).

Raccomandazioni per la ripartenza del turismo

Sul sito dell’aeroporto di Istanbul vengono elencate alcune raccomandazioni, fra le quali la necessità di comunicare alla compagnia aerea l’indirizzo presso il quale si alloggerà ed il vivo consiglio di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio.

Ripetiamo comunque che attualmente ci troviamo in una fase di incertezza e le condizioni possono cambiare di giorno in giorno. Molto probabilmente la situazione si normalizzerà gradualmente a partire dalla primavera del 2021.

Di sicuro questo non è il momento più adatto per mettersi in viaggio, la situazione in Italia non è buona a seguito della seconda ondata ed anche in Turchia a partire da metà novembre c’è stata una recrudescenza dei casi. A partire dal 20 novembre in Turchia sono stati istituiti dei coprifuoco parziali durante le ore notturne e durante i fine settimana, inoltre tutti i bar e ristoranti sono rimasti chiusi.

Da inizio marzo la situazione è in leggero miglioramento e c’è stato un parziale allentamento delle restrizioni adottate, hanno cominciato a riaprire bar e ristoranti anche se con alcune limitazioni. Maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina del Consolato italiano di Istanbul.

Sconsigliamo quindi di mettersi in viaggio in questo periodo, anche per senso di responsabilità. Sperando che dalla primavera in poi tutto possa migliorare e si possa tornare finalmente a viaggiare in serenità.

Vota se ti è piaciuto
[Total: 5 Average: 5]

179
Lascia un commento

avatar
65 Comment threads
114 Thread replies
74 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
76 Comment authors
TizianasabrinaNicola De StefaniDomenicaMarco f Recent comment authors
Nicola De Stefani
Ospite
Nicola De Stefani

Sapete dirmi, per favore, quali sono le regole per tornare in Italia dalla Turchia? Ho il volo prenotato da Antalya, via Istambul, su Milano Orio al Serio per il 2 marzo 2021. Lo chiedo perche’ faccio davvero fatica a interpretare quello che c’e’ scritto sul sito della Farnesina. Magari qualcuno con lo stesso problema riesce a rispondermi. Devo fare test in aeroporto ad Antalya 48 h prima dell’imbarco? O non e’ richiesto? Devo fare quarantena in Italia al mio arrivo? Oppure basta stare in isolamento fiduciario, fare tampone di controllo, e se negativo, tornare a una vita diciamo normale per la situazione attuale?
Grazie
Nicola

sabrina
Ospite
sabrina

al rientro in italia ti viene chiesto di compilare un autocertificazione con i motivi del tuo rientro in italia, resta garantito il rientro al proprio domicilio e al controllo passaporti ti verranno date indicazioni riguardo l’isolamento fiduciario e dovrai indicare l’indirizzo in cui lo farai.spetta a te comunicare all’asp di competenza il tuo rientro in italia e da li a brevissimo ti verra’ inviata una mail con la comunicazione di inizio isolamento per la durata di 14 giorni.spero di essere stata chiara e buon viaggio

Nicola De Stefani
Ospite
Nicola De Stefani

Ti ringrazio molto Sabrina per la tua risposta, ma resta aperta la domanda se devo fare per legge il test tampone in Turchia prima di partire (cosa che ho fatto oggi, comunque sia), e se al mio arrivo il Italia, se faccio un secondo tampone, e se risulta negativo anche questo, se posso ricominciare a lavorare e vivere come tutti evitando la quarantena? Ovviamente sempre che entrambi risultino negativi. Questo più che altro mi preme di sapere. Grazie mille di nuovo.

