State attenti ai Taxi!

Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2022

Purtroppo ci giungono sempre più spesso segnalazioni di turisti italiani truffati dai taxisti. Non è mai corretto generalizzare ma è abbastanza risaputo che la categoria dei taxisti a volte mette da parte l’onestà quando si presenta l’occasione propizia. Ricordo molte immagini televisive di taxisti italiani che truffavano sprovveduti turisti giapponesi o americani, esiste addirittura un blog dedicato all’argomento.

Non c’è molto da stupirsi dunque se in una città di 16 milioni di abitanti come Istanbul i taxisti le provino tutte pur di scucire più denaro possibile al turista magari appena arrivato e comprensibilmente spaesato.

Sapendolo, possiamo prendere le dovute precauzioni.

In teoria il metodo più sicuro per evitare fregature dovrebbe essere quello di far inserire il tassametro, quindi è bene sapere quali sono le tariffe ufficiali: salendo sul taxi il tassametro deve indicare 9,8 lire, che è la tariffa minima di partenza, il prezzo per ogni chilometro percorso è di 6,3 Lire, indipendentemente dalla distanza (anche se brevissima) una corsa minima ha il costo di 28 lire (aggiornato all’ultimo aumento dell’aprile 2022).

Ma l’inserimento del tassametro purtroppo non è sufficiente per stare tranquilli.

I trucchi più usati dai tassisti di Istanbul

Il trucco di prendere la strada più lunga per raggiungere la destinazione è superato da molto tempo, purtroppo capita anche di essere portati a spasso per mezz’ora e terminare la corsa a pochi metri dal punto in cui è cominciata. Ma ci è stato anche riferito che il tassametro procedeva lento per gran parte del percorso per poi triplicare improvvisamente l’importo a fine corsa.

Un altro trucco molto usato è quello “del prestigiatore”: in pratica se voi consegnate al tassista 50 lire, lui in un attimo le farà scomparire e gli appariranno in mano 5 lire, quindi vi dirà che gli avete dato 5 lire invece di 50 e voi sarete costretti a dargliene altre 50.

Se quindi l’inserimento del tassametro non è sufficiente per stare tranquilli, anche la sana abitudine di trattare il prezzo a priori non basta se il tassista è in malafede. Per evitare infatti di essere contenti di aver strappato un prezzo di 100 Lire per una corsa che sarebbe costata 50 Lire (è successo!), è indispensabile sapere quanto può costare una corsa media in centro città.

Quanto costa una corsa media in taxi

In realtà le tariffe dei taxi sarebbero molto convenienti se non si corresse il rischio di essere truffati.

Sappiate che una corsa Taksim-Sultanahmet, a qualsiasi ora, costa circa 40-50 Lire (circa 2-3 euro), anche una corsa Taksim-Ortaköy costa più o meno lo stesso. Sultanahmet-Eminönü può costare al massimo 30 Lire, così come Sultanahmet-Aksaray. La tratta forse più lunga di cui un turista può servirsi è Sultanahmet-Ortaköy e costa non più di 70 Lire.

Sapendo quindi che all’interno del perimetro turistico non andrete mai a spendere più di 70 Lire, qualora il tassista vi chieda 100 o 200 lire Lire (capita spesso), dategliene 70 ed uscite velocemente dal taxi, se il taxista comincia ad urlare non fatevi intimorire, urlate anche voi e minacciate di chiamare la polizia.

I taxi dagli aeroporti dovrebbero generalmente essere più sicuri ma il rischio di venire truffati c’è sempre. La tariffa dal Nuovo Aeroporto verso il centro è di circa 300 Lire, mentre da Sabiha Gökçen è sulle 350 Lire. I taxi che si trovano in centro alle fermate degli autobus in arrivo dagli aeroporti , soprattutto a Taksim e Sultanahmet, sono in assoluto i peggiori, dei truffatori seriali, evitateli per qualsiasi ragione.

Consigli utili e precauzioni da prendere

Il primo consiglio che possiamo dare è quello di usare nel limite del possibile i mezzi pubblici, più efficienti e più economici. Ma se proprio siete costretti a prendere un taxi, seguite questi nostri consigli:

  • Non prendete MAI il primo taxi che passa per strada. Fate sempre chiamare un taxi dal vostro albergo, o dal ristorante, o dal locale in cui vi trovate, oppure prendetelo da una vera stazione dei taxi. In questo modo sarete garantiti al 100%, nessun tassista si azzarda a fare qualcosa di sbagliato sapendo di poter essere rintracciato in pochi minuti.
  • Se non avete alternative e vi capita di prendere un taxi per strada segnatevi sempre il numero di targa e soprattutto il codice identificativo scritto sulle portiere laterali. Una buona idea è farsi vedere dal taxista mentre scattate una foto al numero identificativo prima di salire, è un segnale preventivo di allerta ed oltretutto può sempre servire nel caso sfortunato in cui vi dimentichiate qualche oggetto sul taxi (capita spesso soprattutto con i cellulari).
  • L’utilizzo di qualche parola turca in genere scoraggia i tassisti dal provare a truffare, bastano un “merhaba” ed un “lütfen” buttati lì per far venire il dubbio al taxista che non siate semplici turisti, ma che forse frequentate spesso la città e che quindi non siate totalmente sprovveduti.

Application utili e Uber in Turchia

La municipalità di Istanbul è al corrente del “problema taxisti” e sta studiando una regolamentazione severa che in futuro renda impossibile certi tipi di comportamenti. Nel 2015 è nata un’application per smartphone che funziona molto bene ed è una sorta di garanzia per il consumatore, si chiama BiTaksi e permette di chiamare i taxi più vicini fra quelli iscritti alla piattaforma, ovviamente ogni taxi in lista può essere recensito quindi il tassista è tenuto ad un comportamento corretto.

Segnaliamo inoltre che nel giugno 2018 Uber era stato vietato in Turchia proprio a seguito delle proteste dei tassisti, ma era possibile ugualmente utilizzarlo anche se i driver che venivano fermati dalla polizia venivano multati. Dal maggio 2019 Uber è tornato disponibile ma serve semplicemente per poter chiamare i normali taxi gialli, quindi di fatto i taxisti hanno vinto la battaglia contro Uber.

Qualche tassista buono per fortuna si trova 🙂

Dopo avervi messo in guardia, vogliamo comunque raccontare due episodi positivi di cui siamo stati testimoni diretti. Qualche tempo fa avevamo dimenticato il cellulare sul taxi, quando ce ne siamo accorti abbiamo provato a chiamare sperando che il tassista rispondesse. Così è stato, ed il tassista è ritornato indietro per consegnarcelo, senza farci pagare il supplemento di corsa. Il secondo episodio riguarda un turista che aveva lasciato sul sedile posteriore la sua reflex, data ormai per persa, se l’è vista recapitare in hotel il giorno dopo.

Io devo ammettere che non ho mai amato prendere il taxi, preferisco camminare, ma ultimamente l’ho preso spesso e mi sono sempre trovato molto bene, è divertente fare pratica di turco con i taxisti e mi capita spesso che alla fine facciano addirittura uno sconto. Uno straniero che parla la lingua del posto fa sempre un effetto molto positivo!

Ci auguriamo che non abbiate esperienze negative, è certamente questione anche di fortuna, ma è bene non sfidare troppo la sorte, ed in ogni caso tenete sempre gli occhi bene aperti ed i riflessi pronti!

Potrebbe interessarti anche: Guida pratica ai mezzi di trasporto

Vota se ti è piaciuto
[Total: 14 Average: 4.6]
4 5 votes
Article Rating
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano
Stefano
5 Ottobre 2015 12:14

In data 4 ottobre 2015, prendo uno dei taxi parcheggiati di fronte al Marmara Hotel di Taksim, dovendo andare all’Hotel Ramada che poi scopro essere a soli 2 km di distanza. Questo è ciò che capita. Mi vengono propinate più truffe nello stesso momento. Premetto che sto in Turchia da due mesi e so che generalmente le persone, che siano taxisti o commercianti sono disponibili a contrattare il prezzo alla partenza ma con questo tassista è tutto diverso: – contratto la corsa che un amico turco mi dice essere massimo 10 lire ma il tassista inizia a parlare di scuse(strade trafficate perché è domenica, lavori in corso in certi tratti), mi dice che non ci arriveremo con meno di 20/25 lire e di star tranquillo che c’è il tassametro in funzione – dal punto in cui ero seduto il tassametro era ben nascosto dal sedile davanti a me, portato completamente avanti per bloccare la visuale ai passeggeri, e anche provando ad affacciarmi tra i due sedili non si vedeva poiché posizionato in basso dietro la leva del cambio e perciò sempre coperto dal suo braccio – arriviamo a destinazione dopo si e no 3/4 minuti, non capivo, dov’erano le strade… Leggi il resto »

Carlo
Carlo
24 Agosto 2022 9:44

Preso taxi ad agosto 2022 da nuovo aerporto di Istanbul per Galata. Erano le 23 e non c’era tanto traffico. La corsa è durata circa 40′ per 280 tl da tassametro. Lasciate 300 tl per premiare l’onestà 🙂
In città sempre usato mezzi pubblici o andato a piedi. Anche in hotel ci hanno fortemente sconsigliato i taxi per le tratte brevi in città.