Alice
Ospite
Alice

Sono appena rientrata da Istanbul , all aereporto la polizia mi ha detto che facendo il tampone se il risultato è negativo la quarantena non si fa …

Nicola De Stefani
Ospite
Nicola De Stefani

Purtroppo non è così. L’Ats locale dice che non posso esentarmi dalla quarantena. Questa la risposta della responsabile che ha risposto alle mie diverse richieste: “Buongiorno, comprendo, ma le norme sono chiare: nel suo caso rientro dalla Turchia (Stato elenco E), non potendo ususfruire delle esenzioni dall’obbligo di isolamento fiduciario, l’isolamento di 14 giorni è inevitabile. Cordiali saluti Lucilla Buzzi.” Il che è assurdo, perché se il doppio tampone dimostra che sono negativo non c’è motivo per rimanere a casa. Pazzesco come fanno le leggi a discapito della logica e del buon senso. Ieri in aeroporto la persona che aveva il compito di controllare l’auto dichiarazione ha detto che secondo lei con doppio tampone negativo posso riprendere a lavorare, ma di chiedere alla Polizia al controllo passaporti. Il poliziotto però ha declinato di dare un parere definitivo e mi ha rimandato alla Ats locale, con la risposta finale di cui sopra. Quindi la sua affermazione che non si deve fare la quarantena se si è fatto il secondo tampone è purtroppo errata. Sono sicuro che ha scritto in buona fede, ma purtroppo quello che dice non è corretto. Vorrei che lo fosse, ma così non è. Spero spostino il lavoro… Leggi il resto »

sabrina
Ospite
sabrina

io ne ho già fatte quattro e anche con tampone negativo fatto in aeroporto a catania non c e stato verso di non farla.questa la mia esperienza

Tiziana
Ospite
Tiziana

Ciao ragazzi io il 9 devo partire per la Turchia destinazione Istanbul Sabiha. Per caso sapete se è necessario il tampone e quante ore prima effettuarlo?!

Domenica
Ospite
Domenica

Salve vorrei un’informazione.
Vorrei partire a metà febbraio per raggiungere il mio ragazzo in Turchia.
Potrei farlo o no?
Sarai lì 2 settimane.

Maurizio Taurino
Ospite
Maurizio Taurino

Ciao, devo partire dal 12 gennaio in poi per la Turchia. Mi chiedevo al ritorno c’è sempre da fare la quarantena? Oltre al tampone prima di partire, altri consigli? Grazie

Marco f
Ospite
Marco f

Saputo qualcosa?

SAMUELA
Ospite
SAMUELA

CIAO,
SECONDO VOI VAL LA PENA PRENOTARE UN VOLO PER AGOSTO 2021? HO TROVATO DEI PREZZI MOLTO INTERESSANTI…E SAREI DAVVERO TENTATA A COMPRARE IL BIGLIETTO…ANCHE LA SCORSA ESTATE ALLA FINE SIAMO ANDATI IN PORTOGALLO (BIGLIETTO PRESO DUE SETTIMANE PRIMA) E NON ABBIAMO AVUTO PROBLEMI….

Annemarie Andreea
Ospite
Annemarie Andreea

Ciao io devo andare in turchis dal 29 dic al 3 gennaio ….ci possono essere dei problemi ?? Grazie

Mirco
Ospite
Mirco

Buongiorno, mi sapreste dire se è possibile partire per Istanbul da Roma Fiumicino, nel caso in cui viene istituita zona rossa ? Il viaggio è per legame affettivo.

Angie
Ospite
Angie

Ciao Mirco! Alla fine parti? Se sì, potresti poi riferire com’è la situazione in aeroporto, per favore? Dovrei partire anche io il 28 per lo stesso motivo (anche se poi io non devo rientrare in Italia). Grazie mille!

Mirco
Ospite
Mirco

Si, ti parlo per la mia esperienza personale, nessuno in aeroporto mi ha fermato, nè chiesto auticertificazioni, nè chiesto test negativi, e attualmente sono a Istanbul. Quì c’è il coprifuoco, ma a noi stranieri non si applica. il test fallo comunque e portalo con te, potrebbero chiedertelo.