Nadia
Nadia
15 Giugno 2020 10:01

Davvero utilissimi ed esaustivi! Non esiterò a contattarvi, appena sarà possibile per me visitare Istanbul, prenotando una guida. Grazie

Linda granata
Linda granata
22 Agosto 2019 22:17

2 truffe subite in 2 giorni di cui una andata a buon fine (per il tassista) e una fortunatamente no.
La prima dall’aeroporto all’hotel Karakoy (350 lire anziché 140): il tassista dice di non potersi fermare davanti all’albergo per cui dobbiamo scendere al volo. In fretta e furia dice l’ammontare della corsa e scappa via. Lì ha giocato lo spaesamento che solitamente si ha quando si arriva in un posto nuovo.
Seconda truffa quella del prestigiatore: corsa di 43 lire. Mio padre gli da’100 lire ma questi li fa sparire magicamente e comparire una banconota di 5 lire e pretende di ricevere il resto. Iniziamo a urlare minacciando di chiamare la polizia e scendiamo dopo esserci ripresi i nostri soldi e avergli gettato nel taxi 30 lire.
Fate attenzione e leggete gli utilissimi consigli di qs sito!

Paola
Paola
26 Aprile 2019 1:20

Accaduto ieri sera in taxi da Sultanahmet a Torre di galata si ferma in una strada buia , dice di non avere luci in macchina , gli do cento lire, le fa sparire e mi dice che gli ho dato 20, io protesto pervhe ero certa di non avere biglietti da 20 lire ,lui insiste e mi da il biglietto da venti cosi gli do un altro biglietto da 100, per la corsa vuole 60 e non ha tassametro , mi rende 40. Scendo dal taxi e dal tono della mia voce capisce che sono molto arrabbiata . Gli sto dicendo di tutto intanto si è formata una fila. Lui prende un biglietto da 50 e me lo da , ma vuole indietro i suoi 40 di resto insomma tea passaggi vari di biglietti non ci capisco piu nulla e lo mando a quel paese . Faccio i conti appena trovo un posto sicuro dove contare i soldi nel portafogli, mi ha scucito 60 lire per la corsa e me ne ha rubato 80 lire col gioco fi prestigio …che poveraccio

Osvaldo
Osvaldo
9 Ottobre 2018 20:09

Dite di stare attenti perché a volte i tassisti non sono corretti, e poi vi lamentate della mancanza di UBER? Sarebbe opportuno pensare prima di scrivere idiozie.

marco
marco
19 Maggio 2015 15:49

Quanto può costare approssimativamente un taxi dall’aeroporto ATATURK a ATASEHIR(parte asiatica)???
Grazie in anticipo

Pier Luigi
21 Luglio 2014 14:21

come faccio a trovare una buona guida turistica, parlante italiano, per una giornata a Istanbul??

paola
paola
9 Luglio 2014 15:39

Ciao forse può essere utile un consiglio e portare due esperienze consiglio: – ascoltate quello che è stato scritto nel post da Can, far chiamare il taxi dal locale o dall’albergo – controllare i tassametri le tariffe sono proprio quelle indicate. positiva: un taxista ci ha consigliato di far partire il tassametro che avremmo speso meno di quello che si voleva contrattare e così è stato 12lt anziché 20lt. negativissima: dei nostri amici che viaggiavano su 2 taxi diversi, stessa meta, il taxista ha fatto un gioco di prestigio facendo sparire la banconota di 50lt con cui volevano pagare e sostituendola con una da 5lt, chiedendo quindi d’integrare la cifra restante, presi alla sprovvista hanno provveduto, scoprendo poi che con un movimento fulmineo era stato prodotto l’inganno, quindi non pagate con una banconota da 50lt ho sottolineate che viene dato un pezzo da 50lt, non prendete mai i taxi che stazionano davanti a Hagia Sophia perché chiedono 45lt per tratte da 12lt, sanno che a breve arriva un altro turista che accetta, del resto perchè accettare corse a meno se si ottiene lo stesso risultato con minor fatica. chiudo RINGRAZIANDOVI per le info del blog fatto benissimo, noi abbiamo solo… Leggi il resto »

franco
franco
22 Marzo 2014 19:29

ATTENZIONE AL TAXI N. 89 CHE PRESTA SERVIZIO SULLA PIAZZA FRA LA MOSCHEA BLU E SANTA SOFIA E UN LADRO LADRO MILLE VOLTE

walter boleso
walter boleso
17 Marzo 2014 23:36

Sono stato ad istanbul sett. scorsa. Per una corsa dal terminal Havatas di Taskim a Sulthanamet mi hanno fatto pagare 65 LT. 4/5 volte il prezzo per i locali. Penso si tratti di una prassi normale; appena arrivato l’autobus siamo stati circondati da almeno 10 taxi. Ho chiesto a 3 o 4 taxisti e la cifra andava dai 50 a 70 LT.Alle mie rimostranze che il prezzo giusto era 10 – 15 LT si sono messi a ridere. Alla fine, vista anche l’ora tarda, mi sono rassegnato a pagare la “tangente”; 65 LT con tanto di tassametro “truccato”. NON HO PIU’ PRESO UN TAXI. QUESTI BATTONO ANCHE QUELLI ROMANI

Maria
Maria
21 Gennaio 2014 20:06

In 4 gg ho preso solo taxi; ho beccato meno della metà di onesti e purtroppo la maggioranza di furbacchioni. Solo a fine vacanza ho capito il trucchetto: appena si entra il tassametro è impostato correttamente a 2,75Lire. Poi non si incrementa per un po’ di tempo, poi si incrementa all’improvviso di moltissime Lire. In 4 o 5, si è speso cmq poco, ma da fastidio lo stesso la truffa.

Sabatino
Sabatino
13 Ottobre 2013 18:48

Appena rientrati; davvero offrite un servizio fantastico, abbiamo trascorso un’intera giornata con una delle vostre guide che oltre alla professionalità e cordialità messa in campo ci ha seguiti per una intera giornata facendoci davvero “vivere” Istanbul. Yildirim (è questo il nome della guida) è stato davvero bravo a gestire il nostro gruppo di 17 persone! Non esiterò a segnalarvi, perchè davvero lo meritate.

Grazie ancora.

claudio zadro
claudio zadro
18 Febbraio 2013 22:51

un giro in cita per 8 ore quanto puo costare

Andrea
Andrea
15 Novembre 2012 17:55

Ciao a tutti,
sono tornato ieri da Istanbul e posso confermare che i tassisti sono quasi tutti degli “infami” con i turisti. Un esempio su tutti, domenica mi trovavo a Sultanahmet e dovevo arrivare a Ortaköy. Tutti i mezzi pubblici erano fermi causa Maratona cittadina e i taxi mi chiedevano 100 Lire! Li ho mandati caldamente a quel paese e me la sono fatta a piedi fin dopo Kabataş. Credo che siano circa 6 km. Qualche folle, o ignaro, turista li prendeva, ma è assurdo. Da denuncia.
La “musica” cambiava quando lo prendevo in compagnia di un’amica Turca, tutto regolare come da tassametro.
Per il resto niente da dire, Istanbul molto bella, ci tornerò 😉 🙂

Alessandra
Alessandra
8 Novembre 2012 13:28

Io ho appena prenotato il mio viaggio dal 17 al 22 gennaio per Istanbul. Ho visto che l’aeroporto dove atterreró (S. Gokcen) è molto distante dall’albergo che ho prenotato (Deniz House a Sultanahmet, Cayiroglu Sokak 14 [se avete referenze negative dite pure: ho la cancellazione gratuita]). L’albergo mi offre un servizio navetta che mi preleva in aeroporto e mi porta in hotel, il tutto alla ‘modica’ cifra di 60 euro. Volevo sapere la tariffa con un taxi per la stessa tratta… Secondo voi posso risparmiare qualcosina? Grazie delle info (sia quelle che già ho avuto dalla visita sul sito che quelle che eventualmente vorrete darmi qui…) Ora che vi ho scoperto non vi mollo più…

Davide
Davide
28 Ottobre 2012 9:00

Sicuramente i mezzi pubblici sono comodi, puliti e puntuali, ma fatevi bene i conti.
Per andare dal quartiere di Sultanahmet a Taksim con un tram, pagherete 3 Lt a persona di biglietto, per un taxi circa 10. Risulta evidente che se siete almeno in due a spostarvi spenderete 6 Lt contro le 10 Lt di un taxi, ovvero una differenza di 4 Lt (per intenderci, con il cambio attuale, prendere il taxi in due vi costerà 2, 3 euro in più) se siete in tre a spostarvi……