Angie
Ospite
Angie

Grazie mille! Quando è uscita la notizia sabato, sia sul sito di pegasus che quello di turkish airlines si diceva che la restrizione del test iniziava da oggi, quindi ho rimandato il volo ai prossimi giorni per poterlo fare. Ora su entrambi i siti si parla di mercoledì…

Mirco
Ospite
Mirco

ma il test è meglio cbe lo fai e lo porti con te, possono chiedertelo

Mirco
Ospite
Mirco

Salve, devo recarmi a Istanbul il 24 Dicembre e tornare il 4 Gennaio, per trascorrere le feste con la mia compagna che mi attende lì, partendo da Roma. Rischio di incorrere in problemi alla partenza o al ritorno all’aeroporto?

Sylvan
Ospite
Sylvan

Buongiorno sapete dirmi le nuove restrizioni (per esempio bar/ristoranti chiusi) fino a quale data sono previste?

Grazie mille
Sylvan

Marta
Ospite
Marta

Ciao! Vista l’attuale situazione, sconsigliereste di visitare Istanbul durante il periodo natalizio / capodanno? Da quanto mi pare di capire al momento ci sono alcune restrizioni: sapete fino a quando dureranno? Ritenete che anche a Gennaio ci saranno problemi per venire in Turchia per turismo? Chiedo scusa per le varie domande ma in giro c’è molta confusione oltre che molte notizie contraddittorie, quindi trovo più utile avere il parere di chi lavora nel settore e vive certe situazioni sulla propria pelle. Grazie mille.

marco
Ospite
marco

se vado in italia per soli 5 gg come sono le procedure? qualcuno sa qualcosa?
grazie

bernhard
Ospite
bernhard

Ciao Marco, sono rientrato oggi da un viaggio di lavoro in Turchia, toccando Istanbul-Afyon e rientrando da Ankara) tutto in macchina 3 giorni – dal 26.11 al 29 11 bisogna consegnare la autodichiarazione alle forze del ordine entrando in Aeoporto (fattispecie Bergamo orio al serio) stesa cosa al rientro, non ti so dire per quanto riguarda la quarantena sulla mia autocertificazione al rientro avevo evidenziato partenza da Orio il 26/11 rientro Orio 29/11 forse questo mi ha fatto evitare discussioni o avvertimenti relativi al Covid quello che posso consigliare a Te ed a tutti gli altri chiamate la Polizia di Frontiera cosa che ho fatto chiamando la polizia di Frontiera del aeroporto della Malpensa, sono stati sempre sia preparati che disponibili e precisi… infine ho preso per la prima volta Pegasus della quale si straparla male…le mie esperienze erano indubbiamante positive (soprattutto trattandosi di low cost)

Elena
Ospite
Elena

Buongiorno,

Grazie per questo articolo davvero utile. Io devo partire per Istambul il prossimo 2 dicembre dall’aeroporto di Bologna ma l’Emilia Romagna è diventata zona arancione da ieri. Sono residente nel comune di Bologna quindi arrivare all’aeroporto non sarebbe un problema ma potrebbero esserci più problemi a partire per turismo in Turchia? Grazie sin d’ora

Bernhard
Ospite
Bernhard

Ciao Elena, al Autocertificazione che devi consegnare e che DEVE essere veritiera NON prevede fra i motivi viaggio/ragioni del viaggio quella del di turismo …vedi un po’ tu…. (il modulo della autocertificazione lo trovi in rete

Alice
Ospite
Alice

Buongiorno potete gentilmente fornire informazioni per quanto riguarda L entrata in Turchia dopo le nuove restrizioni in Italia ?? E’ chiesto il tampone all arrivo ad Istanbul o quarantena fiduciaria ???

roberta
Ospite
roberta

qualche consiglio su quale assicurazione stipulare? meglio farla da qua, in Italia, o magari on line, sceglierne una turca? Grazie

Giuseppe
Ospite
Giuseppe

Ciao se io vado in Turchia per un intervento e mi fanno il tampone anche lì e ci starò 3 giorni quando torno in Italia devo fare il tampone

Isabella ferriera
Ospite
Isabella ferriera

Salve… Vorrei sapere se all’aeroporto di Istanbul c’è la possibilità di fare il tampone ?