Davide
Davide
28 Ottobre 2012 8:49

A settembre sono tornato ad Istambul per la terza volta, ho preso il taxi decine di volte, mai un problema.
Ci si deve solo ricordare che la quasi totalità dei tassisti non parla inglese e non usa il navigatore, pertanto risulta molto comodo, per loro e per voi, scrivere su di un pezzo di carta l’indirizzo dove volete andare, se è un locale mettete anche il numero di telefono. Con una buona approssimazione vi porteranno sempre a destinazione. Mai più di 20 Lt, è capitato di notte di giorno con il traffico di arrivare a 25 Lt.
Fate capire che siete Italiani e non temete, prendere un taxi a Roma o a Milano richiede sicuramente più attenzione.

Rox&friends
Rox&friends
22 Ottobre 2012 11:49

Ciao e complimenti per il sito, è bellissimo e utilissimo, traspare tutto il vostro amore per Istanbul e la passione in quello che fate. Alloggerò in albergo a Mesrutiyet Mh. Sutlu Sk – Sisli e ho scoperto la la vicina fermata della metro non è collegata con le altre linee, per cui sarò obbligata a prendere il taxi. Oppure ho altre opzioni al posto del taxi?
Tramite il vostro aiuto vorrei farmi un’idea sulle corrette tariffe del taxi per 2 percorsi: dall’aeroporto Ataturk all’albergo e dall’albergo in centro.
Grazie 1000 in anticipo
Rox

daniela
daniela
7 Settembre 2012 19:11

siamo appena tornate da istanbul e già ci manca! Grazie Ambra e grazie a tutti voi per i magnifici due giorni che abbiamo passato insieme!!! a presto spero ps.: Andate a vedere Fener e Balat: un’esperienza molto intensa che non dimenticherete!

francesco
francesco
29 Luglio 2012 19:40

ciao solo due domande: c’e’ differenza di tariffe tra giorno e notte? vanno a km o a tempo? grazie

Alessandra
Alessandra
26 Luglio 2012 20:11

İo dırei che ad İstanbul il problema e’ che TUTTİ tı vogliono fregare. Secondo me ogni tanto qualcuno si vende anche la madre. Ci sono arrıvata qualche giorno fa con tanto entusiasmo, ma me ne sono felicemente scappata in Cappadocia.

Barbara
Barbara
21 Giugno 2012 9:40

Anche io ho 2 episodi uno negativo e uno positivo, capitati entrambi quando i miei genitori erano venuti a trovarmi.
Loro purtroppo non camminano, io ero arrivata da pochissimo e ancora non ero riuscita a capire la città. Decidemmo di andare al Topkapi. Ebbene il tassista ci portò non so bene dove ma ben oltre Fatihi a certe rovine dove c’erano una serie di bar, dicendoci a getsti che il posto era dietro le mura e dopo avergli lasciato 30 tl si è volatilizzato. Inutile dire come ci rimanemmo male… Anche perchè a quel punto dovemmo fare una bella sgambata x riuscire a tornare indiedtro per poi scoprire che il “vero” Palazzo di lunedì è chiuso!!
La seconda fu quando, con mio padre, andammo al Gran Bazar. Non ci fu verso di fargli prendere il tram e così partimmo al solito in taxi. Chiaramente traffico bestiale, il tassista mortificato si scusava per Il problema e alla fine quando riuscimmo ad arrivare ci fece lo sconto e non volle una lira in più di quello che ci chiese.
Questa è Istanbul città dalle molte contraddizioni ma sempre affascinante

Anna & Filippo
Anna & Filippo
8 Giugno 2012 8:51

Durante i nostri ultimi soggiorni a Istanbul abbiamo sempre usato i mezzi pubblici, anche per raggiungere punti della città non proprio centrali. La Istanbul card è comodissima. Alla fine, il taxi è stata una soluzione solo in casi estremi. Comunque, concordo con Umberto sul problema della lingua. Io da qualche tempo sto cercando di imparare qualcosa (ho anche scaricato una grammatica turca da internet), ma, ragazzi, non è affatto semplice. Se non fosse per la mia passione …
Anna

Umberto
Umberto
31 Maggio 2012 7:33

Questa me la sono stampata, grazie !
Il problema è quello di conoscere i rudimenti di lingua turca, occorrerebbe inserire un piccolo breviario, compresa qualche piccola escandescenza.

Ci provo io:

la somma è esagerata
voglio spendere meno

toplamı abartılı
Daha az harcamak istiyorum

(semplice vero ? a ricordarselo…)